[INTERVISTA] Shazad Latif commenta il segreto svelato del Tenente Tyler |   TG TREK - Star Trek News Italia  

Header

mercoledì 17 gennaio 2018

[INTERVISTA] Shazad Latif commenta il segreto svelato del Tenente Tyler

Discovery, DSC, Intervista, Shazad Latif, Ash Tyler, Voq, TG TREK Star Trek News Novità Notizie

Quando Shazad Latif è stato scritturato in Star Trek: Discovery più di un anno fa, avrebbe dovuto interpretare un personaggio secondario, il comandante Klingon Kol.

Poco prima dell'inizio delle riprese gli è stato assegnato il ruolo del Tenente Ash Tyler, un ufficiale addetto alla sicurezza dal fragile equilibrio mentale, che ha finito per rivestire un ruolo centrale in questa prima stagione della serie.

Nell'episodio di lunedì scorso, intitolato Il lupo dentro, il personaggio di Latif ha fatto un ulteriore salto di qualità e di questo ne ha parlato con Variety.

L'articolo contiene SPOILER se non avete ancora visto l'episodio Il lupo dentro.


Intrappolati nella dimensione parallela detta 'Universo dello Specchio', Tyler e Burnham si ritrovano faccia a faccia con la versione alternativa di Voq, adepto del leader spirituale Klingon T’Kuvma.

Si arriva ad uno scontro e Tyler rivela a Burnham quello che gli autori avevano già lasciato intendere da un po', ovvero che Ash è in realtà Voq, alterato chirurgicamente e mentalmente per infiltrarsi come spia dei Klingon a bordo della Discovery.


Dice Latif:

E' quasi un anno che mi sforzo di mantenere il segreto, questo folle segreto che molte persone avevano già capito, verso la fine. E' stato difficile, non potevo dire nulla. Ma sul set è così in generale, perché è Star Trek e sembra di stare alla CIA.


I fan di Discovery avevano già sospettato qualcosa anche solo scorrendo i credits della serie: il nome di Latif non appare prima del suo debutto come Tyler nel quinto episodio ma, nei primi tre, compare un certo Javid Iqbal come interprete di Voq; si tratta di un attore di cui non si conoscono altri ruoli né di cui esistono fotografie o tracce sui social.

Gli appassionati hanno correttamente ipotizzato che Iqbal fosse lo pseudonimo dietro cui si celava Latif, considerando il fatto che Voq è scomparso dalla serie proprio con l'arrivo di Tyler.

In ogni caso il nome Javid Iqbal ha un significato importante per Latif, dato che così si chiamava suo padre. 

Dovevo scegliere uno pseudonimo per questa copertura. Mio padre è morto sei anni fa ed era un grande esperto di cinema.


Interpretare questo doppio ruolo ha richiesto un certo impegno ed ha presentato alcune sfide. La prima è stata vocale: Tyler parla un inglese con accento americano, Voq invece nei primi tre episodi parla solo in klingon, con un accento gutturale molto forte. Latif è Londinese di nascita e ha dovuto creare un modo differente di parlare per ognuno di questi personaggi, rendendoli diversi ma anche sottilmente simili.

Volevo dare a Voq una certa morbidezza. E' un personaggio emotivo che scorre dentro Tyler. Penso di aver trovato questa morbidezza raccogliendola nella parte posteriore della gola. Certe volte ti eserciti, mentre sei nella tua stanza, e improvvisamente scatta la molla giusta.


Ma a questo si è aggiunta la versione speculare di Voq, che parla solo in inglese ed ha un temperamento diverso dal Voq originale.

E' con quella morbidezza che si esprime, quindi ho dovuto tradurla in inglese ed in effetti è stato spaventoso, perché non ho avuto molto tempo per creare questo nuovo personaggio. E' complicato ma divertente.


Discovery, DSC, Intervista, Shazad Latif, Ash Tyler, Voq, TG TREK Star Trek News Novità Notizie


Intervistato da IGN, l'attore ha approfondito il modo in cui ha interpretato queste trasformazioni:

Sono due persone in un corpo solo, invischiate in un triangolo amoroso a quattro in tre corpi diversi. Ma non sta fingendo: è praticamente un gigante dormiente. Possono emergere piccole somiglianze fisiche o vocali tra Voq e Tyler, certe volte. Ma Tyler è una persona reale... sono entrambi reali, ma Voq è l'essenza dormiente al centro di questa persona, almeno da come la vedo io.


Eppure se esistono il Voq dell'Universo dello Specchio ed il Voq dell'universo originale chirurgicamente trasformato in Ash Tyler, allora potrebbero esistere anche altre versioni del personaggio, ad esempio la versione speculare del vero Tyler ed il vero Tyler dell'universo originale.

Latif ha detto ad Inverse che secondo lui non è così:

…no, penso che non ci siano altri Tyler in giro.


A seguito degli eventi de Il lupo dentro, la situazione per Tyler è già abbastanza complicata: sta per essere rinchiuso in una cella della Discovery dopo aver mandato all'aria la sua copertura tentando di uccidere Burnham (salvata dal provvidenziale intervento della versione speculare di Saru) e confessando di aver ucciso il Dr. Culber.

Credo che sappia di essere in un bel casino perché, se fosse riuscito ad eliminare Burnham e Saru non fosse intervenuto, avrebbe potuto completare la sua missione. Adesso deve mettersi in contatto con L’Rell [la complice Klingon, anche lei in una cella della nave - N.d.t.]. Pensa di aver deluso T’Kuvma, di aver fallito su tutta la linea. Ci sono molti pensieri che gli passano per la testa in quel momento. Davvero uno sviluppo geniale.


Fonte: TrekTodayTrekMovie




Commenta la news di TG TREK sul forum di Star Trek Italia!


Articoli che potrebbero interessarti