Mostrata in anteprima la plancia della USS Discovery e tante nuove informazioni sulla serie! |   TG TREK - Star Trek News Italia  

Header

lunedì 11 settembre 2017

Mostrata in anteprima la plancia della USS Discovery e tante nuove informazioni sulla serie!


A fine agosto, giornalisti di tutto il mondo hanno potuto visitare i set di Star Trek: Discovery a Toronto ma solo ora, ad appena due settimane dal debutto della serie, cominciano ad essere divulgati i primi resoconti di quell'incontro!

Uno degli 'scoop' più interessanti lo ha fatto TvGuide con il suo tour della plancia della Discovery in 60 secondi, ma anche ING e CNET hanno visitato i set e parlato col produttore Aaron Harberts raccogliendo informazioni molto interessanti.

Attenzione agli SPOILERS!


La Plancia della U.S.S. Discovery


Cominciamo proprio col video girato da Alexander Zalben, inviato di TvGuide, sulla plancia della U.S.S. Discovery e i suoi schermi trasparenti.


Ecco alcuni fotogrammi selezionati dalla clip:


DSC, Discovery, Intervista, Spoiler, Props, TG TREK Star Trek News Novità Notizie

DSC, Discovery, Intervista, Spoiler, Props, TG TREK Star Trek News Novità Notizie

DSC, Discovery, Intervista, Spoiler, Props, TG TREK Star Trek News Novità Notizie

DSC, Discovery, Intervista, Spoiler, Props, TG TREK Star Trek News Novità Notizie


TV Guide ha anche fatto delle interviste sul campo, scoprendo particolari sulla serie non ancora divulgati:

  • Il Capitano Lorca (Jason Isaacs) ha una scrivania in piedi nel suo ufficio, al posto della classica postazione con la sedia.
     
  • Le comunicazioni tramite schermo sono state aggiornate con la tecnologia olografica, per permettere a due attori di recitare la scena nella stessa stanza.
     
  • Sulla USS Discovery vedremo Michael Burnham (Sonequa Martin-Green) principalmente nei ponti inferiori della sezione ingegneria, in coppia con Tilly (Mary Wiseman) e Stamets (Anthony Rapp) per una parte cruciale della storia. Inoltre una sezione della nave presenta al suo interno un misterioso "cubo di reazione" di cui non si conoscono i dettagli, tenuti sotto il più stretto riserbo dalla produzione.
     
  • Lorca ha una stanza ad accesso limitato che i produttori chiamano "lo zoo di Lorca". Dovremo aspettare per capire di che si tratta, perché la produzione ha le bocche cucite anche qui.
     
  • All'interno dell'ufficio del Capitano Georgiou (Michelle Yeoh) si vede una bottiglia di Chateau Picard.


Star Trek: Enterprise crea problemi di continuity


Scott Collura di ING ha intervistato il produttore Aaron Harberts per conoscere qualcosa in più sulla guerra con i Klingon e le difficoltà a rendere coesa la continuity di Star Trek.


Sulla questione della guerra, Harberts dice:

La domanda è... come poni fine ad una guerra, come puoi raggiungere la pace, senza annientare o distruggere il tuo avversario? Per me è questa l'impostazione che Star Trek deve adottare nelle storie di guerra. Non si tratta di mostrare la Federazione che distrugge i Klingon, ma di vedere la Flotta Stellare sforzarsi seriamente di raggiungere una pace vera.

Ora, sappiamo bene che durante la Serie Originale questa pace non durerà, ma dobbiamo sforzarci di raggiungerla nel nostro tempo, in questo pezzettino di cronologia. Per noi è fondamentale e offriremo il modo a queste due fazioni di arrivare ad un chiarimento.

DSC, Discovery, Intervista, Spoiler, Props, TG TREK Star Trek News Novità Notizie

Questi ufficiali della Flotta che si troveranno invischiati in una guerra, ricorderanno al pubblico che non è per questo che si sono arruolati. Sono prima di tutto esploratori, diplomatici... infatti, la stessa Discovery è una nave scientifica che è stata riassegnata al fronte di guerra.

Anche il lavoro e gli studi del Tenente [Stamets] sono adesso sfruttati a scopi militari, ed è qualcosa che tormenta fortemente il personaggio.


Grande enfasi è stata data al periodo temporale in cui si svolgono le vicende di Discovery, un anno dopo l'episodio Lo Zoo di Talos e dieci anni prima che Kirk prenda il comando dell'Enterprise.

Harberts ha però espresso un po' di frustrazione per il modo in cui alcuni paletti imposti nella cronologia dalla serie più recente, Star Trek: Enterprise, limitino in certi casi la fantasia degli autori al lavoro su DSC.

L'unico limite è dato dal periodo storico in cui si svolge la nostra serie, a causa di Enterprise

Trovo che Enterprise sia la serie che ci sta rendendo le cose più difficili da quel punto di vista, per via di alcune retcon che hanno operato. Ma per noi Enterprise fa parte del canon ed è valida come tutte le altre serie quindi cerchiamo sempre di tenerla in considerazione.

DSC, Discovery, Intervista, Spoiler, Props, TG TREK Star Trek News Novità Notizie


Harberts è intervenuto anche sul piccolo caso religioso scoppiato un mese fa, per una battuta improvvisata sul set da Jason Isaacs, con un riferimento a Dio. Per Harberts si tratta di una aspetto che si accorda col personaggio di Gabriel Lorca (Isaacs), e non va assurto a paradigma di Star Trek nel suo complesso.

Capirete perché è di vitale importanza che [Lorca] sia un uomo di fede. O non ne abbia affatto. Non avevamo alcun interesse ad andare contro Dio, e dicendo "Dio" mi riferisco al Dio di chiunque.

Il nocciolo della questione è che io non credo che la religione non andrà da nessuna parte. Tutte le statistiche e i sondaggi potranno dire diversamente, ma io sono convinto che fede, speranza e spiritualità - qualunque cosa vogliamo credere che siano - verranno con noi nel futuro. Devono farlo. Credo che il mondo, e il nostro universo di Star Trek, sia aperto ad ogni sistema di valori.

In effetti vorrei raccontare una storia sulla fede... vediamo che ruolo avrà nel futuro. Vediamo cosa spingerà la gente a fare. Raccontiamo cosa succede quando incontriamo nuove fedi.

DSC, Discovery, Intervista, Spoiler, Props, TG TREK Star Trek News Novità Notizie

Harberts mostra alcuni costumi di scena. James Mackinnon illustra le protesi dell'alieno ‘Osnullus’

I video-comunicatori di Star Trek: Discovery


L'articolo di CNET si concentra un po' di più sugli aspetti tecnici della serie e degli oggetti di scena, sottolineando anche che nell'ufficio del Capitano Lorca è possibile vedere una mappa militare che mostra la situazione attuale sul fronte di guerra:

Sulla parete destra dell'ufficio [di Lorca] c'è una serie di schermi piatti, con una mappa che mostra vari pianeti ed una lunga linea rossa che divide il territorio della Federazione da quello dell'Impero Klingon. Aaron Harberts, uno degli showrunners di Star Trek: Discovery, ci ha detto che quella linea cambierà da episodio a episodio... un dettaglio che forse a molti spettatori potrebbe sfuggire.



L'articolo prosegue rivelandoci che i nuovi comunicatori della Flotta Stellare possono anche trasmettere immagini degli interlocutori:

L'equipaggio della Discovery utilizza una versione leggermente aggiornata del comunicatore, in toni di oro e grigio. Sang Meyer, a capo del reparto oggetti di scena, ci spiega che li hanno realizzati inserendo degli iPod Nano della Apple all'interno della scocca con la famosa apertura a scatto. Questo espediente permette al comunicatore di inviare e ricevere video e immagini alla bisogna.




Fonte: TrekCore



Commenta la news di TG TREK sul forum di Star Trek Italia!

Articoli che potrebbero interessarti