Aaron Harberts sul look dei Klingon: "Con la stagione due cercheremo di dare delle risposte" |   TG TREK - Star Trek News Italia  

Header

venerdì 4 maggio 2018

Aaron Harberts sul look dei Klingon: "Con la stagione due cercheremo di dare delle risposte"

WonderCon18, Klingon, DSC, Discovery, Canon, Intervista, TG TREK Star Trek News Novità Notizie

Come forse saprete se avete seguito TG TREK nell'ultimo periodo, i produttori e showrunner di Star Trek: Discovery, Aaron Harberts e Gretchen J. Berg, hanno partecipato il mese scorso al WonderCon 2018 dove hanno spiegato i segreti del making of della serie.

Intervistati dai giornalisti a termine della conferenza (qui trovate le dichiarazioni raccolte da TrekMovie) i due hanno risposto anche alle domande dell'inviato di ThatHashtagShow che li ha incalzati su due dei punti più controversi di Discovery: l'aderenza al canon e l'aspetto dei Klingon.


E' noto che Gretchen ed Aaron sono dei fan di Star Trek e ogni scelta volta a modificare qualcosa non è mai stata presa a cuor leggero.

Nonostante la priorità sia sempre quella di far funzionare la storia che hanno in mente di raccontare, i due showrunner si dicono ben consapevoli del fatto che i fan si aspettano di avere delle spiegazioni per tutto ciò che non si allinea con quanto visto nelle serie o nei film Trek precedenti.

La natura serializzata di Discovery offre una sorta di scudo a queste critiche, in quanto obbliga il pubblico a non aspettarsi risposte immediate a tutti i dubbi o alle possibili discrepanze che possono sorgere durante la visione di un singolo episodio. Dall'altra parte, questa struttura offre agli autori la possibilità di piantare volutamente dei semi che germoglieranno solo al momento opportuno o di prendere nota, in base alle reazioni del pubblico, di tutti quegli elementi che andranno sviluppati in futuro e che non si possono prendere sottogamba.


WonderCon18, Klingon, DSC, Discovery, Canon, Intervista, TG TREK Star Trek News Novità Notizie
Gretchen J. Berg ed Aaron Harberts, showrunner di Star Trek: Discovery


In Discovery, il nuovo aspetto dei Klingon è proprio uno di quegli elementi sui quali i fan della saga (specie quelli di lunga data) si aspettano di avere un chiarimento ed anche se Harberts e Berg non sono scesi nei dettagli, dalle loro dichiarazioni pare di capire che una qualche spiegazione potrebbe arrivare già nella seconda stagione.

E' bene ricordare che l'aspetto dei Klingon è già stato radicalmente rivoluzionato nel passaggio dalla TOS televisiva a quella cinematografica, fino ad una completa evoluzione nelle serie ambientate nel 24° secolo.

Per anni, questo cambiamento non è mai stato neanche accennato dai personaggi della saga (si è preferito raccontare ai fan la cruda realtà dei fatti: negli anni '60 non c'erano i soldi per fare le creste) e abbiamo dovuto aspettare una battuta di Worf in Deep Space Nine per avere un minimo di contestualizzazione. La risposta vera e propria alla scomparsa e ricomparsa delle creste Klingon è arrivata solo molti anni più tardi, con la serie Star Trek: Enterprise.

A questo proposito, da fan di Star Trek ho sempre trovato strano che il cambiamento dei Romulani da TOS a TNG non abbia mai destato lo stesso scalpore... misteri del fandom!


WonderCon18, Klingon, DSC, Discovery, Canon, Intervista, TG TREK Star Trek News Novità Notizie


Ma tornando ai Klingon, se è stato necessario attendere dal 1967 (anno in cui debuttarono i Klingon nell'episodio Missione di pace) al 2005 (anno in cui è stata spiegata la scomparsa delle creste nell'episodio Divergenze di ENT), allora direi che si possa concedere ancora un po' di tempo agli autori di Discovery prima di imbracciare torce e forconi.


L'Intervista


Ecco il video dell'intervista di ThatHashtagShow ad Aaron Haberts e Gretchen J. Berg, disponibile su YouTube:




Riportiamo la traduzione del punto in cui i due showrunner parlano di canon e di Klingon:


I fan di Star Trek tengono moltissimo al canon e alla continuity e ci sono molti elementi, in questa prima stagione della serie, che sembrano contraddire il canon per poi (verso la fine della stagione) rettificare un po' qualcosa. Quando scrivete le trame delle vostre storie, vi preoccupate di come non infrangere il canon o dite piuttosto: "Questa è la storia che vogliamo raccontare" e solo dopo vi domandate: "Come possiamo giustificarlo?"

E si, direi che la prima cosa è piantare una bandierina sulla storia da raccontare. Abbiamo un sacco di persone nella nostra squadra che sono fan di Star Trek e lo adorano come in chiesa. Quindi non siamo e non agiamo mai da sconsiderati. Ma molte volte penso che ciò che facciamo sia sfidare il canon, quello che conosciamo, e tirare fuori da lì le nostre storie... ma non è mai nostra intenzione scompigliare le carte senza motivo... Prendiamo molto, molto seriamente la serie, la storia che ha alle spalle e l'importanza che tutto questo riveste per molte persone.

- Gretchen J. Berg


Scriviamo le cose con uno spirito di lealtà ma ad un certo punto devi anche dire: "Sfidiamo noi stessi." perché, se non butti giù qualche muro, non puoi andare da nessuna parte. Bisogna essere creativi e domandarsi come aggirare gli ostacoli, come sviluppare certe cose nel tempo e far capire al pubblico che sai cosa stai facendo. Di solito, quando facciamo così, dopo qualche episodio è come dire al pubblico: "Visto? Non c'era sfuggito."

In realtà gli episodi vengono creati come un'unità. Non è che ad un certo punto diciamo "Oh, cavolo. Qui abbiamo sbagliato, ora dobbiamo rimediare." Praticamente sappiamo già dove stiamo andando, man mano che ci arriviamo; è per questo che siamo così eccitati all'idea di girare la seconda stagione, perché ci sono ancora MOLTE domande che proporremo al pubblico.

Sul modo in cui Discovery si inserirà in questa parte della cronologia, ci saranno storie che riguarderanno Michael Burnham e la famiglia vulcaniana che l'ha adottata. Ci sono molte cose, nella nuova stagione, che serviranno a porre saldamente Discovery nel suo posto all'interno della cronologia e del canon, senza sconfessare ciò che ama la gente.

- Aaron Harberts


WonderCon18, Klingon, DSC, Discovery, Canon, Intervista, TG TREK Star Trek News Novità Notizie


Su questo punto (visto che la gente mi odierebbe se non ve lo chiedessi)... l'ammodernamento dei Klingon è stato uno stravolgimento enorme; una delle domande che gli appassionati si chiedono spesso è se prima o poi spiegherete questa modifica dal punto di vista del canon. Avete già programmato di fornire una spiegazione per questo oppure no, perché si tratta solo di un cambiamento estetico ricercato di proposito?

Ma sai, il nuovo aspetto dei Klingon è qualcosa che Alex [Kurtzman] e Brian [Fuller] avevano già deciso e portato molto avanti, quando siamo subentrati noi. Personalmente, dal mio punto di vista, dato che sono arrivata quando il processo era già iniziato, l'ho trovata un'idea bellissima e affascinante ed è normale che ognuno abbia la sua opinione in merito. Penso che anche noi continueremo a... ricordatevi che la prima stagione è ambientata durante una guerra, cioè un periodo temporale molto specifico. Perciò man mano che ci allontaneremo da quel punto potrebbe nascere un'ulteriore evoluzione dei Klingon, a patto che sia sempre guidata da una storia. Però i nostri Klingon sono i nostri Klingon, sono così. E mi piacciono, mi piacciono molto.

- Gretchen J. Berg


Noi difendiamo quella scelta. Voglio dire, c'è sempre qualcosa di divisivo... però, sai, d'altro canto, man mano che andremo avanti con la seconda stagione e vedremo nuovamente i Klingon, potrebbe nascere qualche opportunità per fare esattamente ciò di cui abbiamo parlato, cioè vedere come spiegare determinati elementi. Non vogliamo cancellare quel look, ci piace e lo difendiamo. Però, come dire, faremo il possibile per rispondere a certe domande ma, al di là di questo, non si può piacere a tutti.

- Aaron Harberts



Fonte: ThatHashtagShow




Commenta la news di TG TREK sul forum di Star Trek Italia!


Articoli che potrebbero interessarti