[EXTRA CANON] Star Trek Discovery - Desperate Hours |   TG TREK - Star Trek News Italia  

Header

mercoledì 21 marzo 2018

[EXTRA CANON] Star Trek Discovery - Desperate Hours

DSC, Discovery, Canon, Shenzhou, Spock, Michael Burnham, Saru, Georgiou, Extra Canon, TG TREK Star Trek News Novità Notizie

Inauguriamo la nuova rubrica Extra Canon analizzando gli elementi in continuity aggiunti alla mitologia di Discovery in romanzi e fumetti, realizzati con la supervisione dei produttori e degli autori ufficiali della serie TV.

Si comincia col primo romanzo, intitolato Star Trek: Discovery - Desperate Hours di David Mack.

ATTENZIONE: se avete intenzione di leggere il romanzo Desperate Hours, questo articolo contiene SPOILER!


CBS ha programmato una sinergia assoluta tra Star Trek: Discovery e le altre opere ad essa collegata, come romanzi e fumetti. Lo scopo è fornire ai fan elementi aggiuntivi che, per motivi legati a budget, ritmi e tempi televisivi, non è possibile approfondire nel corso della serie. Ecco perché i fumetti e i romanzi di Star Trek: Discovery sono generalmente ambientati prima dell'episodio pilota e raccontano antefatti importanti per comprendere meglio la storia e il contesto in cui si muovono i protagonisti di queste nuove avventure.

Non fa eccezione il primo romanzo basato su Star Trek: Discovery intitolato Desperate Hours, ambientato un anno prima della Battaglia alle Stelle Binarie, che fa un po' di chiarezza su alcune questioni importanti.

Extra Canon si propone di evidenziare gli elementi di queste opere che, sebbene non possano essere considerati canon al 100%, nascono su input degli autori ufficiali e quindi hanno una loro validità.


A proposito di Star Trek Discovery: Desperate Hours


DSC, Discovery, Canon, Shenzhou, Spock, Michael Burnham, Saru, Georgiou, TG TREK Star Trek News Novità Notizie A bordo della nave stellare Shenzhou, il Tenente Michael Burnham, un'umana cresciuta dai Vulcaniani, è stata promossa al grado di Primo Ufficiale. Però, se vuole mantenere la sua posizione, dovrà dimostrare al Capitano Philippa Georgiou di meritarlo.

La sua occasione arriverà quando alla Shenzhou viene ordinato di proteggere una colonia federale sotto attacco da parte di un antico vascello alieno, emerso dalle profondità oceaniche del pianeta.
Man mano che la situazione si fa sempre più seria, la Flotta Stellare dichiara la colonia sacrificabile pur di fermare definitivamente questa minaccia. Per salvare migliaia di vite, Burnham dovrà infiltrarsi a bordo della nave aliena e per farlo dovrà guardare nel suo turbolento passato e cercare l'aiuto di un uomo che ha tentato di evitare tutta la vita... fino ad ora.


La Direttiva Fuller


L'autore David Mack, dopo aver ringraziato per il suo lavoro di supervisione e per aver fatto da tramite con la produzione della serie l'autrice Kirsten Beyer (una delle autrici ufficiali di Discovery ed esperta scrittrice di romanzi basati su Star Trek: Voyager), rivela al lettore che Desperate Hours nasce per precisa volontà di Bryan Fuller [posizione Kindle 4341]:

Questa storia nasce da una richiesta precisa del co-creatore di Star Trek: Discovery Bryan Fuller che mi ha chiesto di raccontare un'avventura che coinvolgesse la Shenzhou e l'Enterprise del Capitano Pike e che facesse interagire insieme Michael Burnham e Spock. Grazie per l'idea, Bryan!


DSC, Discovery, Canon, Shenzhou, Spock, Michael Burnham, Saru, Georgiou, TG TREK Star Trek News Novità Notizie


E' un retroscena molto interessante se si considera che nell'episodio finale della prima stagione di Star Trek: Discovery l'Enterprise di Pike è apparsa veramente e l'attuale showrunner della serie, Aaron Harberts, ha dichiarato che l'idea di coinvolgere l'Enterprise nel finale di stagione nasce successivamente al passo indietro di Fuller.


Questioni di design


Astronavi di una volta


Una delle maggiori fonti di perplessità sollevate da Discovery nei fan di lunga data riguarda l'avanzamento tecnologico del 23° secolo, apparentemente molto più sofisticato di quello immaginato nella Serie Classica.

Quando Spock sale a bordo della Shenzhou [posizione Kindle 1410], fa infatti delle considerazioni fra sè e sè:

A bordo della Shenzhou i colori grigi delle paratie avevano una tonalità più scura [rispetto a quelli dell'Enterprise] e le paratie stesse erano orientate in modo più angolato. Per lui era evidente come le due navi fossero state costruite in epoche differenti, secondo parametri estetici molto diversi. Cambiamenti stilistici così drastici, in periodi di tempo anche molto brevi, non erano affatto inusuali per gli umani della Terra ma erano fonte di costante perplessità fra i loro alleati Andoriani e Vulcaniani.


DSC, Discovery, Canon, Shenzhou, Spock, Michael Burnham, Saru, Georgiou, TG TREK Star Trek News Novità Notizie


Uniformi sperimentali


La storia narrata in Desperate Hours si svolge nel 2255, ovvero circa un anno prima della Battaglia alle Stelle Binarie e circa un anno dopo gli eventi de Lo Zoo di Talos. Pertanto sembrerebbe che le uniformi indossate dagli ufficiali di Star Trek: Discovery siano in aperta contraddizione con quanto stabilito precedentemente dal canon.

David Mack fornisce una spiegazione per questa discrepanza quando squadre di sbarco provenienti tanto dalla Shenzhou quanto dall'Enterprise si ritrovano a collaborare sulla superficie del pianeta Sirsa III [posizione Kindle 1890]:

La squadra della Shenzhou utilizzava uniformi della Flotta Stellare blu scuro, con rivestimenti neri, mentre il personale dell'Enterprise indossava maglie chiare color blu o oro su pantaloni neri. Si trattava di un nuovo tipo di uniforme che, fino a quel momento, era stato assegnato esclusivamente al personale in servizio sulle tanto rinomate navi di classe Constitution.


DSC, Discovery, Canon, Shenzhou, Spock, Michael Burnham, Saru, Georgiou, TG TREK Star Trek News Novità Notizie


Ovviamente, questi tentativi di conciliare il canone estetico di Discovery con quello della Serie Classica sembrano alquanto superflui adesso, alla luce della scena finale dell'ultimo episodio della prima stagione e delle recenti dichiarazioni del produttore Alex Kurtzman. Tuttavia, uniformi simili a quelle di Pike si sono intraviste proprio nel season finale:


DSC, Discovery, Canon, Shenzhou, Spock, Michael Burnham, Saru, Georgiou, TG TREK Star Trek News Novità Notizie



Kelpiani


Il pianeta di Saru


In Star Trek: Discovery non abbiamo avuto modo di vedere molti simili di Saru e sappiamo solo che i Kelpiani appartengono ad una specie cacciata da feroci predatori sul loro mondo natale. In Desperate Hours [posizione Kindle 2538] viene dato un nome a quel mondo, Kelpia, e si stabilisce che la vita dei Kelpiani si svolge prevalentemente al di sotto della sua superficie. Conseguentemente i Kelpiani vedono molto bene al buio:

[Le caverne di Sirsa III] Ricordavano a Saru la sua giovinezza su Kelpia e i giorni trascorsi a vagare nei suoi passaggi sotterranei apparentemente infiniti, insieme agli altri membri del suo clan. Anche lo stile pittorico dei disegni lasciati alle pareti dalla popolazione originaria di Sirsa III, ormai estinta, gli ricordavano qualcosa. Anche se ormai era passato molto tempo da quando si era estraniato da Kelpia, questa missione di sbarco sembrava quasi un ritorno a casa.


Prede e predatori


Sappiamo che i Kelpiani vivono nel terrore di essere mangiati dalla specie dominante sul loro pianeta. Nel romanzo [posizione Kindle 2156], si da un nome a questa specie e si lascia intendere che non sia originaria del loro mondo. Parlando col Numero Uno dell'Enterprise a proposito dei nativi di Sirsa III, portati all'estinzione dalla presenza di una gigantesca nave aliena (detta Juggernaut) riemersa dalle profondità oceaniche dopo milioni di anni, Saru dice:

Lei crede che i nativi vivessero in superficie e siano stati costretti a rintanarsi nei cunicoli sotterranei a causa del Juggernaut, un po' come è successo alla mia gente con l'arrivo dei t'rrask.


DSC, Discovery, Canon, Shenzhou, Spock, Michael Burnham, Saru, Georgiou, TG TREK Star Trek News Novità Notizie


Personale della Shenzhou


Troke


Conosciamo ancora poco gli ufficiali di plancia in servizio sulla USS Discovery e ancora meno quelli che abbiamo intravisto sulla Shenzhou nei primi due episodi della serie. In Desperate Hours apprendiamo che uno degli ufficiali dalla pelle blu che abbiamo visto in qualche inquadratura dell'episodio pilota si chiama Troke ed è un Tuliano [posizione Kindle 2944]:


DSC, Discovery, Canon, Shenzhou, Spock, Michael Burnham, Saru, Georgiou, TG TREK Star Trek News Novità Notizie


I Tuliani, una specie cugina dei Boliani, avevano da tempo aderito all'integrazione della tecnologia cibernetica con uno zelo ancora senza pari, in molte culture della Federazione. La loro propensione ad innestare strumenti altamente tecnologici nei loro tessuti organici, certe volte metteva ancora un po' a disagio Saru.


Keyla Detmer


Il timoniere Keyla Detmer faceva parte dell'equipaggio della Shenzhou prima di essere trasferita sulla Discovery. Nel romanzo non viene fornita una spiegazione sul suo curioso impianto oculare (anche perché lo indosserà solo tempo dopo, una volta a bordo della Discovery), ma viene descritta come Tedesca, originaria di Dusseldorf [posizione Kindle 489]


DSC, Discovery, Canon, Shenzhou, Spock, Michael Burnham, Saru, Georgiou, TG TREK Star Trek News Novità Notizie


Philippa Georgiou


Purtroppo non abbiamo avuto molto tempo né molte occasioni per conoscere a fondo Philippa Georgiou, ma in Desperate Hours scopriamo che ha un matrimonio fallito alle spalle e le piacciono le cose antiche. Avvicinandosi ad un giradischi che tiene nel suo studio [posizione Kindle 2411], l'autore dice:

Si trattava di un pezzo restaurato di antiquariato che le aveva regalato il suo ex marito, Nikos; Quello e il cognome di lui erano le uniche cose che Philippa non aveva rifiutato con il divorzio, per ragioni sentimentali.


DSC, Discovery, Canon, Shenzhou, Spock, Michael Burnham, Saru, Georgiou, TG TREK Star Trek News Novità Notizie


Più avanti [posizione Kindle 2450], scopriamo che a Georgiou piace la musica jazz (userà il giradischi per ascoltare un brano di Miles Davis e Sonny Rollins):

Le registrazioni analogiche in vinile erano il modo preferito di Georgiou per ascoltare la musica, escludendo le esibizioni dal vivo.


Saru


Si potrebbe pensare, data la natura molto prudente della sua specie, che Saru possa avere timore di usare il teletrasporto (un po' come il Dr. McCoy o il Tenente Barclay). In realtà, è proprio il contrario [posizione Kindle 793]:

A differenza di alcuni suoi colleghi nella Flotta Stellare, a Saru piaceva molto la sensazione di essere teletrasportato [...] La pressione dell'anello di confinamento del raggio di teletrasporto aveva un effetto altamente rilassante sui suoi nervi, solitamente a fior di pelle. Nello svanire della sequenza di dematerializzazione, immaginava di diventare invisibile... intangibile... intoccabile. Per poco più di un istante, era come nascondersi in un posto impossibile da raggiungere. Si sentiva al sicuro.


DSC, Discovery, Canon, Shenzhou, Spock, Michael Burnham, Saru, Georgiou, TG TREK Star Trek News Novità Notizie


Non vengono forniti i dettagli della vicenda, ma si accenna al fatto che Saru sia entrato a far parte della Flotta Stellare dopo essere stato salvato sul suo pianeta natale da alcuni ufficiali della Flotta Stellare. L'autore ne parla [posizione Kindle 2140] facendo fare a Saru questa breve considerazione sulla Prima Direttiva:

Sono di certo lieto che gli ufficiali della Flotta Stellare che mi hanno salvato su Kelpia siano stati così compassionevoli da disobbedire a questa regola. 


Michael Burnham


La promozione a Primo Ufficiale


All'inizio del romanzo, il primo ufficiale di Georgiou viene trasferito ad un nuovo incarico e il Capitano si troverà a scegliere il suo sostituto fra Saru e Burnham. Saru è l'ufficiale più anziano, quello a cui - in linea di successione - spetterebbe il posto. Tuttavia, il suggerimento di promuovere a primo ufficiale Michael Burnham è arrivato dall'Ammiraglio Anderson (personaggio apparso nell'episodio pilota al comando della U.S.S. Europa a cui, in una scena di quello stesso episodio, la Georgiou introduce Burnham dicendo: "Ricorda il mio Primo Ufficiale?", suggerendo così che i due si conoscessero già). 

Georgiou accetta la proposta di Anderson, riservandosi il diritto di sottoporre Michael ad un periodo di prova. E' anche da questo antefatto che si acuisce la rivalità che serpeggia fra Saru e Burnham [posizione Kindle 189]

[Rivolta a Burnham] Georgiou la squadrò un po' di sbieco e disse con un mezzo sorriso: "La natura aborrisce il vuoto e anche il Comando della Flotta Stellare, a quanto pare. L'Ammiraglio Anderson ha fatto il suo nome come facente funzioni di ufficiale esecutivo della Shenzhou, con effetto immediato."

Burnham rifletté un momento sulle parole del capitano: "Facente funzioni? Devo interpretarla come una promozione temporanea?"

"Non necessariamente" rispose il capitano. "Direi piuttosto che è una promozione... condizionata."

Era strano sentire Georgiou esprimersi in maniera così evasiva. Questo mise Burnham sulla difensiva: "Posso chiedere: condizionata da quali fattori?"

"Sono completamente a mia discrezione. Ma immagino che il primo criterio sia capire se, in effetti, le interessa davvero assumere la carica."


DSC, Discovery, Canon, Shenzhou, Spock, Michael Burnham, Saru, Georgiou, TG TREK Star Trek News Novità Notizie


Più avanti [posizione Kindle 215] Burnham chiederà al capitano perché Anderson l'abbia proposta al posto di Saru:

"Tecnicamente il Tenente Saru ha un'anzianità maggiore, Capitano. Oltretutto, a differenza mia, ha frequentato l'Accademia della Flotta Stellare."

"Eppure," disse Georgiou, "L'Ammiraglio Anderson ha raccomandato lei per l'incarico."

"Ha detto come mai?"

"Non spetta a me discutere le decisioni di un Ammiraglio." Rispose il capitano, affrontandola faccia a faccia. "Il mio ruolo è decidere se è tagliata per questo incarico oppure no. Se lo sarà, lo renderò effettivo in maniera permanente. Altrimenti..." Disse, assumendo un'espressione dispiaciuta "Farebbe meglio a smettere di punzecchiare Saru."


Ovviamente, alla fine del romanzo, Burnham otterrà definitivamente il ruolo di Primo Ufficiale con il quale l'abbiamo conosciuta all'inizio della serie.


La morte dei suoi genitori


Gli autori di Discovery ci hanno spiegato come Micheal Burnham sia rimasta orfana a causa di un attacco Klingon su un avamposto vulcaniano nel quale si trovava con i suoi genitori. In Desperate Hours viene fornito un ulteriore particolare della vicenda, che aggiunge tragedia a tragedia: anche se la responsabilità materiale è certamente dei Klingon, Michael Burnham si sente colpevole per aver ritardato la partenza dei suoi genitori dal luogo dell'attacco [posizione Kindle 3579]. Questa storia viene accennata dalla stessa Burnham a Tyler in una scena dell'episodio finale della prima stagione, ma era già stata raccontata molti mesi prima in questo romanzo, a riprova del fatto che gli autori di Discovery hanno collaborato seriamente con i loro colleghi impegnati a scrivere romanzi e fumetti basati sulla serie.


DSC, Discovery, Canon, Shenzhou, Spock, Michael Burnham, Saru, Georgiou, TG TREK Star Trek News Novità Notizie


L'Avamposto si trovava su Doctari Alpha e Michael abitava li con i genitori da circa un anno. I tre erano in procinto di partire verso una nuova sistemazione, secondo gli impegni lavorativi del padre (Calvin) ma la piccola Michael voleva rimanere ancora un po' per assistere, da quella posizione privilegiata, all'imminente esplosione della vicina supernova Beta Volanis. Questo ha ritardato la partenza della famiglia e li ha esposti all'attacco a sorpresa dei Klingon, dal quale Michael è scampata per miracolo. Tuttavia, la bambina è cresciuta con la convinzione che se non avesse insistito per rimanere su Doctari Alpha, i suoi genitori sarebbero ancora vivi.


Il rapporto con Spock


Non tutti i fan hanno digerito il fatto che Michael Burnham possa davvero essere imparentata con Spock e con la sua famiglia, essendo stata adottata di fatto da Sarek e Amanda dopo la morte dei suoi genitori biologici. Tuttavia l'autore di Desperate Hours non dipinge esattamente un quadretto familiare sereno e sostiene anzi che Burnham e Spock siano praticamente degli estranei uno agli occhi dell'altro, con Spock quasi infastidito dal fatto che Burnham parli di Sarek e Amanda con tanta confidenza. Ovviamente i due si conoscono sin da bambini ma i loro percorsi si sono separati molto tempo prima del loro fortuito incontro nelle circostanze del romanzo ed entrambi hanno motivi di risentimento.

Il motivo che li spinge ad essere diffidenti l'uno dell'altra è Sarek: Burnham vede in Spock il figlio Vulcaniano che lei non sarà mai, e Spock vede in Burnham la figlia umana verso la quale Amanda ha potuto riversare emotivamente il suo affetto, più di quanto non abbia potuto fare con Spock per via del distacco emotivo impostogli da Sarek.

A loro modo, entrambi i personaggi sono però accomunati dal ritenere di essere stati una delusione per Sarek: Spock perché - arruolandosi nella Flotta Stellare contro il suo volere - ha deciso di restare in contatto con la multiculturalità degli umani e Burnham perché, al contrario, desiderosa di restare col suo popolo di adozione ma rifiutata dal gruppo di esplorazione vulcaniano e (nel romanzo) dall'equipaggio della USS Intrepid - una nave della Flotta Stellare ad equipaggio esclusivamente Vulcaniano - è stata costretta ad accettare di non essere all'altezza degli standard di Vulcano e ad abbracciare volente o nolente la sua natura umana.

Tutto questo viene esplorato lungamente nel romanzo, specialmente dopo che i due personaggi sono costretti dagli eventi ad effettuare una fusione mentale e a condividere reciprocamente esperienze e sentimenti.


DSC, Discovery, Canon, Shenzhou, Spock, Michael Burnham, Saru, Georgiou, TG TREK Star Trek News Novità Notizie


Riporto quindi solo due brevi considerazioni; la prima è di Burnham [posizione Kindle 4129], che dopo la fusione mentale sente di doversi scusare con Spock:

"Mi spiace che la mia invidia abbia pregiudicato l'opinione che avevo di lei. Quand'ero giovane, su Vulcano, come protetta dei suoi genitori... sentivo solo parlare di lei. Dei suoi risultati. Dei suoi successi. Sembrava che io non potessi fare nulla di buono per compiacere Sarek."

"Una sensazione che conosco molto bene anch'io."

"Ora ne sono consapevole ma, fino ad oggi, credevo di essere stata la più grande delusione di Sarek."

"Improbabile" rispose Spock. "Sono piuttosto sicuro che abbia riservato a me quel primato."


Più avanti [posizione Kindle 4241] parlando col Numero Uno dell'Enterprise in sala mensa, Spock dirà di Burnham:

Come ho spiegato ieri al Capitano, [Burnham] è un'amica della mia famiglia. Quello che non gli ho detto è che, per molti anni, i miei genitori ne sono stati i tutori. Anche se per me è fonte di imbarazzo ammetterlo, tra noi è esistita una sorta di rivalità fra fratelli per anni [...] Solo adesso, dopo averla conosciuta meglio, ho compreso che entrambi, in modi diversi, abbiamo deluso Sarek; e probabilmente nessuno dei due riuscirà mai a soddisfare le sue aspettative. 


Recentemente Aaron Harberts, showrunner di Star Trek: Discovery, ha dichiarato che nella seconda stagione verrà fornita una spiegazione del perché Spock non abbia mai menzionato l'esistenza di Michael Burnham: staremo a vedere se le informazioni contenute in Desperate Hours si riveleranno ancora valide e di ispirazione per gli autori della serie oppure se decideranno di raccontare una versione completamente diversa della storia.

***

Se avete letto anche voi Star Trek: Discovery - Desperate Hours e pensate di voler aggiungere qualche altro elemento a questa analisi, non esitate a scriverlo nella sezione commenti.

Per saperne di più su Star Trek: Discovery - Desperate Hours e il suo autore David Mack, vi consiglio la lettura di questo articolo. Il romanzo è disponibile su Amazon in formato cartaceo o e-Book.





Commenta la news di TG TREK sul forum di Star Trek Italia!


Nessun commento :

Posta un commento

Che ne pensi?