CEO di CBS conferma: "Star Trek: Discovery è un successo pazzesco" |   TG TREK - Star Trek News Italia  

Header

venerdì 16 febbraio 2018

CEO di CBS conferma: "Star Trek: Discovery è un successo pazzesco"

CBS, CBS All Access, Les Moonves, Viacom, Paramount, Discovery, DSC, Netflix, TG TREK Star Trek News Novità Notizie

Ieri CBS Corporation ha fatto il punto della situazione insieme a Leslie Moonves, CEO della compagnia e gli analisti di settore. 

Il dato importante è che gli abbonati ai servizi offerti da CBS su suolo americano sono in costante crescita; parliamo di 5 milioni di abbonati divisi più o meno equamente tra Showtime e CBS All Access, la piattaforma streaming che trasmette Discovery in Nord America al posto di Netflix.

Buone notizie dunque, anche perché qualcosa si muove sul fronte della fusione tra Viacom (Paramount) e CBS, in trattative per tornare ad essere un'unica compagnia riportando così i diritti di Star Trek, sia televisivi che cinematografici, sotto lo stesso tetto.


Parlando in modo particolare di All Access, Moonves ha sottolineato espressamente che è Star Trek a trainare la crescita degli abbonamenti:

Il 2017 è stato un successo per CBS All Access. Abbiamo raddoppiato gli abbonamenti di anno in anno, toccando il punto più alto a gennaio. Sono i nostri contenuti, più di ogni altra cosa, a favorire questa crescita con i grandi eventi quali la NFL ed i Grammy e gli oltre 10.000 episodi di serie TV incluse nel nostro catalogo, capitanate da Star Trek: Discovery che si è rivelato senza dubbio un successo pazzesco.


Moonves si è detto convinto che, entro il 2020, CBS riuscirà a superare agevolmente la stima degli 8 milioni di abbonati fra All Access e Showtime, tanto che la compagnia ha già deciso di investire anche su due nuovi servizi streaming: CBS Sports HQ e Entertainment Tonight.

Sul piano dei contenuti per il futuro, il CEO conferma che la seconda stagione di Star Trek: Discovery entrerà in produzione dal prossimo aprile e a marzo CBS All Access aggiungerà al suo catalogo altri due show original: Strange Angel e $1 (più la seconda stagione di The Good Fight).
Non solo, Moonves ha anche confermato che la nuova serie di Ai confini della realtà sviluppata da Jordan Peele è già in pre-produzione.


Altro dato importante per i fan di Discovery è sapere che per CBS il modello di distribuzione internazionale, con la partnership siglata con Netflix, si è rivelato un successo tale che sarà ripetuto per altre produzioni. Dice Moonves:

Vediamo cos'è successo con Star Trek, che è la produzione più costosa che abbiamo mai realizzato: stavamo per lanciare il nostro servizio All Access e abbiamo ottenuto da Netflix una quantità ingente di risorse, vendendogli i diritti di trasmissione internazionale. E' una strategia che si è dimostrata molto valida e continueremo ad applicarla.



Continuano le trattative per la fusione CBS/Viacom


Un mese fa abbiamo dato notizia di un possibile riavvicinamento societario, una vera e propria fusione fra Viacom e CBS, le due compagnie che detengono fra cinema e TV i diritti di produzione e trasmissione di Star Trek.

Da allora si è mosso qualcosa perché entrambi i soggetti interessati hanno annunciato di aver messo insieme una speciale commissione incaricata di valutare gli effetti della possibile riunificazione. Sembra anche, come riporta CNBC, che venerdì scorso lo stesso Les Moonves abbia incontrato il CEO di Viacom, Bob Baksih, proprio per discutere di questo argomento.

Insieme a Viacom e CBS, nella nuova compagnia potrebbe confluire anche la Lionsgate e Variety fa notare che proprio l'esigenza delle compagnie più piccole di aggregarsi, in modo da non rimanere schiacciate dai giganti del settore come Time Warner e Disney, rende queste fusioni più dei matrimoni forzati che scelte facoltative.


Fonte: TrekMovie




Commenta la news di TG TREK sul forum di Star Trek Italia!


Nessun commento :

Posta un commento

Che ne pensi?