Il travagliato dietro le quinte di Star Trek: La Nemesi |   TG TREK - Star Trek News Italia  

Header

giovedì 21 dicembre 2017

Il travagliato dietro le quinte di Star Trek: La Nemesi

The Next Generation, TNG, Film, La Nemesi, Stuart Baird, Rick Berman, Patrick Stewart, Jonathan Frakes, Marina Sirtis, LeVar Burton, Jeri Ryan, Picard, Riker, Troi, La Forge, 7 di 9, Shinzon, Tom Hardy, Nicholas Meyer, TG TREK Star Trek News Novità Notizie

Tutti i film e le serie di Star Trek possono vantare un certo numero di curiosità e aneddoti dal dietro le quinte. Nella maggior parte dei casi si tratta di racconti divertenti e bei ricordi ma nel caso di Star Trek: La Nemesi - a giudicare da quanto hanno riferito nelle varie convention attori e produttori nel corso degli anni - prevale un senso generale di frustrazione così forte che per alcuni di loro partecipare al decimo film della saga si è rivelato un vero incubo.

Scopriamo perché.

Star Trek: La Nemesi è il decimo film del franchise di Star Trek e il quarto ed ultimo film con l'equipaggio di The Next Generation. Non si può certo dire che sia stato un successo al botteghino, né che sia stato bene accolto dalla critica o dai fan.

Per alcuni, un brutto film di Star Trek è sempre meglio di niente ma in molti concordano sul fatto che Nemesis non abbia giovato al franchise, anzi potrebbe averlo addirittura danneggiato.


The Next Generation, TNG, Film, La Nemesi, Stuart Baird, Rick Berman, Patrick Stewart, Jonathan Frakes, Marina Sirtis, LeVar Burton, Jeri Ryan, Picard, Riker, Troi, La Forge, 7 di 9, Shinzon, Tom Hardy, Nicholas Meyer, TG TREK Star Trek News Novità Notizie


Prima di Nemesis, l'intervallo di tempo fra un film di Star Trek e l'altro era di circa due o tre anni. Dopo Nemesis, Paramount ha deciso di congelare la produzione di nuovi film di Star Trek per molto tempo. Se La Nemesi avesse avuto successo, è possibile che anche gli equipaggi di Deep Space Nine o Voyager sarebbero approdati sul grande schermo ma in realtà sappiamo che la Paramount ha atteso fino al 2009 per rilasciare un nuovo film della saga, optando per un reboot.

Ecco 15 fatti poco noti che possono in parte spiegare cosa ha giocato a sfavore di questo film.


15. Il regista doveva essere Nicholas Meyer

The Next Generation, TNG, Film, La Nemesi, Stuart Baird, Rick Berman, Patrick Stewart, Jonathan Frakes, Marina Sirtis, LeVar Burton, Jeri Ryan, Picard, Riker, Troi, La Forge, 7 di 9, Shinzon, Tom Hardy, Nicholas Meyer, TG TREK Star Trek News Novità Notizie

Nicholas Meyer è un nome caro ai fan di Star Trek ai quali ha regalato due dei migliori film della saga come L'Ira di Khan e Rotta verso l'Ignoto, per non parlare del suo attuale coinvolgimento in Star Trek: Discovery come produttore consulente. Era lui la prima scelta per dirigere La Nemesi e quando il produttore Rick Berman gli chiese se fosse interessato, Meyer si era anche detto d'accordo. Il motivo per cui la cosa non andò in porto fu che Meyer chiese di poter riscrivere la sceneggiatura del film, ma Berman aveva dato il controllo sulla storia e la sceneggiatura a John Logan e non avrebbe permesso di stravolgerla quindi Meyer fece un passo indietro.

Ma c'era un altro papabile al ruolo di regista. Il piano B di Berman era quello di affidare il compito a LeVar Burton, che davanti la cinepresa è l'Ingengere La Forge ma dietro ha diretto con successo un bel po' di episodi di Deep Space Nine e Voyager. Berman pensava che la Paramount avrebbe accettato Burton alla regia del nuovo film di Star Trek, considerando che il suo collega attore/regista Jonathan Frakes aveva avuto il via libera per dirigere i due film precedenti pur restando nei panni di Riker. Ma la Paramount non acconsentì e disse a Berman di trovare un'altra persona.



14. Un regista che non conosce Star Trek

The Next Generation, TNG, Film, La Nemesi, Stuart Baird, Rick Berman, Patrick Stewart, Jonathan Frakes, Marina Sirtis, LeVar Burton, Jeri Ryan, Picard, Riker, Troi, La Forge, 7 di 9, Shinzon, Tom Hardy, Nicholas Meyer, TG TREK Star Trek News Novità Notizie

La Paramount insisteva per mettere alla regia del film "sangue fresco", sperando così di migliorare il risultato ottenuto da Star Trek: L'Insurrezione. Il film finì quindi in mano a Stuart Baird, noto ad Hollywood come montatore professionista in numerose produzioni importanti ma con soli due film alle spalle come regista (U.S. Marshals - Caccia senza tregua e Decisione Critica). Per di più, la Paramount sottovalutò completamente il fatto che Baird non solo non si considerava un esperto di Star Trek o anche solo un fan, ma non aveva mai visto neanche un episodio di Star Trek: The Next Generation in vita sua e si rifiutò di farlo anche dopo aver accettato di dirigere il film.

Anni dopo Baird racconterà che il cast di TNG gli fece pesare questa sua ignoranza della serie adottando un atteggiamento risentito nei suoi confronti e mettendo in discussione ogni sua singola direttiva. In particolare pare che i più critici con lui siano stati Marina Sirtis (Troi) e LeVar Burton (La Forge), specialmente dopo che Baird si rifiutò di vedere qualche episodio della serie: un clima sul set che probabilmente ha contribuito all'insuccesso del film.



13. Wil Wheaton tagliato dal film

The Next Generation, TNG, Film, La Nemesi, Stuart Baird, Rick Berman, Patrick Stewart, Jonathan Frakes, Marina Sirtis, LeVar Burton, Jeri Ryan, Picard, Riker, Troi, La Forge, 7 di 9, Shinzon, Tom Hardy, Nicholas Meyer, TG TREK Star Trek News Novità Notizie

Il personaggio di Wesley Crusher lo si odia o lo si ama. Molti fan lo trovavano fastidioso, soprattutto nelle prime stagioni di The Next Generation, ma altri pensano che il giovane Crusher abbia un suo perché e abbia tutto sommato reso l'Enterprise-D un posto migliore. In entrambi i casi, fa parte del cast della serie e non lo si può evitare.

Almeno, quella era l'intenzione perché nei fatti le cose presero un'altra piega.

Nemesis doveva essere il primo film di TNG a coinvolgere il personaggio di Wesley Crusher, interpretato da Wil Wheaton. Tuttavia quasi tutte le scene con Wesley furono tagliate, tranne quella dove partecipa al matrimonio fra Riker e Troi relegandolo ad un semplice cameo senza battute e sullo sfondo. La scena tagliata è stata inserita nella Collector's Edition del DVD e mostra Wesley parlare della sua carriera nella Flotta Stellare e del suo attuale incarico a bordo di una nave.



12. Jeri Ryan ha rifiutato di apparire nel film come 7 di 9

The Next Generation, TNG, Film, La Nemesi, Stuart Baird, Rick Berman, Patrick Stewart, Jonathan Frakes, Marina Sirtis, LeVar Burton, Jeri Ryan, Picard, Riker, Troi, La Forge, 7 di 9, Shinzon, Tom Hardy, Nicholas Meyer, TG TREK Star Trek News Novità Notizie

Certamente l'ex-Borg 7 di 9 - introdotta nella quarta stagione di Star Trek: Voyager - è uno dei personaggi preferiti dai fan e la Paramount tentò per questo di inserirlo in Nemesis. Dopo la conclusione di Voyager Jeri Ryan cominciò a recitare in Boston Public, serie in cui era impegnata durante la produzione di Nemesis. La Paramount disse a Rick Berman di coinvolgerla ma, anche se lusingata dall'offerta, dopo "quattro anni in tutina attillata" Ryan voleva un po' allontanarsi da Star Trek.

Oltretutto non sembra che la Paramount avesse in mente per lei grandi piani nel film ma intendesse solo sfruttarne la visibilità a fini pubblicitari, infatti quando lei ha chiesto in che modo avrebbero giustificato la presenza di 7 di 9 in un film di TNG, le hanno risposto semplicemente: "La inseriremo". Appagata del suo ruolo in Boston Public, Jeri Ryan rifiutò quindi la proposta della Paramount anche perché non aveva senso, dal suo punto di vista, far interagire il suo personaggio con un equipaggio con cui non aveva mai avuto contatti prima.



11. Shinzon doveva essere interpretato da Jude Law

The Next Generation, TNG, Film, La Nemesi, Stuart Baird, Rick Berman, Patrick Stewart, Jonathan Frakes, Marina Sirtis, LeVar Burton, Jeri Ryan, Picard, Riker, Troi, La Forge, 7 di 9, Shinzon, Tom Hardy, Nicholas Meyer, TG TREK Star Trek News Novità Notizie

Per interpretare il clone di Jean-Luc Picard, Berman e Baird dovevano cercare degli attori che avessero una certa somiglianza con Patrick Stewart ma che fossero molto più giovani di lui. La scelta di Berman ricadde su Jude Law, ma il regista pensava che per quel ruolo fosse necessario un attore sconosciuto e lo trovò in Tom Hardy.

All'epoca Hardy era poco più che un esordiente ma essendo comunque impegnato in un altro film (Legion of Honor), mando il suo provino registrato. Baird aveva inviato al giovane attore delle battute per il provino ma, non si sa come, Hardy riuscì ad ottenere la sceneggiatura completa del film e decise di provare una parte diversa da quella del clone, che secondo lui era più adatta. Questa strana strategia si rivelò vincente perché poco dopo fu chiamato a Los Angeles per provare le battute con Patrick Stewart per uno screen test.

In interviste successive Hardy ha raccontato che quel provino fu un'esperienza spaventosa ma non gli impedì di ottenere la parte del pretore Shinzon.

Esiste però un'altra versione della storia, cioè che il personaggio di Shinzon sia stato scritto su misura per un altro attore, James Marsters (Spike in Buffy L'Ammazzavampiri). Secondo Marsters il ruolo era praticamente suo ma l'emozione di trovarsi a recitare faccia a faccia con Patrick Stewart mandò completamente in malora il suo provino (come racconta lui stesso in questo articolo).



10. Affondato al botteghino

The Next Generation, TNG, Film, La Nemesi, Stuart Baird, Rick Berman, Patrick Stewart, Jonathan Frakes, Marina Sirtis, LeVar Burton, Jeri Ryan, Picard, Riker, Troi, La Forge, 7 di 9, Shinzon, Tom Hardy, Nicholas Meyer, TG TREK Star Trek News Novità Notizie

Se si fosse superstiziosi, verrebbe da chiedersi come è possibile che i dirigenti della Paramount abbiano scelto proprio venerdì 13 del dicembre 2002 per lanciare il film. Fatto sta che per la prima volta nella storia del franchise, con Nemesis un film di Star Trek non è arrivato primo al botteghino al debutto. In quel momento i diretti concorrenti del film erano blockbuster come Harry Potter e la camera dei segreti, Il Signore degli anelli: le due torri, e il film di James Bond La morte può attendere. Ma per spingere La Nemesi lontano dal podio è bastata la commedia romantica con Jennifer Lopez Un amore a 5 stelle.

Le settimane successive non andarono meglio: il film chiuse con un incasso totale di 67,3 milioni di dollari, di poco superiore a quanto speso per realizzarlo, $60 milioni.



9. Nemesis ha rovinato la vita di Tom Hardy

The Next Generation, TNG, Film, La Nemesi, Stuart Baird, Rick Berman, Patrick Stewart, Jonathan Frakes, Marina Sirtis, LeVar Burton, Jeri Ryan, Picard, Riker, Troi, La Forge, 7 di 9, Shinzon, Tom Hardy, Nicholas Meyer, TG TREK Star Trek News Novità Notizie

Tom Hardy aveva interpretato solo alcuni piccoli ruoli di supporto prima di Nemesis quindi Star Trek doveva rappresentare una svolta per la sua carriera. Hardy mise tutto se stesso nel personaggio di Shinzon, interpretandolo molto seriamente. Durante le riprese era molto nervoso perché circa metà del film era già stata girata quando lui arrivò sul set e ha lavorato duramente per non deludere gli altri membri del cast, il regista, Berman, o lo studio di produzione.

Tuttavia La Nemesi si rivelò un fallimento commerciale, ottenne una risposta molto negativa dai fan di Star Trek e questo ebbe ripercussioni serie sulla vita di Tom Hardy, che deragliò completamente al punto tale da iniziare a bere pesantemente e considerare il suicidio.



8. I peli di Jonathan Frakes

The Next Generation, TNG, Film, La Nemesi, Stuart Baird, Rick Berman, Patrick Stewart, Jonathan Frakes, Marina Sirtis, LeVar Burton, Jeri Ryan, Picard, Riker, Troi, La Forge, 7 di 9, Shinzon, Tom Hardy, Nicholas Meyer, TG TREK Star Trek News Novità Notizie

Gli attori sono generalmente aperti all'idea di dover modificare il loro aspetto per interpretare certi ruoli. In Star Trek poi, se si deve interpretare un alieno, non si ha praticamente scelta. Se però si interpreta un personaggio umano o umanoide, certi cambiamenti possono avere un peso. Ad esempio, durante lo sciopero degli autori che si verificò tra la 1° e la 2° stagione di TNG, Jonathan Frakes si fece crescere la barba e a Gene Roddenberry il nuovo look piacque così tanto che volle tenerlo, perché dava al personaggio un aspetto più marinaresco.

Tuttavia, quelli della barba non erano gli unici peli di Frakes su cui lo studio di produzione voleva avere voce in capitolo: fu infatti chiesto all'attore di radersi la schiena per girare la scena d'amore con Deanna Troi in Nemesis, ma lui rifiutò. Per ovviare al rifiuto, un team di esperti in effetti digitali depilò virtualmente in computer grafica la schiena di Frakes in fase di post-produzione.



7. Brent Spiner ha ucciso Data

The Next Generation, TNG, Film, La Nemesi, Stuart Baird, Rick Berman, Patrick Stewart, Jonathan Frakes, Marina Sirtis, LeVar Burton, Jeri Ryan, Picard, Riker, Troi, La Forge, 7 di 9, Shinzon, Tom Hardy, Nicholas Meyer, TG TREK Star Trek News Novità Notizie

Per anni Brent Spiner ha chiesto che Data venisse ucciso. L'attore sentiva di aver ormai raggiunto il limite massimo d'età per interpretare un personaggio virtualmente senza tempo e l'idea aveva certamente un suo perché sulla carta.

L'idea di uccidere Data risale già ai tempi del film Primo Contatto, ma non si concretizzò. Successivamente tentò di inserire la distruzione di Data nel copione de L'Insurrezione, ma la sceneggiatura venne riscritta. Alla fine Spiner chiese e ottenne di poter scrivere lui stesso la parte di storia di Star Trek: La Nemesi riguardante Data e così venne accreditato come autore del film al pari di John Logan.

In ogni caso Data non è stato proprio 'ucciso' perché i suoi ricordi (un po' come il Katra dei Vulcaniani) sono stati trasferiti nel corpo quasi identico di B-4.



6. Marina Sirtis fu quasi licenziata

The Next Generation, TNG, Film, La Nemesi, Stuart Baird, Rick Berman, Patrick Stewart, Jonathan Frakes, Marina Sirtis, LeVar Burton, Jeri Ryan, Picard, Riker, Troi, La Forge, 7 di 9, Shinzon, Tom Hardy, Nicholas Meyer, TG TREK Star Trek News Novità Notizie

In Nemesis il Consigliere Deanna Troi prende il controllo dell'Enterprise per la seconda volta, dopo averlo fatto nel film Generazioni. Ma questa parte della trama è stata a rischio cancellazione dato che la Paramount aveva seriamente pensato di escludere il personaggio del Consigliere dal film.

Come abbiamo raccontato nel dettaglio in questo precedente articolo, Sirtis stava negoziando il suo contratto per ottenere una paga maggiore, scontenta del fatto che - come capita in molti settori - in quanto donna ricevesse un compenso inferiore rispetto a quello corrisposto ai suoi colleghi maschi. La Paramount non la prese molto bene e minacciò di licenziarla per sostituirla con Jeri Ryan.

Fortunatamente Sirtis ha visto il loro bluff e ha risposto a tono: "Beh, Jeri Ryan non lo farà mai per questa paga, questo è sicuro."



5. Regista contro attori

The Next Generation, TNG, Film, La Nemesi, Stuart Baird, Rick Berman, Patrick Stewart, Jonathan Frakes, Marina Sirtis, LeVar Burton, Jeri Ryan, Picard, Riker, Troi, La Forge, 7 di 9, Shinzon, Tom Hardy, Nicholas Meyer, TG TREK Star Trek News Novità Notizie

La mancanza di familiarità col mondo di Star Trek, specialmente la Next Generation, del regista Stuart Baird si manifestò chiaramente al momento di interagire con quel cast e con quei personaggi.

LeVar Burton ha dichiarato che Baird lo chiamava sempre "Laverne". Ancora peggio, Baird era convinto che Geordi La Forge fosse un alieno, forse per via degli occhi cibernetici! Sia Burton che Marina Sirtis sono sempre stati molto schietti nell'esprimere la loro opinione su Baird, opinione che è peggiorata ulteriormente quando Baird si rifiutò di guardare qualche episodio di The Next Generation dopo essere diventato regista del film.

In una convention del 2014, quando è stato chiesto agli attori come giudicavano La Nemesi come "fine di un'epoca," Michael Dorn (Worf) rispose in modo amichevole ma Sirtis, che non le manda a dire, sbottò: "Oh, andiamo, dillo! Il regista era un idiota!"



4. Jonathan Frakes non è stato coinvolto nel processo creativo

The Next Generation, TNG, Film, La Nemesi, Stuart Baird, Rick Berman, Patrick Stewart, Jonathan Frakes, Marina Sirtis, LeVar Burton, Jeri Ryan, Picard, Riker, Troi, La Forge, 7 di 9, Shinzon, Tom Hardy, Nicholas Meyer, TG TREK Star Trek News Novità Notizie

Jonathan Frakes ha diretto i due film precedenti di Star Trek e numerosi episodi di The Next Generation, Deep Space Nine e Voyager come anche di altre serie dai generi più vari. Non si può dire che gli manchi l'esperienza.

Nonostante ciò, Baird non ha mai chiesto l'opinione di Frakes su aspetti della produzione del film. Il lavoro di Frakes era solo quello di interpretare William Riker e basta. Se glielo avessero chiesto, Frakes avrebbe accettato di dirigere il film e - come disse lui stesso in un'intervista - se fosse stato lui il regista probabilmente il film avrebbe incassato di più.



3. Scott Bakula prese in giro Patrick Stewart

The Next Generation, TNG, Film, La Nemesi, Stuart Baird, Rick Berman, Patrick Stewart, Jonathan Frakes, Marina Sirtis, LeVar Burton, Jeri Ryan, Picard, Riker, Troi, La Forge, 7 di 9, Shinzon, Tom Hardy, Nicholas Meyer, TG TREK Star Trek News Novità Notizie

Star Trek è considerata una grande famiglia allargata che comprende tutti gli attori che almeno una volta hanno recitato in qualche film o episodio della serie. Certe volte ci sono scontri e incomprensioni ma nella maggior parte dei casi gli attori vanno d'amore e d'accordo gli uni con gli altri. Occasionalmente si fanno anche degli scherzi.

Circa a metà delle riprese di Nemesi, scomparve dal set la poltrona del capitano. Presumibilmente rubata. La troupe cinematografica cercò il modo di ovviare al problema coinvolgendo anche il cast di Star Trek: Enterprise, serie che si girava li vicino. Scott Bakula (il Capitano Archer) ha deciso di dare una mano fornendo una sedia sostitutiva a Stewart, una sedia di legno fatta recapitare davanti alla roulotte dell'attore sul set con la scritta "K-A-P-I-T-A-N-O".



2. Azzerati i progetti per il 5° film di TNG

The Next Generation, TNG, Film, La Nemesi, Stuart Baird, Rick Berman, Patrick Stewart, Jonathan Frakes, Marina Sirtis, LeVar Burton, Jeri Ryan, Picard, Riker, Troi, La Forge, 7 di 9, Shinzon, Tom Hardy, Nicholas Meyer, TG TREK Star Trek News Novità Notizie

Qualche tempo dopo la pubblicazione del film, è venuta fuori la notizia dell'esistenza di un copione per un altro film con il cast di TNG, su cui si stava lavorando. Durante le riprese, Brent Spiner e John Logan stavano collaborando alla sceneggiatura di un film che avrebbe dovuto concludere il viaggio di The Next Generation, con una serie di riferimenti storici alla saga.

Forse se Nemesis avesse fatto meglio al botteghino e avesse ricevuto recensioni migliori dai fans e dalla critica, l'equipaggio della Enterprise avrebbe potuto avere un'avventura in più. Non sappiamo se la Paramount sapesse o meno dell'esistenza di questo copione firmato da Spiner e da Logan ma la cosa non avrebbe fatto alcuna differenza, perché lo studio di produzione decise di congelare ogni progetto cinematografico di Star Trek fino a nuovo ordine.

Il franchise si era troppo indebolito e si dovette aspettare il 2009 e il reboot di J.J. Abrams per rinvigorirlo.



1. Star Trek: La Nemesi non doveva essere un film di The Next Generation

The Next Generation, TNG, Film, La Nemesi, Stuart Baird, Rick Berman, Patrick Stewart, Jonathan Frakes, Marina Sirtis, LeVar Burton, Jeri Ryan, Picard, Riker, Troi, La Forge, 7 di 9, Shinzon, Tom Hardy, Nicholas Meyer, TG TREK Star Trek News Novità Notizie

In un'intervista del 2014, Rick Berman ha svelato forse il dietro le quinte più sconvolgente su Nemesis: a bordo dell'Enterprise-E non doveva esserci lo storico equipaggio della Next Generation.

Berman ha combattuto con le unghie e con i denti per permettere al Capitano Picard e al resto della squadra di partecipare a quest'altra avventura. Berman ha raccontato come il capo dello studio abbia cercato di convincerlo in tutti i modi a sbarazzarsi del cast di TNG, considerato troppo vecchio, in favore di un nuovo equipaggio più giovane. Berman però la pensava diversamente ed era convinto che un cambiamento del genere avrebbe confuso i fan, specialmente considerando che era stato introdotto relativamente da poco un nuovo equipaggio nella serie Star Trek: Enterprise.

Oltretutto Berman era sicuro che i fan volessero ancora vedere sullo schermo i personaggi di TNG, a quattro anni di distanza dal loro ultimo film.



Fonte: ScreenRant




Commenta la news di TG TREK sul forum di Star Trek Italia!


Articoli che potrebbero interessarti