La NASA dedica una costellazione alla USS Enterprise di 'Star Trek'! |   TG TREK - Star Trek News Italia  

Header

giovedì 25 ottobre 2018

La NASA dedica una costellazione alla USS Enterprise di 'Star Trek'!

Enterprise, scienza, Nasa, Curiosità, TG TREK Star Trek News Novità Notizie

Non si tratta di un nome "ufficiale", ma la "USS Enterprise" è stata annoverata fra le nuove 21 costellazioni scovate grazie al telescopio spaziale Fermi.


Dato che il telescopio Fermi rileva oggetti che emettono raggi gamma dalle più remote profondità dello spazio, purtroppo la costellazione dedicata alla nave del Capitano Kirk non è visibile ad occhio nudo, ma va comunque ad aggiungersi ad altre costellazioni battezzate dai bontemponi della NASA con nomi decisamente "pop", quali Hulk, Godzilla o Tardis.


Enterprise, scienza, Nasa, Curiosità, TG TREK Star Trek News Novità Notizie


Come riporta il sito NASA fermi.gsfc.nasa.gov:

I motori della nave più famosa di 'Star Trek', la USS Enterprise, funzionano grazie all'annichilazione di materia e antimateria: un processo che produce energia sotto forma di raggi gamma.

Più di metà delle sorgenti di raggi gamma catalogate dalla missione Fermi provengono da motori del tutto differenti: buchi neri super-massicci al centro di galassie lontane.


A differenza delle 88 costellazioni visibili ad occhio nudo, quelle individuate da Fermi sono composte da pulsar, esplosioni stellari, resti di supernove e gigantesche bolle di raggi gamma localizzate nella nostra galassia. C'è spazio anche per buchi neri super-massicci ed esplosioni di raggi gamma provenienti da altre galassie.

Un'altra differenza rispetto alle 88 costellazioni "classiche" è che quelle scovate grazie al telescopio Fermi non sono "ufficiali", perché non sono ancora state formalmente accettate dalla comunità astrofisica.


Enterprise, scienza, Nasa, Curiosità, TG TREK Star Trek News Novità Notizie


Se siete curiosi e volete scoprirle tutte, basta recarvi qui ed esplorare la mappa astronomica interattiva offerta dalla NASA.



Fonte: WiredFocus






Nessun commento :

Posta un commento

Che ne pensi?