[SDCC18] Il cast di "Star Trek: Discovery" risponde ai giornalisti nell'incontro riservato alla stampa |   TG TREK - Star Trek News Italia  

Header

domenica 22 luglio 2018

[SDCC18] Il cast di "Star Trek: Discovery" risponde ai giornalisti nell'incontro riservato alla stampa

Intervista, DSC, Discovery, Comic-Con, Alex Kurtzman, Doug Jones, Saru, Culber, Stamets, Wilson Cruz, Anthony Rapp, L'Rell, Mary Chieffo, Pike, Anson Mount, Rebecca Romijn, TG TREK Star Trek News Novità Notizie

Poco dopo il panel di Star Trek: Discovery, tenutosi nel rinomato Padiglione H del San Diego Comic-Con, il cast di Discovery ha partecipato alla conferenza stampa riservata ai giornalisti, approfondendo un po' di più i temi toccati durante l'incontro col pubblico.


Un Capitano Pike un po' diverso da quello de "Lo Zoo di Talos"


Basandosi sulla descrizione che ne fa il produttore esecutivo Alex Kurtzman, sembra che il Capitano Pike che vedremo in Discovery non sarà esattamente lo stesso personaggio schiacciato dal peso del comando che abbiamo conosciuto nell'episodio Lo Zoo di Talos (i cui eventi, secondo la cronologia della saga, sono accaduti 3 anni prima dell'inizio della seconda stagione di DSC):

Quello che adoro di Pike, che penso provenga da ciò che mi ha trasmesso l'interpretazione di Jeffrey Hunter - e per certi versi anche quella del Capitano Pike visto nei film - è che si tratta di un uomo gentile ma con un'enorme carica di autorevolezza, che sa chiedere scusa quando sbaglia. Sotto molti punti di vista, in questo senso rappresenta l'esatto opposto di Lorca.


Anson Mount, che interpreterà il Capitano Pike in Discovery, è ben consapevole del tipo di eredità che porterà avanti:

Bisogna stare molto attenti alle tracce che si lasciano strada facendo, perché rimarranno lì per molto tempo... Pike doveva essere il volto originale che Roddenberry aveva pensato per rappresentare la Flotta Stellare. Io so solo che in lui vedo un ottimismo eccezionale ed un gran cuore. E' qualcuno che probabilmente ha avuto dei buoni maestri.


Intervista, DSC, Discovery, Comic-Con, Alex Kurtzman, Doug Jones, Saru, Culber, Stamets, Wilson Cruz, Anthony Rapp, L'Rell, Mary Chieffo, Pike, Anson Mount, Rebecca Romijn, TG TREK Star Trek News Novità Notizie


Conosceremo meglio la Numero Uno


Il primo ufficiale di Pike, interpretato originariamente da Majel Barrett-Roddenberry nel primo episodio pilota di Star Trek del 1964, sarà adesso interpretato dall'attrice Rebecca Romijn (X-Men).

Kurtzman ha spiegato brevemente cosa aspettarci da questo personaggio:

Penso che ciò che ha trasmesso Majel [con la sua interpretazione della Numero Uno] nella Serie Classica sia un senso di grande autorevolezza e sicurezza di sé, oltre che un evidente legame col Capitano Pike che avrebbe potuto indicare varie cose. Ed è li che andremo a scavare. E' divertente vedere Rebecca cimentarsi in questo ruolo, prima di tutto perché vedere gli attori arrivare sul set con indosso le uniformi stile TOS è stato veramente incredibile, ma poi è uno schema cromatico così diverso da quello di Discovery che, vedendoli tutti lì, si ha questa sensazione fantastica di reinterpretare l'originale, onorandolo allo stesso tempo.

Quello che mi fa impazzire delle interpretazioni di Anson e Rebecca è che riescono ad infondere a questi personaggi uno spessore che, per ovvi motivi, non è stato possibile esplorare all'epoca, considerando quanto poco tempo sono apparsi sullo schermo.


Kurtzman ha chiosato con una considerazione da nerd:

Ed ovviamente c'è un valore aggiunto, per un fanboy come me, dato dal fatto che Rebecca ha recitato nel film degli X-Men.


Intervista, DSC, Discovery, Comic-Con, Alex Kurtzman, Doug Jones, Saru, Culber, Stamets, Wilson Cruz, Anthony Rapp, L'Rell, Mary Chieffo, Pike, Anson Mount, Rebecca Romijn, TG TREK Star Trek News Novità Notizie
A sinistra: Majel Barrett-Roddenberry interpreta la "Numero Uno" di Pike.  
A destra: Rebecca Romijn, in una scena di The Librarians


Il passato di Saru


Doug Jones era molto emozionato all'idea di parlare dei piani futuri sul suo personaggio, il Kelpiano Saru. Purtroppo non poteva scendere troppo nei dettagli:

Fino a questo momento, sono l'unico Kelpiano che abbiate mai visto in questo universo. Si, certo, c'erano anche nell'Universo dello Specchio, ma quelli erano per cena.

Credo che la parola chiave di quest'anno sia "evoluzione". Visiteremo il mio pianeta natale, vedrete qualche membro della mia famiglia, scopriremo da dove viene Saru, come è diventato la persona che è, perché convive con la paura, chi sono i predatori che gli danno la caccia e tutto questo genere di cose.


Intervista, DSC, Discovery, Comic-Con, Alex Kurtzman, Doug Jones, Saru, Culber, Stamets, Wilson Cruz, Anthony Rapp, L'Rell, Mary Chieffo, Pike, Anson Mount, Rebecca Romijn, TG TREK Star Trek News Novità Notizie


Ritorno alle origini


La produttrice esecutiva Heather Kadin, rispondendo ad una domanda dell'inviato del blog ThatHashtagShow, ha aggiunto:

La cosa bella è che visiteremo il pianeta di Saru nel secondo episodio per una missione. Stiamo tracciando dei segnali che ci porteranno in posti dove non siamo mai andati prima e questo ci darà la possibilità di sbarcare ed andare in giro ad esplorare molto di più [che nella prima stagione]. E' molto bello ed in un certo senso, avremo la possibilità di fermarci ed apprezzare nuove culture.


Intervista, DSC, Discovery, Comic-Con, Alex Kurtzman, Doug Jones, Saru, Culber, Stamets, Wilson Cruz, Anthony Rapp, L'Rell, Mary Chieffo, Pike, Anson Mount, Rebecca Romijn, TG TREK Star Trek News Novità Notizie


In qualche modo il Dr. Culber tornerà


Wilson Cruz non ha mancato di far notare che la sua sola presenza al panel di Discovery è la prova tangibile che Culber tornerà ad essere un personaggio della nuova stagione, in carne ed ossa, non semplicemente come flashback o visione occasionale per i soli occhi del Tenente Stamets.

Dopo aver rassicurato i fan sulle buone condizioni del suo collo (riferendosi alla brutale dipartita subìta per mano di Voq/Tyler nell'episodio Vostro malgrado), Cruz ha detto:

Penso che conosceremo molte più cose su questi due uomini [Stamets e Culber], sia come coppia che a livello individuale. Si scaverà a fondo nella loro relazione e nei loro personaggi.


Intervista, DSC, Discovery, Comic-Con, Alex Kurtzman, Doug Jones, Saru, Culber, Stamets, Wilson Cruz, Anthony Rapp, L'Rell, Mary Chieffo, Pike, Anson Mount, Rebecca Romijn, TG TREK Star Trek News Novità Notizie


Il collega e amico di Cruz, Anthony Rapp, che nella serie rappresenta l'altra metà della coppia nei panni di Paul Stamets, ha lanciato un piccolo indizio su come potrebbe resuscitare il Dr. Culber. Le risposte sono dentro la rete del micelio:

La fonte d'ispirazione è la scienza vera, quella che ha spiegato il Dr. Paul Stamets - il micologo realmente esistente - che studia la natura del micelio e ha espresso le sue teorie su come essa interagisca con la materia presente nell'universo.


La Cancelliera Klingon L’Rell


Quando si è conclusa la prima stagione, L'Rell teneva letteralmente in pugno l'Impero Klingon usando, come deterrente, il detonatore collegato alla micidiale bomba posizionata nel cuore sotterraneo di Qo'noS (per gentile concessione di Michael Burnham).

L'Attrice Mary Chieffo ha spiegato in che direzione procederà adesso la sua storia:

Adesso ho ottenuto un po' di potere all'interno dell'Impero. Sono il Cancelliere e faccio del mio meglio per tenere viva la visione di T’Kuvma. Ma è un percorso pieno di insidie perché i patriarchi si comportano da patriarchi e spesso fanno certe cose, quando se la prendono con le donne (ride). Ma lasciando perdere questo, penso che vedrete il lato grandioso delle cose, chi comanda, ma anche il lato più umano ed emotivo.


Intervista, DSC, Discovery, Comic-Con, Alex Kurtzman, Doug Jones, Saru, Culber, Stamets, Wilson Cruz, Anthony Rapp, L'Rell, Mary Chieffo, Pike, Anson Mount, Rebecca Romijn, TG TREK Star Trek News Novità Notizie


Niente più Universo dello Specchio


Pare che il Mirror Universe sia un capitolo chiuso, ma Kurtzman non esclude scorribande in altre realtà parallele:

Penso che, per noi, visitare l'anno scorso l'Universo dello Specchio sia servito allo scopo, estremamente specifico, di sviluppare un personaggio. Nel senso che, nella prima parte della stagione, dovevamo mandare completamente sottosopra la vita di Michael Burnham… perciò, ogni scelta che facciamo, parlando di universi, non è semplicemente per dire: "Ehi, facciamolo perché è figo", ma lo facciamo perché può essere un bel percorso da seguire per un personaggio. Quindi, non vedo questa nuova stagione tanto adatta a visitare universi alternativi, quanto piuttosto a far crescere i personaggi seguendo questa direzione. Comunque, certamente l'ipotesi di visitare altri universi resta aperta.




Un po' di Serie Classica nella seconda stagione


La scena nel turbo ascensore, che si vede alla fine del trailer mostrato al Comic-Con, indica chiaramente che nei nuovi episodi ci sarà spazio per momenti più leggeri.

Spiega Kurtzman:

C'è molto più divertimento in questa stagione. Voglio dire, è ovvio che l'anno scorso c'era una guerra da raccontare e non potevamo fermarci ad inserire momenti umoristici quando in ballo c'erano questioni di vita o di morte, con cui i nostri personaggi dovevano confrontarsi ogni giorno.

A livello di toni, adesso il nostro equipaggio ha uno spazio diverso in cui muoversi ed anche se la posta in gioco rimarrà alta, avremo la possibilità di inserire momenti più leggeri ed umoristici che serviranno comunque a far aprire, poco a poco, questi personaggi ed esplorare i loro rapporti con tempistiche che, semplicemente, prima non erano possibili. Sento che, come tono della narrazione, questa stagione sarà più positiva senza rinunciare ad episodi estremamente densi e drammatici.

Vi accorgerete da voi che già nel primo episodio ci sarà un equilibrio più solido fra momenti umoristici stile TOS e la drammaticità delle grandi sfide, più in linea con le versioni moderne di Star Trek.


Intervista, DSC, Discovery, Comic-Con, Alex Kurtzman, Doug Jones, Saru, Culber, Stamets, Wilson Cruz, Anthony Rapp, L'Rell, Mary Chieffo, Pike, Anson Mount, Rebecca Romijn, TG TREK Star Trek News Novità Notizie


Canon al primo posto


Ad Alex Kurtzman è stato chiesto se ha mai ceduto alla tentazione di ignorare il canon e basta. Il produttore esecutivo ha risposto che è chiaro che non è mai successo e lo staff comprende benissimo alcune delle preoccupazioni che affliggono i fan, su questo punto:

Non siamo mai stati tentati di dire, "Chissenefrega, facciamo come ci pare". Però è una sfida continua con noi stessi, nella sala degli autori, per capire fino a che punto possiamo spingerci ai confini del canon senza oltrepassarli. E questo poi significa contestualizzare cose come il motore a spore, che ovviamente nessuno ha mai sentito nominare prima di Discovery, o perché Spock non abbia mai detto di avere una sorella. Sono questioni enormi da affrontare, veramente.

Ma ci accorderemo con il canon e risponderemo a queste domande… penso che la chiave per riuscirci sia farlo apparire al pubblico come qualcosa di inevitabile, ma anche totalmente inaspettato e, se andrà tutto bene, capirete alla fine della stagione perché tutte queste cose non sono mai state dette prima.


Intervista, DSC, Discovery, Comic-Con, Alex Kurtzman, Doug Jones, Saru, Culber, Stamets, Wilson Cruz, Anthony Rapp, L'Rell, Mary Chieffo, Pike, Anson Mount, Rebecca Romijn, TG TREK Star Trek News Novità Notizie


***

Per conoscere tutte le novità del San Diego Comic-Con 2018, vi consiglio di leggere anche questi articoli.



Fonte: TrekMovie, ThatHashtagShow




Commenta la news di TG TREK sul forum di Star Trek Italia!


Articoli che potrebbero interessarti