[DOCUMENTO] Piller propose il sequel di 'Cicago anni 20' per un episodio di The Next Generation |   TG TREK - Star Trek News Italia  

Header

lunedì 23 aprile 2018

[DOCUMENTO] Piller propose il sequel di 'Cicago anni 20' per un episodio di The Next Generation

TOS, TNG, The Next Generation, Serie Classica, Michael Piller, Rick Berman, Curiosità, TG TREK Star Trek News Novità Notizie

L'account Twitter TrekDocs svolge un mirabile lavoro di ricostruzione storica analizzando alcuni documenti d'archivio della Paramount in suo possesso.

Una delle sue ultime scoperte riguarda un'idea mai realizzata per un episodio della quarta stagione di Star Trek: The Next Generation.


Il documento riemerso dagli archivi è una nota firmata dallo showrunner Michael Piller indirizzata al produttore esecutivo Rick Berman, l'uomo che all'epoca aveva l'ultima parola su ogni cosa riguardante Star Trek prima della sua messa in onda.

La nota di Piller suggerisce alcune idee per gli episodi che andranno a comporre la seconda metà della quarta stagione di The Next Generation (possono leggersi elementi che in effetti si ritroveranno negli episodi Q-Pido e Il Diavolo). Ma la notizia riguarda una delle idee a cui non fu dato seguito.

Eccola nel tweet di TrekDocs:



Cicago anni 20



Il 17 ottobre del 1990, Michael Piller invia a Rick Berman la descrizione di questa scena d'apertura per un possibile nuovo episodio:


Siamo nello spazio. Un vascello non identificato si avvicina minacciosamente; sembra una nave datata. Arriva un messaggio audio e la voce si identifica come il Capitano James T. Kirk della U.S.S. Enterprise. Fine del prologo.



Piller continua l'esposizione della sua idea parlando di un ritorno sul pianeta Sigma Iotia II, lo stesso visto nell'episodio della Serie Classica intitolato Cicago anni 20, in cui Kirk e l'equipaggio della sua USS Enterprise scoprono una società che, influenzata dai contenuti di un libro lasciato lì un secolo prima da un'altra nave della Flotta Stellare, ha plasmato il suo modello sociale sulla vecchia Chicago contesa fra bande di gangster.

In quello stesso episodio vediamo che anche McCoy lascia accidentalmente sul pianeta il suo comunicatore. Da questo particolare Piller immaginò che gli abitanti di Iotia avessero finito per riformare la loro società in una copia perversa della Federazione, guidata da una mentalità gangsteristica. Secondo le intenzioni di Piller, in questo episodio sarebbe apparso anche Leonard Nimoy nei panni di Spock con lo scopo di riportare gli Iotiani alla ragione.


TOS, TNG, The Next Generation, Serie Classica, Michael Piller, Rick Berman, Curiosità, TG TREK Star Trek News Novità Notizie


La sfida di Piller


Come regola generale, in Star Trek: The Next Generation si è sempre evitato di creare dei collegamenti diretti alla Serie Originale. Certo, proprio nella prima stagione dello show abbiamo visto l'episodio Contaminazione, la cui trama è in una certa misura collegata a quella dell'episodio TOS Al di là del tempo, ma in TNG non si sono mai visti collegamenti tanto stretti con la Serie Classica quanto quello suggerito da Piller.

Lo stesso Piller - che entrò a far parte dello staff di The Next Generation con la terza stagione alzando di molto la qualità della serie - sapeva perfettamente dell'esistenza di questa sorta di veto tanto da aspettarsi che Berman avrebbe rigettato la sua idea, come scrive lui stesso nella nota.

A sua difesa però, Piller scrive che fino a quel momento non erano ancora arrivate delle idee interessanti per la stagione e ritenendo The Next Generation ormai una serie consolidata e forte dei suoi meriti, poteva permettersi di superare questa specie di sindrome da 'vecchio Star Trek' e mettere in produzione un episodio come quello che proponeva. Scrive Piller, rivolgendosi a Berman:

Se mi dai l'ok, ti garantisco il più alto riscontro della stagione.


lo showrunner firma la nota con uno scherzoso (?) "Ti sfido".


TOS, TNG, The Next Generation, Serie Classica, Michael Piller, Rick Berman, Curiosità, TG TREK Star Trek News Novità Notizie


Secondo TrekDocs non risulta agli archivi una lettera di risposta da parte di Berman, che comunque come sappiamo non approvò l'idea.


TOS, TNG, The Next Generation, Serie Classica, Michael Piller, Rick Berman, Curiosità, TG TREK Star Trek News Novità Notizie


Dura a morire


L'idea di dare un seguito a Cicago anni 20 rimase nell'aria nonostante la bocciatura di Berman, tanto che anche l'autore di TNG e DS9 Ronald D. Moore avrebbe voluto mostrare gli Iotiani impegnati ad imitare la Flotta Stellare, ma con una sfumatura diversa rispetto al concept del suo collega Piller: Moore voleva farne una metafora del fandom della saga, facendo vedere gli abitanti di Sigma Iotia II emulare i loro beniamini sotto forma di cosplay e convention.

Moore propose questa idea fra quelle sul tavolo nell'anno del 30° anniversario della saga di Star Trek nel 1996, ma alla fine venne bocciata in favore del riuscitissimo episodio celebrativo Processi e Tribol-azioni, dove Sisko & Co. tornano indietro nel tempo inserendosi negli eventi dell'episodio TOS Animaletti pericolosi.

Sequel non-canonici di Cicago anni 20 si possono ritrovare nel libro del 1989 The Worlds of the Federation, in cui già un anno prima della nota di Piller si ipotizzava una società Iotiana influenzata a tal punto dal suo precedente incontro con l'Enterprise del Capitano Kirk da aver trasformato il pianeta in qualcosa che, a prima vista, poteva essere scambiato per una base della Federazione con tanto di personale in uniforme e frequenze di comunicazione identiche a quella della Flotta Stellare.

Inoltre, nel 1998, l'ultimo numero della serie a fumetti Star Trek: Unlimited pubblicata dalla Marvel presentò una storia intitolata A Piece of Reaction (che richiama il titolo originale dell'episodio Cicago anni 20, A Piece of the Action) in cui l'equipaggio dell'Enterprise-E ritorna su Sigma Iotia II aspettandosi di dover ancora una volta avere a che fare con i gangster degli anni '20 solo per scoprire che nel frattempo gli abitanti di quel pianeta hanno preso a modello la Flotta Stellare dei tempi di Kirk, senza però imitarne il codice morale.


TOS, TNG, The Next Generation, Serie Classica, Michael Piller, Rick Berman, Curiosità, TG TREK Star Trek News Novità Notizie


Infine, nel novembre del 1991, dopo poco più di un anno da quando Piller presentò a Berman la sua idea, Leonard Nimoy finì per recitare davvero in Star Trek: The Next Generation nell'episodio in due parti Il segreto di Spock, pensato come tributo per celebrare il 25° anniversario della saga (e in un certo senso collegato ad un altro episodio della Serie Classica, La navicella invisibile, dove per la prima volta si fa riferimento alle origini comuni di Vulcaniani e Romulani che Spock tenterà di riunificare proprio in The Next Generation).


TOS, TNG, The Next Generation, Serie Classica, Michael Piller, Rick Berman, Curiosità, TG TREK Star Trek News Novità Notizie


Il segreto di Spock è stato scritto da Piller e Berman insieme, quindi i due erano d'accordo almeno su un punto: che coinvolgere Nimoy in TNG avrebbe dato vita ad un episodio di successo.



Fonte: TrekMovie




Commenta la news di TG TREK sul forum di Star Trek Italia!


Nessun commento :

Posta un commento

Che ne pensi?