[INTERVISTA] Rick Berman racconta come trasformava in registi gli attori di Star Trek |   TG TREK - Star Trek News Italia  

Header

lunedì 2 luglio 2018

[INTERVISTA] Rick Berman racconta come trasformava in registi gli attori di Star Trek

Rick Berman, Curiosità, Intervista, Jonathan Frakes, The Next Generation, TNG, TG TREK Star Trek News Novità Notizie

Cos'hanno in comune Jonathan Frakes (Riker), Avery Brooks (Sisko), Roxann Dawson (Torres), Rene Auberjonois (Odo), Michael Dorn (Worf), Gates McFadden (Crusher), LeVar Burton (La Forge), Patrick Stewart (Picard), Andrew Robinson (Garak), Robert Duncan McNeill (Paris), Tim Russ (Tuvok) e Robert Picardo (MOE)?

Non solo il fatto di aver recitato in The Next Generation, Deep Space Nine, Voyager e/o Enterprise ma anche di aver diretto alcuni episodi di quelle serie.

Per farlo, ciascuno di loro - partendo da Frakes - ha dovuto per prima cosa frequentare una speciale "scuola da registi" il cui preside (per così dire) è stato per anni Rick Berman, produttore esecutivo di TNG, DS9, VOY ed ENT.

A Berman si deve infatti l'idea di questo programma non-ufficiale di avviamento alla professione di regista che ha portato alcuni attori di Star Trek ad abbracciare una nuova vita dietro le telecamere, cosa che è particolarmente vera per Frakes, Dawson, Burton e McNeill (piuttosto richiesti ad Hollywood) mentre Russ si è specializzato in cortometraggi e produzioni indie.

Il sito ufficiale StarTrek.Com ha contattato Rick Berman in persona per parlare con lui di questa esperienza.


Come, quando e perché è stata avviata questa speciale scuola di regia?

Jonathan Frakes, al quale ero molto legato personalmente e professionalmente, si è dimostrato sin da subito interessato a dirigere. Eravamo nel periodo della seconda stagione di TNG. Per me era una situazione un po' rischiosa, che presentava delle insidie: cosa fai se l'episodio diretto dall'attore risulta mediocre? Ma d'altra parte, riconoscevo che gli attori erano dei candidati davvero molto buoni per dirigere una serie episodica, semplicemente perché la loro vita si svolgeva già sul set. Vedevano già tutto quello che succedeva dal punto di vista tecnico e - essendo attori - avevano anche una grande consapevolezza delle dinamiche drammatiche e parlavano il linguaggio degli attori.

In un certo senso, erano potenzialmente avvantaggiati rispetto ai registi "tecnici": ci sono eccezioni a questa regola ma, se un cameraman o un assistente alla regia devono dirigere qualcosa, sono preparati da un punto di vista tecnico ma non sempre parlano il linguaggio degli attori e sanno farsi capire da quel punto di vista.

Rick Berman, Curiosità, Intervista, Jonathan Frakes, The Next Generation, TNG, TG TREK Star Trek News Novità Notizie
Rick Berman
Non capiscono per forza come trattare con gli attori, spiegandogli cosa vogliono ottenere dai loro personaggi. È più facile per un attore che fa il regista parlare col direttore della fotografia o col fonico o con lo scenografo ed ottenere informazioni di natura tecnica piuttosto che per un assistente alla regia capire come spiegare ad un attore il tipo di performance che si aspetta da lui.

Quindi, per me gli attori erano dei candidati assolutamente decenti per cimentarsi alla regia ma, quello che ho detto a Jonathan è stato: "Devi trovare il tempo di seguire altri registi, diventando la loro ombra. Devi trovare il tempo per osservare da vicino l'intero processo - dalla sceneggiatura alla preproduzione e tutto il lavoro preparatorio che di solito fa un regista - per seguire tutto passo-passo, giorno per giorno fino alla sala di montaggio."

Non era una richiesta semplice, perché gli attori erano già molto impegnati e non avevano tempo per fare tutto questo. Trovava il tempo solo chi era davvero interessato. Penso che, chi aveva davvero una passione per questo settore, trovava il tempo di impegnarsi perché capiva che era nel suo interesse farlo.

Ad un certo punto - che si trattasse di Jonathan, di me o di qualcun altro - tutto questo processo è divento famoso col nome di "scuola", che si doveva frequentare prima di ottenere un incarico da regista vero e proprio.

Chi frequentava la scuola, anche se era occupato ed aveva pagine e pagine di copione da imparare per questo o quell'episodio, il tempo per studiare lo trovava durante la pausa pranzo, prima di attaccare a lavorare, tra una scena e l'altra in cui non doveva recitare.


Come sono stati scelti i registi che gli attori dovevano seguire come un'ombra? O erano semplicemente quelli che si trovavano al momento sul set?

Erano quelli che stavano già lavorando con noi, ma ovviamente per gli attori era meglio affiancarsi a quelli più incisivi e con più cose da insegnare. C'erano registi a cui non fregava proprio niente se un attore li pedinava e ce n'erano altri che invece si spendevano molto per aiutarli ad imparare e per rispondere alle loro domande.

Rick Berman, Curiosità, Intervista, Jonathan Frakes, The Next Generation, TNG, TG TREK Star Trek News Novità Notizie
I primi tempi, c'erano Corey Allen ed altri registi che conoscevo abbastanza bene da sapere che avrebbero accettato volentieri di fare da mentore agli attori, specialmente a Jonathan che è stato il primo alunno. Ho personalmente incoraggiato Jonathan a passare più tempo possibile con quel regista. Dopo vari episodi girati mentre frequentava questa scuola - lavorando al fianco dei registi su sceneggiature, preproduzione, riprese e montaggio - parlando sia con i registi che avevano fatto da mentore sia con la gente sul set e col direttore della fotografia, capì che Jonathan era sufficientemente preparato e gli abbiamo affidato il suo primo incarico. Ha fatto centro, ha fatto un ottimo lavoro, e questo ovviamente ha aperto le porte ad altri incarichi.

Oggi accendi la TV e capita spesso di leggere il nome di un attore della serie come regista ma guardate che è difficile farlo se, allo stesso tempo, devi essere in scena, ti devi preparare, devi essere truccato, devi indossare gli abiti del tuo personaggio… ma si cerca il modo di riuscirci.


In generale, molti degli attori diventati registi hanno poi diretto degli episodi con una bella sceneggiatura. In base a quale criterio si sceglieva la sceneggiatura da affidare all'attore-regista? C'era una sorta di turnazione da regista a regista o era del tutto casuale?

No, in realtà non c'era alcuna turnazione dei registi: era solo questione di fortuna se, nel sorteggio, all'attore capitava una sceneggiatura piuttosto che un'altra.


Rick Berman, Curiosità, Intervista, Jonathan Frakes, The Next Generation, TNG, TG TREK Star Trek News Novità Notizie


Il "corso di regia" che ci ha appena descritto si è evoluto nel corso degli anni, da serie a serie, o la procedura che avete stabilito per Jonathan Frakes è rimasta sempre la stessa fino alla fine? 

Sostanzialmente è rimasta uguale fino all'ultimo. Dovete pensare che questi attori spesso passano centinaia di giorni all'anno sul set, osservando i cameramen, i tecnici delle luci, come vengono preparate le riprese, quante riprese ci vogliono per ottenere una bella scena e quante sarebbero invece troppe, al punto da causare ritardi nella produzione.

Imparano osservando e osservano tutto, costantemente, perché la loro vita si svolge sul set. Devono imparare molto di più ma il processo di apprendimento è piuttosto basilare, quindi non penso che abbiamo mai cambiato approccio negli anni o da serie a serie.


Rick Berman, Curiosità, Intervista, Jonathan Frakes, The Next Generation, TNG, TG TREK Star Trek News Novità Notizie


12 attori che avete avviato alla professione sono in effetti diventati registi. Come la fa sentire questo?

Sono contento di aver offerto a tutti questa opportunità. Lasciatemi dire che Jonathan è stato il primo e - ritengo - probabilmente il migliore nell'ambito di Star Trek. Ha diretto due dei nostri film e poi è stato il regista di altri film ancora e di molti episodi di altre serie televisive. Dopo Jonathan, direi che i nomi di maggior successo che mi vengono subito in mente - ma sono arrivati anni dopo - sono quelli di LeVar Burton, Robbie Duncan McNeill e Roxann Dawson, che hanno svolto un lavoro mirabile e hanno proseguito questa carriera in numerose altre produzioni TV.

Questi quattro attori che ho nominato, ma non solo loro, hanno anche diretto serie di Star Trek diverse da quelle in cui hanno recitato. Per esempio, Jonathan ora ha diretto Discovery.


Rick Berman, Curiosità, Intervista, Jonathan Frakes, The Next Generation, TNG, TG TREK Star Trek News Novità Notizie


Quanto è orgoglioso di averli aiutati a diventare registi? Immagino che sia una bella sensazione e che gli attori le siano riconoscenti.

Oh si, credo che siano tutti molto riconoscenti e questo mi riempie di gioia. In particolare per Jonathan, che è ancora un mio carissimo amico. Sono molto fiero di averlo accompagnato in questo percorso e che abbia dato l'esempio ad altri, perché ogni aspirante attore-regista sa che deve fare ciò che ha fatto Jonathan e sa cos'ha fatto Jonathan per ottenere risultati.


Nel caso di Roxann, Robbie, LeVar e qualche altro, è bello sapere di averli aiutati a fare carriera facendogli scoprire una nuova vocazione. Recitare è un'attività transitoria, perciò diversificare la carriera non è solo un aiuto creativo ma porta vantaggi economici. Quindi, sono molto felice per loro come lo sono per tutti quegli attori che hanno cominciato a lavorare con noi e poi hanno avuto grande successo.

Rick Berman, Curiosità, Intervista, Jonathan Frakes, The Next Generation, TNG, TG TREK Star Trek News Novità NotizieParlo di persone come Dwayne Johnson, che penso abbia recitato per la prima volta in Voyager e adesso è una star cinematografica di fama mondiale. E potrei dire lo stesso di Tom Hardy, che prima di La Nemesi aveva avuto solo parti da due o tre battute e ora è anche lui un attore hollywoodiano molto rinomato. E' una bella soddisfazione pure questa.

Ci vuole anche fortuna ma è bello sapere di aver dato quella prima spinta a chi è riuscito a capitalizzarla e usarla per costruirci su una carriera, col proprio talento.


***


Per approfondire, leggi gli altri articoli sulla scuola di regia "Trek" di Rick Berman e gli attori che l'hanno frequentata!



Fonte: StarTrek.Com




Commenta la news di TG TREK sul forum di Star Trek Italia!


Nessun commento :

Posta un commento

Che ne pensi?