[INTERVISTA] Sam Vartholomeos: "Non c'è due senza tre: in 'Star Trek' non si muore mai veramente" |   TG TREK - Star Trek News Italia  

Header

giovedì 15 novembre 2018

[INTERVISTA] Sam Vartholomeos: "Non c'è due senza tre: in 'Star Trek' non si muore mai veramente"

DSC, Discovery, Connor, Sam Vartholomeos, Intervista, STLV18, TG TREK Star Trek News Novità Notizie

Se la prima volta non riesci, provaci e muori di nuovo.

Questo potrebbe essere l'epitaffio perfetto per il povero Guardiamarina Connor, il personaggio interpretato da Sam Vartholomeos nei primi due episodi di 'Star Trek: Discovery' ('Un saluto vulcaniano' e 'La battaglia delle stelle binarie') che ha fatto subito una brutta fine, forse per comunicare allo spettatore che nella nuova serie di 'Star Trek' nessun personaggio sarebbe stato al sicuro.

Ma siccome nella fantascienza nessuno muore mai per davvero, Vartholomeos è tornato ad interpretare il suo gemello 'cattivo' dell'Universo dello Specchio - il Capitano Danby Connor -  nell'episodio 'Vostro malgrado'.

E suo malgrado è morto di nuovo, in un violento corpo-a-corpo dentro un turboascensore.

Sentiamo come descrive questa curiosa esperienza in 'Star Trek' il diretto interessato, in questa intervista rilasciata al sito ufficiale StarTrek.Com poco dopo la convention di Las Vegas.


Lei ha partecipato a STLV anche l'anno scorso, ma solo quest'anno ha vissuto pienamente l'esperienza incontrando i fan, scattando foto con loro e firmando autografi. Come l'è sembrato?

Incontrare tutti è davvero speciale perché ognuna di queste persone ha una storia da raccontarti. Stare qui tutto il tempo è una bella esperienza, perché nessuno ti mette fretta e quindi puoi conoscere meglio chi hai di fronte. Mi sono preso una pausa, ho fatto un giro qui attorno e la gente mi fermava. Non credevo che Connor avrebbe fatto tanta presa sul pubblico, visto che è apparso nella serie giusto un secondo. Ma la gente è impazzita per la scena di lotta in ascensore. Ed anch'io. Sono felice che l'abbiano scritta. Però è così strano, amico; davvero surreale e ti fa sentire riconoscente.


DSC, Discovery, Connor, Sam Vartholomeos, Intervista, STLV18, TG TREK Star Trek News Novità Notizie


Quando ha accettato la parte, sapeva che il suo personaggio sarebbe morto già al secondo episodio?

Ero a Los Angeles per una prova video in un'altra serie, così ho fatto un viaggetto e sono rimasto li una decina di giorni, forse due settimane. Sono andato lì ed ho incontrato gli autori. Mi hanno fatto sedere e mi hanno detto: "Oh, sai, siamo felicissimi che tu sia qui e Connor sarà un gran personaggio. Peccato che morirà". Ed io, "Scusate, cosa?". Sapevo che sarebbe stato un personaggio ricorrente, ma non che sarebbe morto.

Ricordo che mi diedero un copione in cui Connor aveva letteralmente una sola battuta in tutto il primo episodio. Poi ho ricevuto il secondo copione, dopo il viaggio, e lì Connor appariva più spesso, quindi ero felicissimo. Pensai che volessero dargli più spazio e penso ci siano riusciti perché la gente qui mi ferma e mi fa: "Ti abbiamo visto l'anno scorso. Avevi un bel personaggio ma poi <bam> nel secondo sei morto." La gente mi dice "Siamo felici che tu sia tornato negli episodi del Mirror Universe ma <bam> ti hanno fatto fuori… di nuovo."

A tutti dico che non c'è due senza tre. Vedremo. Non si muore mai veramente, in 'Star Trek'.


DSC, Discovery, Connor, Sam Vartholomeos, Intervista, STLV18, TG TREK Star Trek News Novità Notizie


E' vero, ma com'è stato morire una seconda volta nei panni del Capitano Danby?

Mah, come posso dire? Gli autori sono un po'… subdoli. In tutte le serie di livello ti fanno innamorare dei personaggi e poi te ne privano. Con Connor hanno fatto così e ci sono riusciti bene. C'erano già delle voci che giravano durante le produzione dell'episodio pilota, perché il cast ovviamente sapeva che sarei morto, e la troupe mi diceva: "No ma sai, c'è sempre l'Universo dello Specchio, non si può mai dire." ed io rispondevo "Si si, come no." In questo settore i rumors sono solo questo, rumors.


DSC, Discovery, Connor, Sam Vartholomeos, Intervista, STLV18, TG TREK Star Trek News Novità Notizie


Finché non si rivelano veritieri…

In realtà non è che ci sperassi più di tanto. Quando ho visto che l'arco narrativo del Mirror Universe era stato confermato davvero, ho pensato: "Oh, vuoi vedere che mi chiamano?" ed in effetti, sì, mi hanno chiamato. Il mio agente mi ha telefonato e mi ha detto: "Ti rivogliono." Risposi "Fichissimo", perché già immaginavo - trattandosi dell'Universo dello Specchio - che avrei interpretato il Guardiamarina Connor cattivo.

Sono andato al reparto costumi di Gersha Phillips ed ho visto nero ovunque! Ho pensato: "Che succede qui?"’. Poi mi hanno mostrato il rendering della mia uniforme, con queste placche dorate ed ho chiesto: "E' questa l'uniforme da guardiamarina nel Mirror Universe?" e loro mi fanno, "No, adesso sei un capitano". Ci sono rimasto… "Cosa? Che sono io? Come ho fatto a passare da guardiamarina a capitano nell'Universo dello Specchio?"

No, è stato pazzesco.


DSC, Discovery, Connor, Sam Vartholomeos, Intervista, STLV18, TG TREK Star Trek News Novità Notizie


E com'è stato indossare quell'uniforme?

Troppo forte, ma anche… Strettissimo. Con i guanti e tutto il resto. Una cosa da dire su Gersha Phillips è che con i suoi costumi rende davvero più semplice immedesimarsi nei personaggi. Penso che tutti gli attori di questa serie siano d'accordo con me, perché basta indossare l'uniforme della Flotta Stellare, ed improvvisamente ti senti parte della Flotta Stellare. Ti vesti con l'uniforme dell'Universo dello Specchio e subito pensi: "Ho voglia di ammazzare qualcuno."

Hai il tuo phaser, il tuo pugnale, tutte queste cose che nessuno porterebbe con sé in una nave della Flotta Stellare e ti senti veramente un duro, amico. Avevamo anche delle medaglie e Mario, il nostro attrezzista, ci spiegava: "Questa indica che hai fatto fuori più di 50 persone. Questa qui è perché hai strangolato qualcuno. Quest'altra è per averne annegato un altro." Ed io dicevo: "Ok, Connor è uno con cui non si scherza."

Entri subito nella parte di chi dice: "Ora ti ammazzo."


DSC, Discovery, Connor, Sam Vartholomeos, Intervista, STLV18, TG TREK Star Trek News Novità Notizie


Ci racconti le riprese di quella gran bella scena di lotta con Sonequa Martin-Green…

C'è un sacco d'azione in quella scena. Sono quanti, 45 secondi, tutti in uno spazio ristretto. Però hanno richiesto un'intera giornata di lavoro. Mi sa che - per girare quel solo episodio - sono rimasto lì 10 giorni. Quando sono arrivato, Sonequa stava già provando la sua parte. Ho incontrato Hubert Boorder, il nostro coordinatore per le scene di lotta, che mi ha spiegato tutto quanto. Ho memorizzato le mosse insieme alla mia controfigura, in realtà, ed è stato tutto lì.

Ci abbiamo lavorato una giornata intera e mi mandava i video di ciò che avevamo girato, cosicché potessi vederli e rivederli nella mia stanza. Ho fatto una prova insieme a Sonequa solo in un'occasione, credo durante una pausa pranzo o comunque un lasso di tempo molto breve. Pochi giorni dopo abbiamo detto: "Va bene, siamo pronti, facciamolo" e siamo andati sul set. La gente si domandava: "Come la gireranno? Apriranno in due il turboascensore?" Invece no, abbiamo fatto tutto sul set già esistente.

C'erano due aperture, quindi le riprese sono state fatte da lì, più una ripresa dall'alto per quel momento assurdo in cui lottiamo in assenza di gravità. Perciò Tony, il nostro cineoperatore, era con noi a filmare tra un gancio sinistro ed una battuta. E' stato incredibile perché già lo spazio era poco, ed ora sembrava 10 volte più piccolo. E' in quel momento che mi è arrivato quel famigerato calcio nelle… come posso chiamarle?


DSC, Discovery, Connor, Sam Vartholomeos, Intervista, STLV18, TG TREK Star Trek News Novità Notizie


Parti basse?

Perché già era uno spazio ristretto, non stavamo fermi ed in più, quando abbiamo fatto le prove, lei ed io eravamo ad una distanza maggiore. Adesso, tutto d'un tratto ci ritrovavamo molto più vicini e Sonequa mi ha beccato. Abbiamo fatto una pausa e lei mi fa: "Scusa, mi dispiace tanto." ed io "No, va BENE. Mi riprenderò." E in tutto questo sentivi Jonathan Frakes [il regista] che impazziva di entusiasmo. E' stato davvero speciale. Tutta la scena è stata come un giro sulle montagne russe per me, fisicamente ed emotivamente, perché era il mio sayonara a tutti quanti.


Scena di lotta in ascensore da 'Star Trek: Discovery'


***

'Star Trek: Discovery' è disponibile su Netflix: i nuovi episodi verranno trasmessi da venerdì 18 gennaio 2019.

La prima stagione sarà distribuita su Blu-ray e DVD dal 12 dicembre.


Blu-ray, Discovery, DSC, Home Video, iTunes, TG TREK Star Trek News Novità Notizie


Continuate a seguire TG TREK per non perdervi neanche una news su 'Star Trek: Discovery' e non dimenticate di venirci a trovare su Facebook, Twitter e YouTube!



Fonte: StarTrek.Com






Articoli che potrebbero interessarti