Anteprima della colonna sonora di Star Trek: Discovery e intervista al compositore Jeff Russo |   TG TREK - Star Trek News Italia  

Header

venerdì 15 dicembre 2017

Anteprima della colonna sonora di Star Trek: Discovery e intervista al compositore Jeff Russo

DSC, Discovery, Intervista, TG TREK Star Trek News Novità Notizie

Il blog TrekCore ha avuto l'opportunità di parlare col compositore Jeff Russo a proposito del suo lavoro sulla colonna sonora di Star Trek: Discovery, da oggi in vendita su Amazon.
E dalle parole di Russo è anche possibile carpire qualche piccola anticipazione...

Godetevi l'intervista ascoltando un'anteprima dell'album qui su TG TREK.





Alla premiere della serie ha affermato di ammirare i temi musicali delle serie e dei film di Star Trek ma, prima di lavorare alla colonna sonora di Discovery, non si è mai ispirato a loro da un punto di vista compositivo. Che tipo di ricerche ha fatto e in che misura è stato influenzato dai suoi predecessori?


Mah, direi che l'unica vera contaminazione dal passato venga dal tema originale di Alexander Courage che ho innestato in quello della sigla di Discovery. Penso comunque che lo stile di Star Trek traspaia anche da altri elementi, come il tipo di strumenti musicali utilizzati ed il modo in cui li combiniamo.

E' divertente perché, così per scherzo, quando registriamo la musica per Discovery certe volte registro prima solo gli archi e i fiati; poi in una sessione separata registro gli ottoni e dico sempre che la composizione non sembra Star Trek se non dopo aver aggiunto gli ottoni, perché sono loro a conferire quella dimensione particolare al suono.

Quindi, anche se c'è una sonorità nell'orchestrazione che lega la composizione al mondo di Star Trek, non ho inserito musicalmente temi nati per progetti precedenti. Tuttavia ho studiato la colonna sonora degli episodi della Serie Classica con protagonista Harry Mudd per trovare ispirazione per il settimo episodio di Discovery. Alla fine però, niente che sia stato scritto o registrato per il personaggio originale si adattava bene al nostro contesto, perché Mudd viene rappresentato in modo differente; non aveva molto senso.

E' stato molto divertente fare un tuffo nel passato con le colonne sonore della Serie Originale e riascoltarle. E' interessante notare come fossero un po' sopra le righe, con quel gusto per il camp, e come riuscissero a giocare con quel contesto emotivo.


Si, diciamo che non erano colonne sonore molto discrete!


Io penso di essere molto discreto, quando cerco di raccontare la storia! [Ride]


Già che parliamo di storia, in questa serie di Star Trek si da molta importanza alle razze aliene. Ovviamente ci sono i Klingon, che giocano un ruolo importante in Discovery, ma abbiamo visto anche Burnham e Sarek su Vulcano, e l'episodio 8 si è concentrato su Saru, che è un Kelpian, e i Pahvani. Ha cercato di farsi ispirare dalla cultura di queste razze aliene per musicare le loro scene o è sempre la storia a guidare il suo processo creativo?


Sai, cerco di farmi guidare un po' da entrambe le cose. La tendenza è quella di raccontare musicalmente le storie, dal punto di vista di un personaggio. Ho realizzato un paio di temi Klingon, dei temi che evidenziano il rapporto tra Burnham e Georgiou, in scene che si svolgono sia nel presente che nei flashback. Ce n'è anche di specifici per l'equipaggio di plancia e c'è chiaramente un tema dedicato a Lorca ma, in definitiva, direi che ogni personaggio trova un po' di sé nel suo tema, che viene fuori attraverso piccoli passaggi.

Si nota di più nell'episodio 8, ed è probabilmente in quell'occasione che ho calcato la mano più su Saru ed i Pahvani, la loro storia, e come tutto si è legato insieme. Ma ritengo che, in linea di massima, cerco sempre di raccontare la storia dal punto di vista di un personaggio, per questo alla fine ho realizzato temi differenti per i diversi personaggi e le loro varie relazioni.

DSC, Discovery, Intervista, TG TREK Star Trek News Novità Notizie


Abbiamo visto su Twitter che ha postato delle immagini in cui dirigeva una sessione di registrazione, eseguita in fase di post-produzione. Ma esattamente a che punto del processo creativo interviene lei? Compone una volta che ha già del girato finito su cui lavorare o prima, quando l'episodio deve ancora essere messo insieme?

Se bisogna musicare i singoli episodi, si, lo facciamo quando abbiamo già delle immagini da seguire. Loro me le mandano ed io le vedo insieme al produttore esecutivo Alex Kurtzman. E' in quel momento che vedo e compongo per la prima volta per quell'episodio specifico. Se parliamo però di tematiche più in generale, cerco di scrivere qualcosa già prima che inizi la stagione. Con una serie come Discovery, c'è davvero così tanto da fare in 15 episodi che per me sarebbe impossibile produrre tutto quel materiale se non cominciassi a lavorarci in anticipo.

Ho letto quattro o cinque sceneggiature prima di mettermi seriamente al lavoro sulla composizione e ho letto le prime due ancora prima di avere l'idea giusta per la sigla della serie. Quindi avevo già in mente un tema Klingon e ho cominciato a scrivere ben presto quello per Burnham e Georgiou.

Ma in realtà, per lavorare a tutto il resto, io ho visto quegli episodi solo due mesi dopo che li hanno girati.


Sappiamo che ogni episodio ha dei tempi di post-produzioni molto lunghi per quanto riguarda gli effetti visivi, ma è curioso che il suo lavoro arrivi a fasi così avanzate rispetto al periodo delle riprese.


Già, è così ad eccezione di quanto è successo proprio all'inizio della produzione, quando ho cominciato a scrivere proprio poco dopo che la macchina s'è messa in moto. Ma non parliamo dei singoli episodi, solo delle tematiche...


Durante il processo di montaggio fate uso di temi musicali temporanei, per editare le immagini? E se si, questo per lei è un vantaggio o uno svantaggio, quando deve andare a comporre il tema definitivo?

Certe volte è un vantaggio, altre è una vera sfida! [Ride]

Si, usiamo temi temporanei perché aiutano gli addetti alla produzione a procedere al montaggio e li usano sempre più spesso dato che, man mano che lavoriamo, il materiale che produco aumenta. Però per i primi tre episodi o giù di lì, non c'erano ancora temi musicali disponibili.

Molte volte ignoro il tema temporaneo e cerco di procedere secondo la mia idea, anche se capita che mi dicano: "Questo tema temporaneo funziona molto bene emotivamente e si adatta bene alle immagini: cerca di trarne ispirazione". Di solito non obbedisco ma certe volte aiuta.

DSC, Discovery, Intervista, TG TREK Star Trek News Novità Notizie


In alcune foto che la ritraggono mentre compone, si possono leggere i titoli di alcune tracce musicali come Delicious as Always o Dishonor Yourselves, e naturalmente abbiamo già letto la tracklist della colonna sonora di Discovery, presto nei negozi. Come sceglie i titoli dei brani?


Dipende, davvero. Dipende dalla spinta iniziale, dall'episodio, da quello che descrive... certe volte scelgo io, altre lascio decidere al mio editore. Ci sono talmente tanti pezzi che per me sarebbe difficile dare un nome a tutti.

Certe volte il titolo è importante se, ad esempio, rimanda alla prima battuta della scena che sta accompagnando, o alla descrizione della scena stessa. Ma altre volte rispecchia solo quello che mi fa venire in mente e non ha nulla a che vedere con la scena sullo schermo! [Ride]


A proposito di "tutti questi pezzi" musicali a cui faceva riferimento, l'album in uscita con la colonna sonora di Discovery si intitola Capitolo 1 della stagione. Significa che raccoglie tutte le musiche dei primi nove episodi della stagione?


E' una raccolta di un po' tutto quello che è stato realizzato per questi nove episodi, anche se forse ne ho lasciato fuori uno, non sono sicuro. Ma il mio intento è offrire un'idea generale della musica della serie fino a questo momento, piuttosto che infilarci dentro di tutto.

Io cerco sempre di realizzare album che si possono ascoltare tutti d'un fiato. Se metti 35 tracce in un CD che dura due ore, nessuno lo ascolterà dall'inizio alla fine. E lo so che alcuni diranno: "E quindi? Com'è che manca quel pezzo che si sente in quella scena?" ma, davvero, è impossibile inserire tutto quanto. Non si possono fare felici tutti. [Ride] Ma facciamo del nostro meglio!

Quello che manca, prima o poi finirà da qualche altra parte, sul mio sito web o cose così. Sono certo che tutti apprezzeranno quello che c'è nell'album (almeno, lo spero) e magari compreranno anche l'edizione in vinile che uscirà l'anno prossimo, dove sostituirò alcune tracce del Capitolo 1 con quelle provenienti dai restanti episodi della prima stagione.

DSC, Discovery, Intervista, TG TREK Star Trek News Novità Notizie


Oh, quindi il vinile uscirà dopo la fine della prima stagione?

Si, è esatto. E con tutta probabilità il Capitolo 2 della colonna sonora, con i pezzi degli episodi dal 10 al 15, uscirà solo in digitale.


E' una specie di moda degli ultimi anni quella di far uscire edizioni speciali in vinile di colonne sonore tratte da film e serie TV. Lei che ne pensa, in un'epoca in cui molte persone comprano e ascoltano musica in formato digitale?

Penso che siano oggetti da collezione, no? Ci sono persone che ancora amano ascoltare musica sui dischi - io sono una di queste - ed è bello avere il disco anche per poter ammirare la grafica che l'accompagna. Puoi leggere chiaramente i nomi di tutte le persone coinvolte nella produzione dell'album, hai foto esclusive, note del compositore e tutto quel genere di bonus.

Si tratta di vedere l'oggetto nel suo insieme, non solo come un supporto su cui è registrata della musica dato che oggi esistono metodi più facili per ascoltarla.

Ci sarà una percentuale di acquirenti minore ma penso che, specialmente i fan di una saga come Star Trek, possano apprezzare particolarmente questo tipo di release.


Sono già state rilasciate alcune colonne sonore in vinile di film di Star Trek, negli ultimi anni, e hanno raccolto il plauso degli appassionati di quel genere di memorabilia.


Ma si, perché alla gente piace percepire la sensazione di avere fra le mani un vero album, ed è li che si trova il fascino della cosa.


Da spettatori, uno dei temi musicali distintivi che abbiamo percepito in Discovery lo abbiamo notato nell'episodio Lete, nella sequenza in cui Tilly e Burnham fanno jogginng e sono accompagnate da un arrangiamento particolare del tema della sigla….


E lo trovate nell'album! Si chiama Persistence.

DSC, Discovery, Intervista, TG TREK Star Trek News Novità Notizie


Oh, fantastico! E' uno dei pezzi della prima stagione che preferisco. Ma qual è il suo?


Sai è un po' come cercare di sparare ad un bersaglio mobile. La prima risposta che ti posso dare è: "Il mio pezzo preferito? Quello che non hai ancora ascoltato!". E' che, dato che li compongo io, per me il migliore e più eccitante è sempre quello su cui sono al lavoro in quel momento, quello di un episodio che non è ancora andato in onda e sarà il migliore di tutti, mi capisci? [Ride]

Quindi, cioè, c'è qualcosa alla fine dell'episodio 10 di cui sono assolutamente super soddisfatto, ma lo stesso posso dire della fine dell'episodio 9! Non ho una preferenza in particolare, ci sono tante cose di cui sono soddisfatto come ad esempio il valzer che ballano Stamets e Burnham nell'episodio 7. E' stato divertente comporlo e mi è piaciuto.

Ancora non lo sapete ma ho persino dovuto comporre un'opera.


Si tratta mica di un'opera Kasseeliana, quella preferita da Stamets e Culber?

Si, l'opera Kasseeliana, giusto! E non dirò altro che possa spoilerare la storia dell'episodio, se non che esiste una razza aliena chiamata Kasseelian e che uno di loro è un cantante d'opera!

Ma è stato troppo divertente da realizzare, davvero fantastico. Da artista, per me è veramente eccitante poter sperimentare così tante novità con questa serie, per questo è difficile dire quale pezzo sia il mio preferito. Ho un debole per la sigla, si accorda bene con le musiche degli episodi ed ha un grande valore emotivo, per me. E' anche un po' nostalgica, nel senso che utilizzandola posso immediatamente immergere qualcuno nell'atmosfera della serie, anche solo accennandola un po'.

Mi piace farlo perché è come mostrare il quadro completo.


Ha pensato di apportare qualche modifica alla sigla della serie di stagione in stagione? Nella Serie Originale e in Deep Space Nine è stato fatto qualcosa di simile.


Si, si potrebbe pensare di immaginarla con un altro arrangiamento o una nuova registrazione. Però è una decisione che spetta ai filmmakers. Il tema principale che abbiamo adesso è molto preciso nel descrivere l'atmosfera della serie. E te lo dice quello che lo ha scritto. Non so se si può pensare un tema diverso per ogni arco narrativo o stagione. Però forse potremmo realizzare delle versioni alternative o riarrangiate dello stesso tema.



Sta ancora lavorando alla colonna sonore degli ultimi episodi della stagione, giusto?

Già, registrerò quella dell'episodio 13 venerdì, quelle del 14 e 15 saranno pronte per la fine dell'anno.


E poi ci sarà la seconda stagione!

Così sembra; mi hanno detto che la storia principale della stagione 2 è già stata buttata giù e l'anno prossimo comincerò a comporre un altro po' di musica!



---

L'album con la colonna sonora originale della serie è già disponibile in formato digitale su Amazon.


Anche la versione fisica ha la sua pagina dedicata sullo store e se la vostra sete di musica Trek non si placa, potete sempre dirigervi su Into the Unknown, l'EP che contiene la versione alternativa non utilizzata della colonna sonora di Star Trek: Discovery realizzata dal compositore delle musiche di Star Trek VI: Rotta Verso l'Ignoto Cliff Eidelman.





Fonte: TrekCore, TrekMovie



Commenta la news di TG TREK sul forum di Star Trek Italia!


Articoli che potrebbero interessarti