TV canadese: "Star Trek: Discovery" ha violato le regole della fascia protetta |   TG TREK - Star Trek News Italia  

Header

domenica 22 aprile 2018

TV canadese: "Star Trek: Discovery" ha violato le regole della fascia protetta

Curiosità, Discovery, DSC, TG TREK Star Trek News Novità Notizie

Star Trek: Discovery è la prima serie nella storia di Star Trek ad essere distribuita direttamente in streaming, sia negli USA (su CBS All Access) sia in altri 188 paesi grazie a Netflix. Questo la rende meno soggetta ai vincoli tradizionali che regolano le trasmissioni sulla TV in chiaro per un pubblico generalista.

Tuttavia questi vincoli giocano ancora un ruolo di peso in Canada (paese dove proprio in questi giorni si gira la serie) perché Discovery viene trasmessa sul canale TV tradizionale Space channel, la domenica alle ore 20,00.

Il CBSC (cioè il Canadian Broadcast Standards Council, una sorta di AgCom per noi Italiani) ha rilevato una violazione del codice televisivo nell'episodio Scegli il tuo dolore, trasmesso il 15 ottobre su Space.


L'organo di controllo canadese ha accusato Space di aver mandato in onda uno spettacolo contenente violenza e linguaggio inappropriato "inteso per un pubblico adulto", pertanto da trasmettersi obbligatoriamente nella fascia oraria che va dalle 21,00 alle 6,00.

La difesa di Space


Scegli il tuo dolore è il primo episodio di Star Trek in cui un personaggio pronuncia la parola "cazzo" [in realtà, è il secondo: la pronuncia anche il Leonardo da Vinci olografico nella puntata di Star Trek: Voyager Il patto dello Scorpione, ma in quel caso è stata pronunciata in italiano e quindi non è entrata nei radar della censura USA. Nel doppiaggio italiano la battuta si è persa - N.d.t.].

La battuta che ha fatto infuriare la CBSC è stata: "E' una cazzo di figata", pronunciata dal cadetto Sylvia Tilly e ripetuta poco dopo dal Tenente Paul Stamets. In quello stesso episodio si vedono anche scene di lotta e di tortura a bordo della nave-prigione Klingon in cui si trovano Lorca, Mudd e Tyler.


Curiosità, Discovery, DSC, TG TREK Star Trek News Novità Notizie


Space ha risposto al messaggio di protesta inviata da CBSC motivando così la decisione di mandare ugualmente in onda alle 20,00, senza censure, l'episodio in questione:

Abbiamo visto l'episodio prima di mandarlo in onda e Space comprende bene che l'uso del termine "cazzo" è a dir poco sorprendente per un franchise che in 51 anni di storia ha sempre proposto dei contenuti puliti. Star Trek ha una fanbase molto leale e appassionata e avendo valutato il contesto in cui quel termine è stato usato, abbiamo deciso di trasmettere ugualmente l'episodio senza tagli o censure per offrire al pubblico di Space il prodotto che si aspetta di vedere.


Dura lex, sed lex


Ma la legge è legge e la CBSC è rimasta ferma nella sua posizione: Space ha violato il codice televisivo non censurando la parolaccia o comunque non avendo modificato il palinsesto in modo da trasmettere l'episodio dopo le ore 21,00. Ovviamente c'è anche un problema con le scene di violenza, come sottolinea ancora il comunicato:

La maggior parte dei giudici ha concluso che, considerando il vasto numero di scene violente presenti nell'episodio, il programma era da intendersi esclusivamente rivolto ad un pubblico adulto e pertanto andava trasmesso dopo le ore 21,00.


Curiosità, Discovery, DSC, TG TREK Star Trek News Novità Notizie


Come rimediare? La CBSC ha stabilito che durante le prossima settimana, due volte durante la prima serata, il canale Space debba trasmettere il seguente comunicato:

Il Canadian Broadcast Standards Council ha rilevato una violazione del codice etico televisivo perpetrata da Space il 15 ottobre 2017 alle ore 20,00 durante la messa in onda di Star Trek: Discovery. Il programma conteneva linguaggio scurrile e scene di violenza adatte al solo pubblico adulto e quindi da trasmettersi dopo le ore 21,00 come stabilito dal punto 10 e dall'articolo 3 del codice etico. Era richiesto altresì l'uso di un'icona da far apparire all'inizio del programma per classificarlo come adatto ad un pubblico adulto, in ottemperanza all'articolo 4 del codice.


Dal canto suo Space ha fatto sapere al blog TrekMovie che accetterà la decisione della CBSC ma è inevitabile chiedersi, a questo punto, se questo incidente di percorso porterà l'emittente canadese a modificare il suo palinsesto con l'arrivo della seconda stagione di Discovery.

Se Space decidesse di continuare a trasmettere la serie alle ore 20,00 probabilmente finirebbe per incappare nuovamente in problemi simili con l'autorità di controllo, a meno di non ricorrere a tagli e censure. L'unica alternativa sarebbe spostare Discovery alle ore 21,00 o comunque in seconda serata.


Star Trek e la censura: una lunga storia


Se pensate che Discovery sia la prima serie di Star Trek ad incappare in una situazione di questo tipo, a causa del suo stile più contemporaneo... be', "Frenate i bollenti spiriti!" (come direbbe Tilly!) perché problemi simili non hanno risparmiato neppure la Serie Originale.

Ad esempio, la NBC ebbe da ridire sull'episodio TOS Umiliati per forza maggiore a causa del famoso bacio interraziale tra Kirk e Uhura. Sebbene negli USA la cosa riuscì ugualmente a passare dalle maglie della censura, in UK l'episodio venne bollato come inappropriato.

Il problema non fu il bacio ma la "natura sadica" della storia, ritenuta inadatta ad un pubblico giovane. Altri tre episodi della Serie Classica furono bollati come inappropriati per lo stesso motivo: si tratta di Il sogno di un folle, Il diritto di sopravvivere e Miri.


Curiosità, Discovery, DSC, TG TREK Star Trek News Novità Notizie


In Germania invece non venne trasmesso l'episodio Gli schemi della forza, per via del tema trattato e della rappresentazione del partito nazista. E' stato doppiato in tedesco solo nel 1995, per il mercato Home Video.

Anche The Next Generation ha avuto la sua dose di problemi: sempre in UK, la scena dell'episodio Programma: sogno in cui Data accoltella la povera Troi sollevò delle proteste e venne in seguito tagliata dal montaggio per la trasmissione in chiaro.

Proteste suscitò in UK e in Irlanda anche l'episodio I terroristi di Rutia, che inizialmente non venne proprio trasmesso perché si lasciava intendere che la riunificazione dell'Irlanda fosse avvenuta attraverso atti terroristici.

Secondo lo sceneggiatore Ron Moore, anche Deep Space Nine è stato censurato da almeno un'emittente degli Stati Uniti meridionali quando è stato trasmesso l'episodio Riuniti, a causa del bacio omosessuale fra Jadzia Dax e la Dottoressa Lenara.

Infine un caso recente si è verificato nel 2004 con l'episodio di Star Trek: Enterprise intitolato Il Messaggero: la UPN ha ritagliato l'immagine di una scena che mostrava T'Pol nuda, ripresa di schiena. La cosa buffa è che la versione integrale di quella stessa scena è andata in onda senza alcun problema in Canada.


Curiosità, Discovery, DSC, TG TREK Star Trek News Novità Notizie




Fonte: TrekMovie




Commenta la news di TG TREK sul forum di Star Trek Italia!


Articoli che potrebbero interessarti