Nuove alleanze per CBS: dopo Netflix, "Star Trek: Discovery" sbarca su Amazon Prime |   TG TREK - Star Trek News Italia  

Header

mercoledì 22 agosto 2018

Nuove alleanze per CBS: dopo Netflix, "Star Trek: Discovery" sbarca su Amazon Prime

CBS, CBS All Access, Amazon Prime, Netflix, Discovery, DSC, TG TREK Star Trek News Novità Notizie

Dopo un periodo di sperimentazione che il CEO di CBS definisce "un successo", i contenuti della piattaforma streaming CBS All Access (inclusa Star Trek: Discovery) adesso sono a tutti gli effetti disponibili anche su Amazon Prime, per chi risiede in America.


Da oggi, gli utenti americani potranno vedere i contenuti della piattaforma streaming CBS All Access direttamente su Amazon Prime Video, sottoscrivendo esattamente lo stesso tipo di abbonamento richiesto da CBS ($ 5,99 al mese per l'accesso ai contenuti con l'inserimento di spot pubblicitari o $9,99 senza pubblicità, o quasi).

Il vantaggio per l'utente finale sarà quello di accedere ai contenuti di Amazon Prime Video ed a quelli della libreria CBS utilizzando un'unica app, quella di Amazon.

L'Amministratore Delegato di CBS, Les Moonves, ha commentato così questa scelta con gli analisti di Wall Street:

Amazon si è dimostrata un tramite stupefacente per far crescere i nostri abbonati. Sono stati in cima alla lista e ci piace come lavorano. Si può affermare che otteniamo più da loro che da qualsiasi altro nostro partner commerciale.


Le prospettive di crescita per CBS sembrano davvero rosee, tanto che le previsioni per il 2020 - sommando insieme gli abbonati ad All Access e Showtime  - sono cresciute da 8 a 16 milioni di potenziali sottoscrittori.

Anche altri big del settore come HBO e Starz hanno pubblicamente dichiarato che il canale Amazon Prime Video ha dato grandissima visibilità alle loro produzioni, migliorando di molto i loro risultati.

CBS, CBS All Access, Amazon Prime, Netflix, Discovery, DSC, TG TREK Star Trek News Novità Notizie
Se davvero Amazon Prime sta ottenendo risultati migliori di altri partner, CBS potrebbe ragionevolmente decidere di distribuire su quella piattaforma alcune delle nuove produzioni di Star Trek messe recentemente in cantiere da Alex Kurtzman (inclusa la nuova serie o miniserie col Capitano Picard) bypassando Netflix, che attualmente detiene i diritti di trasmissione per Star Trek: Discovery al di fuori del territorio USA.

In ogni caso, come è stato chiarito dagli stessi vertici CBS, le produzioni che si configurano espressamente come spin-off di Discovery (per esempio i quattro Short Treks che vedremo in autunno) fanno parte dell'accordo con Netflix e continueranno ad essere distribuiti lì, insieme alle nuove stagioni della serie madre.

Va inoltre ricordato che la possibilità di sottoscrivere l'abbonamento a CBS All Access direttamente su Amazon Prime Video, attualmente è riservata ai soli utenti residenti in America, dove Netflix non distribuisce Star Trek: Discovery.

Pertanto, quando l'AD di CBS loda i buoni risultati ottenuti su Amazon Prime, si riferisce al mercato interno Americano: è ovvio che Netflix, distribuendo Discovery a livello internazionale, offre un bacino di utenza molto maggiore. Il punto è che l'abbonamento a Netflix non fa crescere il conteggio degli abbonati a CBS All Access (dato che interessa agli investitori CBS), a differenza del sistema messo a punto da Amazon Prime Video in cui ci si abbona comunque alla piattaforma streaming di CBS, pur rimanendo all'interno di Amazon (che fa sostanzialmente da vetrina).



Fonte: Deadline


---

La sezione commenti arriva subito, dopo la pubblicità!

---





Commenta la news di TG TREK sul forum di Star Trek Italia!


Nessun commento :

Posta un commento

Che ne pensi?