Intervista a Brad Dourif, l'inquietante Betazoide Lon Suder di Star Trek: Voyager |   TG TREK - Star Trek News Italia  

Header

domenica 22 aprile 2018

Intervista a Brad Dourif, l'inquietante Betazoide Lon Suder di Star Trek: Voyager

Voy, Voyager, Lon Suder, Brad Dourif, Intervista, TG TREK Star Trek News Novità Notizie

L'attore Brad Dourif vanta una nomination agli Oscar e partecipazioni a film e serie TV cult come Qualcuno volò sul nido del cuculo, Il Signore degli Anelli, Dune, The X-Files, Deadwood, Once Upon a Time e moltissimi altri.

Grazie alla particolarità della sua voce e alla sua fisionomia un po' sinistra, viene spesso ingaggiato per interpretare malfattori, criminali, psicopatici e sociopatici. Tanto per cambiare, il suo ultimo progetto lo vede protagonista di un inquietante horror-thriller indipendente intitolato Wildling e - a proposito di personaggi inquietanti - anche ai tempi di Star Trek: Voyager Dourif ha vestito i panni di un personaggio pericoloso ed instabile, il Betazoide Lon Suder apparso negli episodi Fusione mentale, Sopravvivenza - Parte uno e Sopravvivenza - Parte due.

Il sito ufficiale StarTrek.Com ha chiesto all'attore di raccontare la sua esperienza a bordo della Voyager.


Ricorda come ha ottenuto la parte di Suder? Ha dovuto fare un provino o gliel'hanno offerta? Le avevano detto che sarebbe stato un ruolo ricorrente?

Me l'hanno offerta. Non ricordo se mi dissero che si trattava di un personaggio ricorrente. Forse, forse si. Mi pare di si.


Voy, Voyager, Lon Suder, Brad Dourif, Intervista, TG TREK Star Trek News Novità Notizie


Sapeva che sarebbe morto in modo eroico?

No. La cosa che mi aveva attratto verso quel ruolo non era la morte eroica ma la fusione mentale [con Tuvok]. Chi non vorrebbe parlare come un Vulcaniano? 



Voy, Voyager, Lon Suder, Brad Dourif, Intervista, TG TREK Star Trek News Novità Notizie



Vuol dire che era già un fan di Star Trek?

Ma certo. Cioè, non che fossi un grandissimo Trekkie, ma avevo seguito Star Trek quando ero ancora molto giovane. Avevo visto la Serie Originale con Shatner e Nimoy, già. Mia madre ed io la vedevamo sempre insieme. Voleva proprio vedere com'era. La fantascienza stava relativamente tornando di moda, all'epoca. Leggevamo anche Ray Bradbury in quel periodo.


Considerando le tendenze sociopatiche di Suder, secondo lei quanto bene si trovava ad operare fra i Maquis?

Con i Maquis si sentiva a casa. Faceva ciò di cui avevano bisogno, cioè il lavoro sporco.


Che ricordi ha della vita sul set di Voyager, in particolare con i suoi colleghi Tim Russ [Tuvok] e Kate Mulgrew [Janeway]?

Kate era meravigliosa. Ho passato dei bei momenti insieme a lei. Con Tim... facevamo immersioni insieme e altre cose del genere. 


Voy, Voyager, Lon Suder, Brad Dourif, Intervista, TG TREK Star Trek News Novità Notizie


Sul serio?

Si, è proprio un tipo a posto. La mia ragazza era presente quando ho girato la scena della fusione mentale con Tim ed è stato molto divertente che lei fosse lì proprio mentre giravo quella scena. Non capita sempre che guardi il mio lavoro, e poi è proprio un'artista. Vorrei avere anche solo un decimo del suo talento, ma in quell'occasione si è mostrata molto interessata e ricordo che è stata una giornata molto allegra. Non è una persona facile da impressionare ma è rimasta contenta e credo che le sia piaciuta la mia interpretazione, sono sicuro.


Alla fine dell'episodio, dopo la dipartita di Suder, Tuvok recita una preghiera vulcaniana per augurare al personaggio la pace che non ha trovato in vita. Pensa sia stata una degna conclusione?

Direi che è stata perfetta. Si trattava di una scena molto breve. C'era stata un'altra morte che, credo, abbia avuto un impatto maggiore su più persone, ma in quel momento molto privato Tuvok ha voluto mostrare un po' più di vicinanza a Suder. Ed è stato molto appropriato perché Suder era un persona molto sola e solo una persona l'ha capito. Per un sociopatico è impossibile provare empatia per gli altri, devi sforzarti di simularla intellettualmente ma non la sentirai mai veramente. Eppure credo che la gente l'abbia provata nei suoi confronti perché Suder ci ha provato, ci ha provato veramente tanto.


Parliamo un attimo di Wildling: lei ha già interpretato dei personaggi come il protagonista di questo horror, ma in lui c'è ancora una scintilla di umanità, specialmente all'inizio. E' questo particolare che l'ha convinta a recitare in questo film indipendente?

Si. Ormai ho praticamente smesso di interpretare i cattivi e quindi non ero intenzionato a recitare in Wildling, poi però ho fatto una lunga chiacchierata col regista Fritz Bohm e abbiamo deciso insieme di mettere un po' di umanità nel personaggio... e poi farlo impazzire.


Voy, Voyager, Lon Suder, Brad Dourif, Intervista, TG TREK Star Trek News Novità Notizie


Cos'altro l'attende in futuro? IMDB cita alcuni progetti già annunciati, in fase di pre-produzione o post-produzione. Ma cosa farà in realtà?

Non lo so. Ormai sono diventato molto schizzinoso e non voglio più fare i cattivi. Ma mi offrono solo parti da cattivo quindi le cose vanno a rilento. Onestamente però non mi interessa. Lavoro se ho voglia di lavorare, quindi se non lo faccio è perché non voglio. Non credo che ci sia qualcosa che desideri ardentemente fare, che non abbia già fatto. Sono in una fase un po' strana adesso, ma mi metto all'opera se trovo qualcosa di interessante.


Voy, Voyager, Lon Suder, Brad Dourif, Intervista, TG TREK Star Trek News Novità Notizie



Fonte: StarTrek.Com





Commenta la news di TG TREK sul forum di Star Trek Italia!


Nessun commento :

Posta un commento

Che ne pensi?