Per l'autore della nuova serie di 'Star Trek', la distopia è passata di moda: "Ora è il tempo di Picard" |   TG TREK - Star Trek News Italia  

Header

venerdì 9 novembre 2018

Per l'autore della nuova serie di 'Star Trek', la distopia è passata di moda: "Ora è il tempo di Picard"

Intervista, Michael Chabon, Nuova Serie, Patrick Stewart, Picard, TNG, The Next Generation, TG TREK Star Trek News Novità Notizie

Ieri sera, in America e Canada, è stato trasmesso il secondo mini-episodio della serie 'Star Trek: Short Treks', scritto dal Premio Pulitzer Michael Chabon.

Ma Chabon è anche uno degli autori e dei produttori principali della nuova serie TV con protagonista Patrick Stewart perciò, in una recente intervista a CNET, ha sottolineato la serietà con la quale ha accettato il compito di riportare in scena un personaggio fondamentale come Jean-Luc Picard, illustrando la sua visione del franchise.


Chabon ed il canon di Star Trek


Davvero poco si sa sulla serie 'Trek' che riporterà Jean-Luc Picard sotto i riflettori, ma qualche indizio in merito arriva dalle parole del produttore esecutivo Chabon, che commenta così il suo approccio alla spinosa questione del canon:

Ogni autore di 'Star Trek', ogni gruppo di autori di 'Star Trek' - dalla Serie Classica in poi, si può dire - ha sempre avuto la responsabilità di confrontarsi con il 'canon', di conoscerlo. Per quanto mi riguarda è un piacere immenso: ho la scusa perfetta per fare il nerd ed essere pure pagato per questo!

Allo stesso tempo però (e questo vale per tutti i tipi di 'canon') ci sono sempre dei gap, dei buchi da riempire. Ci sono come delle crepe, delle contraddizioni, dei misteri ai quali non è mai stata data una spiegazione, per esempio quando un personaggio allude a qualcosa, ad un avvenimento passato, senza che l'idea venga sviluppata oltre. L'esempio più famoso è quello del 'Ratto gigante di Sumatra', dai racconti di Sherlock Holmes. Da quando è stato nominato, fan ed autori si sono sbizzarriti nel cercare di contestualizzarlo. Quindi per me è importante vedere il canon non come un ostacolo, una barriera oltre la quale non si può andare, una specie di rete che ti imprigiona, ma piuttosto bisogna ricercare tutti quei punti dove le maglie si fanno più larghe, dove ci sono degli spazi vuoti da sfruttare. Devi trovare ciò su cui il canon non ha apparentemente nulla da dire ed essere tu a dirlo.

Poi se sei davvero fortunato e ti capita di lavorare a 'Star Trek', tutto quello che dici diventa automaticamente canon!


Intervista, Michael Chabon, Nuova Serie, Patrick Stewart, Picard, TNG, The Next Generation, TG TREK Star Trek News Novità Notizie
Michael Chabon sul set di 'Star Trek: Short Treks - Calypso'


Gli ideali al primo posto


Ma non c'è solo il canon da tenere in considerazione, quando si lavora ad una serie così peculiare come 'Star Trek'. Un'altra grande responsabilità è quella di tenere fede agli ideali tipici della saga, cosa che per Chabon è una priorità:

Ora che lavoro alla serie e sono diventato io stesso parte di 'Star Trek, sento la responsabilità di mantenere coerente il modello attuale con i veri ideali della serie originale, cioè tolleranza ed egualitarismo. Chiaramente, guardando oggi la rappresentazione femminile nella Serie Originale, diciamo che quell'ideale di egualitarismo è stato un po' disatteso, ma almeno ritroviamo certe donne ad occupare posti di responsabilità. Credo pertanto che abbiamo il dovere di continuare ad articolare una visione positiva e speranzosa del futuro; anzi, per me è più importante farlo oggi che ai tempi della Serie Classica. E' uno show che ha avuto un profondo impatto sulla società, con la presenza del Tenente Uhura sulla plancia dell'Enterprise, ed il messaggio che possiamo razionalmente superare i nostri primitivi istinti violenti.

Per me la distopia ormai ha perso mordente, per almeno due motivi: 1) Ormai ci viviamo dentro e 2) E' una serie infinita di cliché, a questo punto. Ci sono stereotipi che sono stati scritti e riscritti mille volte. C'è stato un tempo in cui è stato fin troppo sfruttato anche il concetto opposto, di un futuro ottimistico, positivista, tecnologico, dove l'umanità vive in armonia esplorando l'universo invece di conquistarlo. Ma è passato. Perciò, una visione luminosa del futuro, articolata attraverso princìpi di tolleranza ed egualitarismo, spinti dalla sete di conosceva scientifica, per me oggi sarebbe un concetto originale.


Intervista, Michael Chabon, Nuova Serie, Patrick Stewart, Picard, TNG, The Next Generation, TG TREK Star Trek News Novità Notizie
Patrick Stewart con gli autori della nuova serie di 'Star Trek' che lo vedrà protagonista


Picard è l'eroe dei nostri tempi


Per Michael Cahbon, dunque, una serie come 'Star Trek: The Next Generation' è ancora molto originale e Jean-Luc Picard è un eroe contemporaneo:

Sì, il Capitano Picard è l'eroe di cui abbiamo bisogno proprio adesso. E' un esempio; per certi versi, migliore di James Kirk - e non voglio entrare nella diatriba Kirk vs Picard, perché adoro il Capitano Kirk ed è stato il mio primo capitano - però Picard è un esempio migliore per incarnare tutto il meglio della visione futuristica di 'Star Trek'.

… e poi non è un dongiovanni come il Capitano Kirk.


Intervista, Michael Chabon, Nuova Serie, Patrick Stewart, Picard, TNG, The Next Generation, TG TREK Star Trek News Novità Notizie
Chabon vede Picard come un eroe dei nostri giorni



Fonte: TrekMovie






Nessun commento :

Posta un commento

Che ne pensi?