[INTERVISTA] Jeri Ryan è stata trattata in modo "volutamente sgradevole” sui set di Star Trek: Voyager |   TG TREK - Star Trek News Italia  

Header

sabato 2 settembre 2017

[INTERVISTA] Jeri Ryan è stata trattata in modo "volutamente sgradevole” sui set di Star Trek: Voyager

Jeri Ryan, Voy, Voyager, Intervista, Kate Mulgrew, 7 di 9, Janeway, TG TREK Star Trek News Novità Notizie

Da molti anni circolano vari pettegolezzi su una presunta 'faida' intercorsa tra le due star di Star Trek: Voyager Jeri Ryan e Kate Mulgrew, nata principalmente dalla contrarietà della Mulgrew ad aggiungere Sette di Nove al cast della serie.

La stessa Mulgrew ha confermato questo sentimento in una recente intervista pubblicata su questo blog in cui sembra puntare il dito più contro il personaggio 7 di 9 che non verso l'interprete, Jeri Ryan. TG TREK ha trovato e vi propone un'intervista del 2014 condotta da Aisha Tyler per il suo podcast in cui è proprio la Ryan a dare la sua versione dei fatti.

E la realtà sembra molto meno edulcorata di quanto la Mulgrew non lasciasse intendere.


Jeri Ryan non fa mai apertamente il nome di Kate Mulgrew come fonte del suo tormento, ma le descrizioni di certi episodi avvenuti sul set rendono evidente di chi stia parlando.

L'aggiunta di questo personaggio... Voyager è stata la serie di punta del canale UPN e la Paramount ha visto in questo personaggio un modo per sdoganare Star Trek fra il grande pubblico, spingendolo oltre i soli appassionati di fantascienza e simili. Così ha attivato potentemente la sua macchina pubblicitaria con l'aggiunta di questo personaggio. Eravamo all'inizio della quarta stagione e c'era un alone di grande segretezza attorno al nuovo personaggio, tanto che persino i costumisti non potevano vedere cosa stavano facendo i truccatori, era tutto gestito in segreto. Volevano che nessuno sapesse niente fino al giorno in cui ho messo piede sul set per girare... che poi questa è un'altra storia! [Ride] E' stato pazzesco.

E ottennero molto successo nel catturare l'attenzione del pubblico generalista con l'arrivo di questo personaggio.

Jeri Ryan, Voy, Voyager, Intervista, Kate Mulgrew, 7 di 9, Janeway, TG TREK Star Trek News Novità Notizie


A quale altra storia si riferisce? Può raccontarci qualcosa?

E' stata comprensibilmente un'esperienza dura da digerire per un cast già insieme da tre anni. Per tradizione Star Trek - all'epoca Voyager era la quarta incarnazione della saga - si è sempre focalizzato sull'ufficiale comandante o sul rapporto tra il capitano ed il primo ufficiale. In genere, è il capitano che ottiene l'attenzione della stampa e la serie ruota attorno a lui. Così tutto ad un tratto, tutto questo è stato drasticamente stravolto nella quarta stagione dove gli autori - che hanno scritto per gli stessi personaggi tre anni su sette - hanno ovviamente cominciato a sbavare, desiderosi di sfruttare il nuovo personaggio per raccontare qualcosa di nuovo. Si sono trovati fra le mani un personaggio così ricco di possibilità, anche perché non è nemmeno umano quando lo conosciamo...

Di conseguenza, tutte le sceneggiature hanno cominciato a ruotare attorno a Sette di Nove e al suo rapporto con gli altri personaggi. Cosa che in realtà ha portato a produrre storie che hanno arricchito anche gli altri personaggi. Ma è stato difficile, perché improvvisamente tutta l'attenzione è stata rivolta verso il nuovo arrivato e per alcuni [membri del cast] più di altri la cosa è stata difficile da digerire. E non è stato divertente perché ha reso l'esperienza lavorativa molto spiacevole.


La cosa è rientrata col tempo o ha continuato?

Ha continuato, per un po'. Cioè, per la maggior parte tutti [i miei colleghi] erano assolutamente fantastici, fenomenali e i ragazzi poi, mio Dio, mi facevano morire [Ride] Erano esilaranti al punto che, quando avevo un paio di inquadrature con loro e poi si chiudeva con un mio primo piano, ero costretta a non guardarli per non scoppiare piegata in due dalle risate. Però sì, per un paio di anni è stata un'esperienza sgradevole in maniera del tutto gratuita. La cosa è cessata in sostanza quando ho cominciato a frequentare [Brannon Braga]. Una volta che uscivo con il boss, guarda un po' s'è risolto tutto improvvisamente! [Ride]

Ma per i primi due anni è stato davvero, davvero difficile. E ci sono stati molti giorni nei quali mi prendeva letteralmente la nausea prima di andare al lavoro, da quanto mi è stato reso inutilmente e intenzionalmente sgradevole.

Jeri Ryan, Voy, Voyager, Intervista, Kate Mulgrew, 7 di 9, Janeway, TG TREK Star Trek News Novità Notizie


Sono cose che capitano anche in altri ambienti lavorativi, ma immagino che su un set non si possano evitare i colleghi, come in ufficio.

No, non c'era modo di farlo e la maggior parte delle mie scene erano proprio con questa persona. Cioè, non potevi scappare perché gli autori lo avevano impostato come il rapporto più importante [della serie]. Hanno davvero voluto sfruttarlo molto. Non c'era nulla che potessi fare, mi prendeva letteralmente il voltastomaco quando sapevo che avremmo dovuto girare delle scene insieme e il giorno dopo averle girate stavo male tutta la notte, per i nervi allo stomaco. Che poi erano cose davvero inutili e meschine, tipo quando... oh mio Dio... [Ride]

... Avevamo molte scene in un set costruito apposta per il mio personaggio, il Laboratorio Astrometrico. Un set davvero impressionante, con questa grande finestra curvata con al centro un green screen, ma che aveva una sola entrata perché le telecamere erano fissate in modo da riprendere la scena verso il green screen. Quindi c'era solo una porta. Mi ricordo un episodio in particolare, c'era una scena in questo set con questa persona, solo noi due. Hanno ripreso prima la scena - molto drammatica - con questa persona e poi avrebbero girato la scena con le mie inquadrature. Prima di ogni primo piano, gli addetti al trucco, i parrucchieri e i costumisti vengono sempre a fare gli ultimi ritocchi per essere sicuri che sia tutto a posto... [Ride di gusto] [La co-star] chiude la porta del set e fa: "Sta bene così. MUOVIAMOCI."

Non li ha fatti entrare! Stupidaggini, veramente dispetti del genere.

Un'altra volta, non credo fosse lo stesso giorno, ma una scena diversa con quella persona sullo stesso set: giriamo prima le sue inquadrature e successivamente passiamo al mio primo piano; era una scena davvero intensa. Si è messa fuori inquadratura e ha cominciato a leggermi le battute a casaccio, mangiucchiandosi le unghie mentre sfogliava un libro, senza nemmeno guardarmi negli occhi. Cioè, a quel punto sarebbe stato meglio che a darmi le battute fosse stato l'aiuto regista, no? Era intenzionale, intenzionale e assolutamente gratuito.

Jeri Ryan, Voy, Voyager, Intervista, Kate Mulgrew, 7 di 9, Janeway, TG TREK Star Trek News Novità Notizie



Fonte: TrekCore



Commenta la news di TG TREK sul forum di Star Trek Italia!

Nessun commento :

Posta un commento

Che ne pensi?