[INTERVISTA] Anthony Rapp commenta il 5° episodio di Star Trek: Discovery |   TG TREK - Star Trek News Italia  

Header

domenica 22 ottobre 2017

[INTERVISTA] Anthony Rapp commenta il 5° episodio di Star Trek: Discovery

Anthony Rapp, Culber, Discovery, DSC, Intervista, Spoiler, Stamets, Wilson Cruz, TG TREK Star Trek News Novità Notizie

Il quinto episodio della serie Netflix Star Trek: Discovery, intitolato Scegli il tuo dolore, per certi versi è stato un pioniere: non solo ha mostrato per la prima volta una relazione apertamente omosessuale nella storia televisiva di Star Trek - rappresentata dalla coppia Culber/Stamets interpretati da Wilson Cruz ed Anthony Rapp - ma è stato anche il primo episodio della saga in cui si sente dire per la prima volta la parolaccia c..zo.

Variety ha parlato di questo ed altro con l'attore Anthony Rapp, che snocciola i suoi pensieri su questo episodio e sull'inquietante finale.

Va detto che è in realtà la parola fuck ad essere sdoganata, visto che nella versione in lingua originale dell'episodio Il patto dello scorpione (VOY), il Leonardo Da Vinci olografico (John Rhys-Davies) pronuncia in italiano la colorita esclamazione: "Che cazzo!". Espressione che nella versione italiana dell'episodio sarà tradotta in un più pulito: "Per l'inferno".

In ogni caso, ecco cosa pensa Rapp di questo e di altri aspetti dell'episodio:


Come ci si sente ad essere una delle prime due persone a dire "cazzo" in un episodio di "Star Trek"?

E' stato davvero divertente. E penso che il modo in cui è successo sia molto calzante con quel momento.


Eri al corrente che gli autori ti avrebbero fatto dire quella battuta?

No, non lo sapevo. Ma so che è una di quelle cose che, con lo streaming, ampliano un po' lo spazio a disposizione. Sono contento che sia stato fatto in quel contesto e non per dire a qualcuno: "Vai a farti fottere" o qualcosa del genere. È stato divertente e anche realistico, data la situazione. Mi piace pensare che molti scienziati, nel momento in cui sono ad una svolta, possano girarsi verso i loro collaboratori ed esclamare: "E' una cazzo di figata!". Magari mi sbaglio, ma mi sembra una cosa che abbia senso.


Tu e Wilson Cruz avete un certo numero di scene insieme in questo episodio, compresa quella alla fine dove vi spazzolate i denti. Interagite come una coppia sposata, che non è una cosa che si vede spesso in "Star Trek"...

Beh, ci sono Keiko e O'Brien in Deep Space Nine.


Anthony Rapp, Culber, Discovery, DSC, Intervista, Spoiler, Stamets, Wilson Cruz, TG TREK Star Trek Notizie, Novità, News


Sì, è vero. Com'è stato girare quelle scene?

E' davvero gratificante lavorare con delle sceneggiature in grado di mostrare questa diversità di colori. Sono contento ed orgoglioso di come i nostri autori abbiano saldato il nostro rapporto in questo modo.


Siete stati i primi personaggi ad apparire indossando un pigiama della Flotta Stellare?

Sì, direi che è una novità. Sono molto, molto, molto, molto, molto comodi.

[In realtà abbiamo già visto Picard in pigiama nell'episodio Q-pido (TNG) e in altre occasioni, ma non presentava l'emblema della Flotta quindi - in effetti - si può dire che il pigiama "ufficiale" sia una novità di questo episodio - N.d.t.]


Avete mostrato tante cose nuove in questo episodio.

Sì. Credo che sia anche la prima volta in Star Trek dove due personaggi si lavano i denti.


Erano spazzolini elettrici, non è vero?

Supponiamo che siano spazzolini altamente tecnologici che funzionano coi raggi laser o qualcosa del genere, quindi basta solo passarli sopra i denti senza strofinare: non fanno alcun rumore e non c'è bisogno di dentifricio. Basta spostarli attorno alla bocca.



La sorprende che Stamets non si sia opposto più fermamente all'idea di rinunciare a servirsi del tardigrado? 


Stamets non lo vedo come uno che direbbe: "Non mi sembra un problema". Piuttosto penserebbe: "Questo è un TUO problema, risolvilo." Che è la sua prima risposta. Ma è così concentrato sul suo lavoro e su come perfezionarlo che non ha nemmeno fatto caso alla sofferenza provata dal tardigrado. C'è anche un po' di umiliazione, perché pensa: "Ora devo tornare alla fase di progettazione e ricominciare da capo: maledetta Burnham, mi stai rendendo la vita più difficile." Ma allo stesso tempo, essendo un biologo, non avrebbe mai consapevolmente messo in pericolo la vita di un'altra creatura. Quindi opta rapidamente per una soluzione alternativa al problema e, nella scena in plancia insieme a Saru e Culber, lui ha già deciso di iniettarsi il DNA del tardigrado senza dirlo a Hugh, che certamente glielo avrebbe impedito. Penso che sia un comportamento davvero interessante e umano: non lo dice a nessuno per non essere fermato ma deve farlo perché è l'unica soluzione.


Anthony Rapp, Culber, Discovery, DSC, Intervista, Spoiler, Stamets, Wilson Cruz, TG TREK Star Trek Notizie, Novità, News


Perché ride quando rinviene nel cubo di reazione?


Penso che sia una combinazione di sollievo e di gioia, visto il viaggio pazzesco che ha fatto e che la sua mente in espansione ora deve elaborare.


Burnham si sta guadagnando a questo punto la stima di Stamets?


Sì. Burnham sta dimostrando di avere una degna mente scientifica e di essere una valida collaboratrice, oltre che una persona integra e d'onore.


Anthony Rapp, Culber, Discovery, DSC, Intervista, Spoiler, Stamets, Wilson Cruz, TG TREK Star Trek Notizie, Novità, News


Parliamo del colpo di scena finale: Alex Kurtzman ha già confermato che in questa stagione ci saranno episodi che avranno a che fare con [SPOILER: CLICCA QUI PER SAPERNE DI PIU']. Si può leggere il finale dell'episodio come un'anteprima di quello che ci aspetta?


Ci saranno un sacco di interessanti effetti a catena, a causa del viaggio che Stamets ha effettuato sulla rete miceliale grazie al DNA alieno. Diciamo che è una prima occhiata alle porte che sono state aperte di conseguenza.



Fonte: Variety






Commenta la news di TG TREK sul forum di Star Trek Italia!

Articoli che potrebbero interessarti