STLV17: William Shatner su Kirk, il cameo mancato in Star Trek (2009) e un misterioso progetto per il suo ritorno in scena |   TG TREK - Star Trek News Italia  

Header

lunedì 14 agosto 2017

STLV17: William Shatner su Kirk, il cameo mancato in Star Trek (2009) e un misterioso progetto per il suo ritorno in scena

JJ Abrams, Kelvin, TOS, William Shatner,  - TG TREK Star Trek News, Novità, Notizie
William Shatner a Las Vegas 17
Quest'anno il palco della convention di Las Vegas è stato solcato da moltissimi attori di Star Trek, incluso quello che ha dato inizio a tutto: William Shatner.


Com'è noto, Shatner è un grandissimo appassionato di cavalli e buona parte del suo intervento ha riguardato quell'argomento ma naturalmente c'è stato spazio per aneddoti e considerazioni su Star Trek e sul Capitano Kirk.


Le parti più interessanti del suo discorso hanno riguardato il film Star Trek (2009) di J.J. Abrams - a cui avrebbe potuto partecipare - e un progetto in realtà virtuale che potrebbe riportarlo sullo schermo!


La scena scritta per Shatner è una ‘fake news’?


Dalla platea, un fan ha fatto notare a Shatner che la sua mancata partecipazione a Star Trek (2009) di J.J. Abrams è stata un'occasione persa (opinione enfaticamente appoggiata dallo stesso Shatner) e ha fatto riferimento al fatto che ci fosse una scena scritta per lui dagli autori del film.

Shatner ha chiesto al fan dove avesse preso questa informazione, ricevendo come risposta: "Una fonte affidabile" (si tratta del sito TrekMovie).

L'attore però non è d'accordo:



Fonte affidabile? Ma se è una fake news! … No, seriamente, so di questa voce ma in realtà io non ho mai saputo nulla, non è mai stata posta alla mia attenzione.



Allora il fan ha descritto nel dettaglio la scena in questione: gli autori del film avevano pensato di inserire il Kirk di Shatner sotto forma di registrazione olografica che lo Spock anziano, verso la fine del film, avrebbe mostrato alla sua controparte giovane per incoraggiarlo a coltivare l'amicizia con Jim Kirk.

Nella registrazione, il Capitano Kirk originale faceva gli auguri a Spock per il suo compleanno e per la sua nuova carriera di ambasciatore per poi considerare il tempo passato, la loro amicizia, e ciò che il futuro aveva ancora in serbo per loro. Il pubblico avrebbe visto l'inizio della registrazione insieme a Spock per poi ascoltare la voce di Shatner fuori campo, un po' a commento della scena successiva con la promozione del giovane Kirk a Capitano dell'Enterprise. Dato che si trattava di una registrazione realizzata prima degli eventi di Generazioni, non ci sarebbero stati problemi di continuity.

Ma Shatner ha interrotto la descrizione esclamando:



E' la scena più stupida che abbia mai sentito! Quando ho visto Leonard [Nimoy] tornare indietro nel tempo nel primo film di JJ [Abrams] gli ho detto: "Capisci di essere vecchio quando torni indietro nel tempo e sei ancora vecchio!"... sono scene gratuite, senza spessore! Io voglio avere un ruolo interessante e la domanda è: "Come fai a coinvolgere in tutto questo un capitano con 50 anni di più sulle spalle?"



JJ Abrams, Kelvin, TOS, William Shatner,  - TG TREK Star Trek News, Novità, Notizie


In realtà, la scena descritta dal fan non è una fake news ma Shatner non mente quando dice che non è mai stata posta alla sua attenzione; infatti - come appurato da TrekMovie - si tratta di un'idea sviluppata internamente e scartata da Abrams, quindi mai sottoposta effettivamente a Shatner.

Secondo Abrams, la morte di Kirk in Generazioni si è rivelata un ostacolo troppo grande da superare per inserire il personaggio nei suoi film, senza troppe elucubrazioni.


L'interpretazione epica di Kirk


Un altro momento interessante si è avuto quando il moderatore dell'incontro, Scott Mantz, ha chiesto a Shatner di spiegare al pubblico come ha affinato nel tempo l'interpretazione del Capitano Kirk. Shatner ha quindi fatto riferimento alla sua esperienza con lo Stratford Festival in Canada:

Ho studiato da attore classico. E quello che caratterizza gli eroi di Shakespeare è che si tratta di personaggi noti. Sono dei re. Hanno il loro portamento e il loro modo di esprimersi. L'approccio era quello dello "sguardo d'aquila", come se guardassero sempre all'orizzonte in attesa del nemico o verso il futuro. C'è qualcosa nell'essere eroe che ti fa stare con le spalle larghe.

JJ Abrams, Kelvin, TOS, William Shatner,  - TG TREK Star Trek News, Novità, Notizie

Quindi, quando sono approdato in Star Trek e ho parlato col creatore della serie Gene Roddenberry, lui mi disse di leggere i libri di Horatio Hornblower e io li ho letti; è solo un capitano ma ha anche lui lo sguardo fisso all'orizzonte perché non poteva sapere, all'epoca, che razza di strana bestia avrebbe potuto ingoiarsi la nave. 



E Kirk aveva lo stesso problema [dice ridendo]: "Chissà se la fuori c'è una strana bestia che si ingoierà l' Enterprise.” Quindi ho interpretato il personaggio come se fosse un eroe classico e la cosa mi ha dato un po' di vantaggio.


Un progetto in realtà virtuale (forse legato a Star Trek) 


Shatner è una di quelle persone che non si fermano mai e infatti, parlando dei suoi numerosi impegni per il futuro, ha anche citato un criptico progetto che ha a che fare con la realtà virtuale e forse proprio con Star Trek:


Mi sto preparando a qualcosa di grande che riguarda la realtà virtuale. Sarà sorprendente, qualcosa di nuovo che ancora nessuno ha mai fatto. E' così che potrei apparire in un film di Star Trek.



JJ Abrams, Kelvin, TOS, William Shatner,  - TG TREK Star Trek News, Novità, Notizie
Scott Mantz e William Shatner a Las Vegas 17



Fonte: TrekMovie



Commenta la news di TG TREK sul forum di Star Trek Italia!

Articoli che potrebbero interessarti