[NYCC18] I produttori Kurtzman e Kadin: "Con 'Discovery' torneremo sul famoso pianeta [SPOILER]" |   TG TREK - Star Trek News Italia  

Header

martedì 16 ottobre 2018

[NYCC18] I produttori Kurtzman e Kadin: "Con 'Discovery' torneremo sul famoso pianeta [SPOILER]"

Alan McElroy, Alex Kurtzman, Discovery, DSC, Heather Kadin, Intervista, Majel Barrett Roddenberry, Michelle Paradise, Numero Uno, NYCC18, Serie Classica, Spock, Spoiler, Talos, TG TREK Star Trek News Novità Notizie

Dopo avervi raccontato nei dettagli la conferenza di 'Star Trek: Discovery' svoltasi al Comic-Con di New York il 6 ottobre scorso, ci stiamo concentrando sulle interviste individuali concesse dai singoli partecipanti a margine della manifestazione.

In questo articolo abbiamo raccolto le dichiarazioni dei produttori esecutivi Alex Kurtzman ed Heather Kadin, che hanno commentato l'influenza dello storico episodio 'Lo Zoo di Talos' sulla seconda stagione di Discovery, l'evoluzione di Spock (personaggio che forse vedremo solo in questa seconda stagione) ed il lavoro degli autori.


ATTENZIONE: il produttore Alex Kurtzman SPOILERA una destinazione della USS Discovery!




Alex, sarà grazie a 'Lo Zoo di Talos' che allineerete la seconda stagione di DSC al resto del canon?

Da qui alla fine della stagione sarà tutto quanto in accordo con il canon. Toccheremo l'argomento 'Zoo di Talos', ma in modi che - credo - risulteranno sorprendenti ed inaspettati. Lavorando a Star Trek, una delle cose che mi piace di più è riguardare le storie che sono state raccontate ed esaminarle alla ricerca di tutte quelle zone grigie che possono essere riempite, o sulle quali si può costruire senza violare il canon. Questo approccio rappresenta una parte consistente di quello che vedremo in questa stagione.


Alan McElroy, Alex Kurtzman, Discovery, DSC, Heather Kadin, Intervista, Majel Barrett Roddenberry, Michelle Paradise, Numero Uno, NYCC18, Serie Classica, Spock, Spoiler, Talos, TG TREK Star Trek News Novità Notizie


Per voi quale personaggio gode dell'arco narrativo migliore, in questa seconda stagione?

Spock, per molte ragioni. Voglio dire, il mio cuore continua a battere per Michael Burnham: da autore, è il personaggio che trovo più accessibile quando mi siedo a scrivere. Ma sono molto emozionato per l'introduzione di Spock in questa seconda stagione, perché è letteralmente l'unica stagione a nostra disposizione per poter raccontare la sua storia (e c'è un buon motivo per farlo proprio adesso). E' qualcosa che mi emoziona tantissimo, anche pensando all'emozione che susciterà nel pubblico.
- Alex Kurtzman

Per me è anche l'arco narrativo di Saru. Nel senso che, sono tutti validi ma lavorare con Dogu Jones è un dono. Cioè, ribadisco, sono tutti un dono, l'ho già detto ma...  guardate, mi commuovo anche solo a guardarlo nei montaggi preliminari. E' un'anima buona. Penso che si veda, no? Si vede. Si vede lo stesso, nonostante sia ricoperto da tutto quel latex. Per me, anche la sua storia è davvero spettacolare.
- Heather Kadin


Alan McElroy, Alex Kurtzman, Discovery, DSC, Heather Kadin, Intervista, Majel Barrett Roddenberry, Michelle Paradise, Numero Uno, NYCC18, Serie Classica, Spock, Spoiler, Talos, TG TREK Star Trek News Novità Notizie


Alex, come mai avete deciso di introdurre Spock in 'Star Trek: Discovery', pur avendo inizialmente smentito questa ipotesi?

L'elemento davvero emozionante in tutta questa storia è che, con questa stagione, racconteremo un capitolo ancora non scritto della vita di Spock. Non è lo stesso Spock che abbiamo conosciuto all'inizio della Serie Classica, è un Proto-Spock. Non è ancora quel Vulcaniano pienamente formato. Il mistero dell'angelo rosso e dei sette segnali gli ha praticamente fritto il cervello, perché non riesce a venirne a capo in modo logico. Non riesce a capirne il senso. Ed ha un handicap anche da un punto di vista emotivo, perché non è preparato a gestire questa cosa. In questo senso, si sente totalmente tradito sia dalla sua natura logica vulcaniana, che da quella emotiva umana. Sente di non poter fare affidamento sulla sua capacità di giudizio ma vuole risolvere il mistero e capire qual è adesso il suo posto nel mondo.

Sarà grazie al suo complicato rapporto con la sorella che riuscirà ad imboccare la strada giusta, avviandosi su quel percorso che lo porterà ad essere lo Spock che abbiamo conosciuto nella Serie Originale.

Per noi è davvero eccitante, perché non stiamo violando in alcun modo il canon; stiamo solo costruendo qualcosa su quanto è stato stabilito in precedenza.


Alan McElroy, Alex Kurtzman, Discovery, DSC, Heather Kadin, Intervista, Majel Barrett Roddenberry, Michelle Paradise, Numero Uno, NYCC18, Serie Classica, Spock, Spoiler, Talos, TG TREK Star Trek News Novità Notizie


Alex, è stato difficile trovare una nuova attrice per interpretare la 'Numero Uno', considerando che si tratta del personaggio che fu di Majel Barrett-Roddenberry?

Guarda, devo dare atto ai Roddenberry - ed in particolare a Rod Roddenberry, dato che Majel Barrett non ha semplicemente interpretato un personaggio chiave di Star Trek, ma era anche sua madre - devo dargli atto di essersi dimostrati più che collaborativi. Quindi sì, ovviamente è stata una scelta operata con estrema cura, ma la verità è che sulla 'Numero Uno' sappiamo davvero poco. E questo ci lascia tantissimo spazio di manovra.


Ma ci direte finalmente il suo nome di battesimo?

Seguite i nuovi episodi e lo scoprirete…


Alan McElroy, Alex Kurtzman, Discovery, DSC, Heather Kadin, Intervista, Majel Barrett Roddenberry, Michelle Paradise, Numero Uno, NYCC18, Serie Classica, Spock, Spoiler, Talos, TG TREK Star Trek News Novità Notizie


Alex, visiteremo qualche pianeta in questa seconda stagione?

Ne vedrete un po' di pianeti, sì


Anche pianeti che abbiamo già visto in altre serie?

Talos. Torneremo su Talos.


Alan McElroy, Alex Kurtzman, Discovery, DSC, Heather Kadin, Intervista, Majel Barrett Roddenberry, Michelle Paradise, Numero Uno, NYCC18, Serie Classica, Spock, Spoiler, Talos, TG TREK Star Trek News Novità Notizie


Alex, i cambiamenti occorsi dietro le quinte hanno influito sullo sviluppo della stagione due?

Ci sono sempre dei pilastri. E' così che mi piace strutturare una stagione insieme agli autori: durante i primi due mesi, discutiamo sulla direzione da dare alla serie e decidiamo idealmente dove andare a parare. Stabiliamo che si deve arrivare a questo punto, la fine dev'essere questa. Dopodiché, con questa informazione, si procede al contrario per costruire strategicamente la stagione, in modo da arrivare a quel risultato.

Sostanzialmente credo che ci siano quattro grossi pilastri che voglio siano chiari sin dall'inizio, che ci dicano come arrivare al punto. Però, di contro, non voglio neppure riempire subito tutti i vuoti, perché voglio che ci sia spazio per la sorpresa e per continuare a delineare la storia man mano che la stagione va avanti.

Il trucco è avere una struttura che ti lasci la libertà di improvvisare.


Alan McElroy, Alex Kurtzman, Discovery, DSC, Heather Kadin, Intervista, Majel Barrett Roddenberry, Michelle Paradise, Numero Uno, NYCC18, Serie Classica, Spock, Spoiler, Talos, TG TREK Star Trek News Novità Notizie


Cosa potete dirci sui nuovi autori che avete chiamato in squadra?

Ah be', ne abbiamo a tonnellate. Abbiamo una nuova autrice - si chiama Michelle Paradise - che è un fenomeno. Anche Alan McElroy è straordinario. Erika e Boey hanno svolto un lavoro incredibile, quest'anno. Potrei continuare ad elogiarli uno per uno, ma in breve...
- Alex Kurtzman


Abbiamo una squadra favolosa.
- Heather Kadin


Alan McElroy, Alex Kurtzman, Discovery, DSC, Heather Kadin, Intervista, Majel Barrett Roddenberry, Michelle Paradise, Numero Uno, NYCC18, Serie Classica, Spock, Spoiler, Talos, TG TREK Star Trek News Novità Notizie
Michelle Paradise ed Alan McElroy, due autori della seconda stagione di 'Star Trek: Discovery'


***

Per tenervi aggiornati su tutte le novità del NYCC18, vi consiglio di leggere anche questi articoli.



Fonte: TrekMovie





Nessun commento :

Posta un commento

Che ne pensi?