Star Trek ha ispirato un aereo che vola senza carburante, con un "motore a ioni" |   TG TREK - Star Trek News Italia  

Header

martedì 27 novembre 2018

Star Trek ha ispirato un aereo che vola senza carburante, con un "motore a ioni"

scienza, Curiosità, Tecnologia, TG TREK Star Trek News Novità Notizie

Si tratta di un prototipo di velivolo leggero, silenzioso ed in grado di volare senza bruciare combustibili fossili.

Non sarà efficiente come il "motore a spore" di 'Star Trek: Discovery', però sono state proprio le navette di 'Star Trek' ad ispirare questa tecnologia!


La notizia viene battuta da India Today e sembra che sia stata per davvero la tecnologia mostrata in 'Star Trek' ad aver ispirato gli scienziati del MIT a costruire il primo velivolo senza parti mobili (come turbine o eliche), silenzioso e senza emissioni inquinanti.

La forza in grado di alimentare l'apparecchio deriva dal "vento ionico", un poderoso ma silenzioso flusso di ioni in grado di generare una spinta sufficiente a spingere il velivolo per un volo prolungato e costante: nei test effettuati, il prototipo ha volato per circa 60 metri, ad un'altezza di 2 metri dal suolo.


scienza, Curiosità, Tecnologia, TG TREK Star Trek News Novità Notizie


La macchina volante tecnologicamente avanzata (ma dall'aspetto un po' retrò), si chiama "Version 2 EAD Airframe" o più brevemente "V2", pesa 2 chili ed ha un'apertura alare di 5 metri.

Steven Barrett, un ingegnere aerospaziale del MIT, tiene a precisare che la strada per migliorare l'estetica del prototipo è ancora lunga:

Non so se vedremo mai in futuro un velivolo del genere adibito al trasporto delle persone, ma ovviamente sarei molto felice se ciò accadesse.


In realtà un modo più vicino e realistico per sfruttare questa tecnologia sarebbe quello di usarla come upgrade dei droni attuali, che sono molto rumorosi. Prosegue Barrett:

Non voglio vendere la pelle dell'orso prima del tempo, però quello sarebbe un campo di applicazione molto promettente.


Funzionamento del "motore a ioni"


Il motore a ioni


Ma come fa esattamente il V2 a prendere il volo?

La squadra di Steven Barrett ha messo a punto un sistema in grado di convertire l'uscita delle batteria ad un voltaggio sufficientemente alto da garantire una spinta al prototipo.

Le batterie di cui è dotato, infatti, provvedono a generare una carica elettrica positiva da 40,000 volt, che stimola i cavi tesi all'interno della struttura. Una volta che i cavi sono stati così 'energizzati', cominciano ad attrarre e separare gli elettroni caricati negativamente presenti nell'aria. Le molecole rimaste, appena ionizzate, vengono così attratte verso l'elettrodo negativo posto a poppa.

Man mano che questa nuvola ionizzata si sposta verso la parte posteriore dell'aereo, ogni singolo ione finisce per collidere milioni di volte con le altre molecole presenti nell'aria, producendo una spinta sufficiente a far muovere in avanti il velivolo.


scienza, Curiosità, Tecnologia, TG TREK Star Trek News Novità Notizie


Nel trailer della seconda stagione di 'Star Trek: Discovery' abbiamo visto il Capitano Pike farsi strada con due droni dal design futuristico: chissà che non siano i pronipoti di quelli realizzati dal MIT!



Fonte: IndiaToday



Articoli che potrebbero interessarti