Star Trek Discovery: prime interviste post-debutto e anticipazioni su futuro e tempistiche della serie |   TG TREK - Star Trek News Italia  

Header

martedì 26 settembre 2017

Star Trek Discovery: prime interviste post-debutto e anticipazioni su futuro e tempistiche della serie

Alex Kurtzman, Discovery, DSC, Georgiou, Intervista, Michael Burnham, Sarek, TG TREK Star Trek News Novità Notizie

Una volta che i primi due episodi di Star Trek: Discovery sono finalmente andati in onda, alcuni produttori della nuova serie hanno potuto esprimersi più liberamente sui contenuti dell'episodio pilota e su quello che ci attende andando avanti nella storia.

In più, l'esperienza passata ha insegnato a non ingabbiarsi in date di scadenza troppo stringenti: se la seconda stagione sarà confermata è probabile che dovremo attendere il 2019 per vederla...

SPOILER: L'articolo mostra il trailer e piccole anticipazioni sul terzo episodio (e ovviamente si da per assodato che abbiate visto i primi due!)


Tempi di produzione


Intervistato da Hollywood Reporter il produttore Alex Kurtzman spiega che Discovery richiede tempi molto lunghi per raggiungere il tono cinematografico che si è prefissata:

E' un processo molto complicato ed elaborato, non scherziamo quando si tratta di effetti visivi. Occorrono dai quattro ai cinque mesi per realizzare gli effetti visivi di ogni singolo episodio. So che molte persone guardano la serie a braccia incrociate, aspettando di capire se la serie valga i soldi dell'abbonamento che pagano.

Ma da come la vedo io, constato che nessuno si lamenta mai di dover pagare per vedere Game of Thrones. Quindi, dobbiamo dare al pubblico la stessa esperienza, lo stesso grado di spettacolarità che evidentemente non si può trovare sulla TV tradizionale, in modo da dare un senso all'abbonamento. Di conseguenza ogni episodio è una cosa enorme, è come montare ogni volta un film.

Bisogna riconoscere che la CBS non ha mai prodotto uno show in questa scala di grandezza e se vuoi veramente dare al pubblico un'esperienza cinematografica - con tutto quello che ne consegue - occorre avere molto più tempo. Sarei stato terrorizzato a dover produrre una serie così con meno tempo a disposizione, perché avrebbe significato non riuscire ad offrire allo spettatore qualcosa degno delle sue aspettative.

Alex Kurtzman, Discovery, DSC, Georgiou, Intervista, Michael Burnham, Sarek, TG TREK Star Trek News Novità Notizie


Lo stato dei lavori

Se queste sono le premesse, viene da chiedersi quanto della nuova serie sia già pronto in versione definitiva, per essere mostrato al pubblico. Dice Kurtzman:

Stiamo per girare l'episodio finale, un elemento importante nella costruzione della stagione. Sapevamo sin dall'inizio dove andare a parare e questo è servito ad introdurre molte delle idee che abbiamo visto nei primi due episodi. Tutto porterà a qualcosa. Stiamo giusto terminando l'episodio 14 e stiamo per cominciare il 15, se parliamo di produzione. Se invece ci riferiamo alla post-produzione, stiamo cominciando a montare l'episodio 5. Questo per darvi un'idea di quanto tempo passa tra le riprese e la post-produzione.

Cosa ci aspetta lunedì prossimo?


Sembra che la serie decollerà proprio dal terzo episodio, dato che Kurtzman considera i primi due più che altro una sorta di introduzione alla protagonista, Michael Burnham:

Ci sarà un salto temporale. Non in maniera così radicale, ma abbiamo concettualizzato il terzo episodio quasi come fosse un nuovo episodio pilota. Le persone si aspetteranno qualcosa ma troveranno qualcosa di diverso. La USS Discovery ed il suo equipaggio non si fanno vedere prima del terzo episodio (e parliamo del nostro cast principale). Quindi Burnham ed il pubblico subiranno una sorta di reset. Burnham è convinta di essere diretta ad una colonia penale ma la attende una sorpresa che ha a che fare con la Discovery ed il suo capitano.

Alex Kurtzman, Discovery, DSC, Georgiou, Intervista, Michael Burnham, Sarek, TG TREK Star Trek News Novità Notizie


Il trailer del terzo episodio

Il trailer del prossimo episodio rende l'idea di quanto la serie cominci ad assumere un tono molto diverso dal pilot:




In marcia verso la seconda stagione


Può sembrare alquanto prematuro parlarne adesso ma, considerando la natura fortemente strutturata di Star Trek: Discovery e i tempi lunghi che richiede la sua realizzazione, non è strano che Kurtzman e i suoi colleghi stiano già pensando alla prossima stagione (che voci di corridoio vorrebbe già come cosa certa):

Abbiamo una grande visione d'insieme per la stagione due, se ce la commissioneranno. Man mano che si sviluppa la prima stagione ti fai un'idea di quello che ti piace e di quello che non suona molto bene e metti tutti questi elementi sul tavolo.

Ne abbiamo già un po', così come un'idea che comincia a farsi strada sin dalla metà della prima stagione e che vorremmo espandere nella seconda. Diventerà la spina dorsale di ciò che vogliamo raccontare nella prossima stagione. Diciamo che è come una bussola emozionale che ci indica la strada da seguire. Tuttavia, considerando quanto è grande il progetto, al momento siamo più concentrati a terminare la prima stagione in maniera decisa ma, con ogni probabilità, ci verrà chiesto di realizzare la seconda stagione.

Non so se passerà molto tempo tra le due stagioni. Ci sono state molte serie di Star Trek che sono durate anche tanto. Io vorrei che [Discovery] durasse fin tanto che risulti sempre nuova e abbia davvero delle storie da raccontare.

La seconda stagione si farà attendere

Memore della gran confusione sulle date e gli innumerevoli rinvii che hanno preceduto il debutto di Discovery, Kurtzman e i suoi colleghi non hanno alcuna intenzione di ripetere lo stesso errore.

Ci sono state riunioni preliminari per stabilire quando e come [una seconda stagione potrebbe essere trasmessa] e abbiamo con forza ribadito il messaggio che, piuttosto di dare una data ed essere costretti a posticiparla ancora e ancora, va considerato tutto quello che ci ha insegnato l'esperienza passata di questa stagione.

Ora che sappiamo cosa possiamo realizzare e dove si trovano le trappole più insidiose, vogliamo concederci del tempo prima di annunciare una data che abbia senso per tutti, tanto la produzione quanto la CBS. Realizzare la storia, in un certo senso è la parte più facile e veloce; quello che prende tempo ed è più difficile è produrla fattivamente.

Vogliamo prenderci tutto il tempo che ci serve e non intendo affrettare le cose. Idealmente, [potrebbe arrivare] all'inizio del 2019.

Alex Kurtzman, Discovery, DSC, Georgiou, Intervista, Michael Burnham, Sarek, TG TREK Star Trek News Novità Notizie


Il Capitano Georgiou esce di scena

L'Hollywood Reporter riferisce anche le dichiarazioni dei due showrunner Gretche Berg e Aaron Harberts, che preferiscono commentare l'episodio pilota dal punto di vista narrativo e dei personaggi. Ecco cosa dicono a proposito del capitano Georgiou:

La dipartita di Georgiou è un elemento presente sin dall'inizio, nell'architettura dei primi due episodi ideati da Bryan Fuller e Alex Kurtzman.

Per noi, è un modo abbastanza classico di raccontare una storia: fai affezionare il pubblico a due personaggi e ne rimuovi uno dal quadro. E' anche un modo per suggerire al pubblico: "Pensi di sapere già cosa aspettarti da Star Trek, pensi di aver già identificato i nuovi Kirk & Spock, ma non è così. Questo non è il solito Star Trek."

Si tratta di un elemento importante per il viaggio emotivo di Burnham, questa perdita se la porterà dietro per tutta la serie ed è un modo stupendo per chiarire che questo show si discosterà da certe aspettative.

Aver ingaggiato Michelle Yeoh per questo ruolo, ci ha assicurato di poter contare su un'attrice ed un personaggio di cui si sentirà la mancanza; una sensazione di vuoto che avrà conseguenze sulla vita di Burnham e su quella del pubblico.

[E' una tragedia che] è come un continuo promemoria per Burnham. La pone in una situazione di vulnerabilità perché nasce come personaggio molto sicuro di sé, che ha operato ogni scelta della sua vita con un obiettivo ben chiaro in mente e adesso ricomincia da zero. Pensava di conoscersi e di sapere dove stava andando, di poter contare su certe persone. E adesso è tutto finito, è tutto diverso.

Alex Kurtzman, Discovery, DSC, Georgiou, Intervista, Michael Burnham, Sarek, TG TREK Star Trek News Novità Notizie

Il Capitano Lorca e la sua area grigia

Harberts sottolinea il cambiamento radicale che apporterà alla serie il personaggio interpretato da Jason Isaacs:

Se da un lato il capitano Georgiou rappresenta la versione ideale di un capitano della Flotta Stellare, con la giusta autorità morale, Lorca rappresenta invece il fine che giustifica i mezzi, il pragmatismo che occorre in tempi di crisi e di guerra dove le regole non si possono più applicare, quando si tratta di questioni di vita o di morte.

Il personaggio si muove in quest'area grigia ed è un tipo di Capitano che - quasi - potrebbe esistere solo in questo contesto. Difatti, il contesto è fondamentale per Lorca: lui crede fermamente che è dal contesto che debbano essere estrapolate le decisioni.

L'uso dei flashback

Nei primi due episodi della serie si è fatto un uso corposo dei flashback per introdurre il pubblico al passato della protagonista, Michael Burnham. I produttori spiegano che la tecnica non sarà abbandonata, anzi vedremo presto altri squarci della vita su Vulcano quando Burnham era ancora una bambina:

Esploreremo più a fondo la relazione genitoriale che lega Burnham a Sarek, sempre servendoci dei flashback. Anche Georgiou continuerà ad essere una presenza nella vita di Burnham, nella sua coscienza.

Non mostreremo molti flashback con Georgiou ma ci concentreremo in particolare su ciò che è accaduto alla piccola Burnham durante il terribile attacco Klingon al centro di apprendimento vulcaniano, quando è stata salvata da Sarek.

Approfondiremo come quell'evento abbia cementato la relazione tra questa bambina umana e questo ambasciatore vulcaniano.


Alex Kurtzman, Discovery, DSC, Georgiou, Intervista, Michael Burnham, Sarek, TG TREK Star Trek News Novità Notizie


Fonte: TrekMovieTrekCore



Commenta la news di TG TREK sul forum di Star Trek Italia!

Articoli che potrebbero interessarti