Short Treks: Doug Jones spiega perchè i Kelpiani sono vittime dei predatori sul pianeta Kaminar |   TG TREK - Star Trek News Italia  

Header

giovedì 6 dicembre 2018

Short Treks: Doug Jones spiega perchè i Kelpiani sono vittime dei predatori sul pianeta Kaminar

Intervista, Doug Jones, Saru, Discovery, Short Treks, Kelpiani, Spoiler, TG TREK Star Trek News Novità Notizie

Stasera (6 dicembre) debutta in USA ed in Canada il terzo dei quattro 'Star Trek: Short Treks', intitolato 'The Brightest Star'.

Il corto si concentrerà sulla gioventù di Saru su Kaminar, il suo pianeta natale, ed il sito ufficiale StarTrek.Com ha raggiunto al telefono l'attore Doug Jones per commentare insieme a lui alcuni aspetti di 'The Brightest Star', carpendogli molte anticipazioni sul corto e sulla seconda stagione di 'Star Trek: Discovery'.


ATTENZIONE: L'articolo contiene SPOILER su 'Star Trek: Short Treks - The Brightest Star'


Intelligente, sensibile, timoroso (ma a suo modo coraggioso), ambizioso... Saru è certamente uno dei personaggi di spicco introdotti con la prima stagione di 'Star Trek: Discovery'.

Naturalmente molto del merito va a Doug Jones, attore esperto in creature aliene, che ha dato vita ad ogni suo momento di terrore, di dubbio, di orgoglio e di calore genuino, che il pubblico ha percepito molto bene nonostante il pesante trucco.

Per questo i fan hanno da subito voluto saperne di più su questo Kelpiano: chi è? Come vivono i suoi simili? Perché non ce ne sono altri in giro per la galassia (eccetto che nell'Universo dello Specchio... dove sono una prelibatezza)?

Beh, autori e produttori di 'Discovery' hanno prestato attenzione alle richieste dei fan e stasera presenteranno ai fortunati spettatori di USA e Canada il terzo episodio della miniserie 'Star Trek: Short Treks', intitolato 'The Brightest Star'.


Il trailer di 'Star Trek: Short Treks - The brightest star'


Ecco cosa ha dichiarato Doug Jones in proposito:


Che aspettative aveva quando ha iniziato a lavorare alla prima stagione di 'Discovery'? Si sono rivelate esatte?

Ripensando alla prima stagione, gli autori ci hanno dato una scelta: "Volete o no sapere tutto quanto in anticipo?".

Io sono uno di quelli che vuole solo il copione dell'episodio successivo, così da avere l'effetto sorpresa. Adoro vedere come si dipana la storia, senza conoscere troppe cose in anticipo. Però ho bisogno di sapere se, per esempio, c'è un antefatto che avrà ripercussioni sul mio personaggio più avanti. E' un'informazione che mi serve per la mia interpretazione ma, davvero, è l'unico appiglio di cui non potrei fare a meno.

Invece per quanto riguarda i colpi di scena, dove andiamo a parare etc., quando ho debuttato nella serie come terzo in comando, come ufficiale scientifico capo a bordo della Shenzhou, davvero non sapevo molto di quello che sarebbe successo di lì a poco.

Sapevo che la Shenzhou sarebbe stata in circolazione per i primi due episodi e che poi saremmo passati a bordo della Discovery, ma della mia promozione a Primo Ufficiale, o di tutto quello che sarebbe successo a bordo dell'altra nave, davvero non sapevo quasi nulla. Perciò ogni episodio è stata una sorpresa anche per me, un po' come per un fan che guarda la serie.


A proposito di fan, quanto si ritiene soddisfatto dell'accoglienza che i fan hanno riservato a Saru?

Oh, per me è stato un sogno, una vera delizia. Non si può mai dire come la prenderà il pubblico. Con una carriera di 32 anni alle spalle, spero sempre che ogni ruolo che accetto riesca a lasciare il segno.

In tanti anni mi sono capitati molti personaggi di successo, ma anche tanti altri che sono caduti nel dimenticatoio. Per questo dico che non si può mai sapere. Devo dire che alle convenzioni di 'Star Trek', in particolare quelle di Las Vegas e Birmingham (le due a cui ho partecipato), ci si trova faccia a faccia con i fan, non solo della nostra serie ma di tutto il franchise. E parliamo di fan che sono tali da tutta la vita.

Il commento che ho sentito dire più spesso - e che amo sentirmi dire - è: "Benvenuto nella famiglia."

E' qualcosa che non mi aspettavo. Non ero consapevole, ancora, di quanto unito si senta il fandom di 'Star Trek'. E così, essere abbracciato, sentire che il mio personaggio è stato ben accetto, vedere tante persone che ti dicono: "Saru è il mio personaggio preferito della serie", è meraviglioso.

Qualcuno mi ha anche detto: "Mi piace molto Saru perché anch'io ho problemi a gestire la paura. Sono ansioso. Sono in terapia per questa cosa e Saru mi ha motivato a sforzarmi per superare questo problema, giorno dopo giorno." Sono commenti che scaldano il cuore e mi fanno capire che il mio lavoro va oltre la recitazione, è qualcosa di utile per tutti noi.

Inoltre ho anch'io problemi a gestire la paura. Li ho sempre avuti. Anche quando ricevo un nuovo copione per l'episodio successivo, ho sempre il terrore di sbagliare durante le riprese. Allora, anch'io posso cercare di imparare qualcosa da Saru, rimettere a posto i "gangli del pericolo" ed andare avanti. Qualunque cosa sia ciò che ci terrorizza, quando riusciamo a fare un passo indietro, per osservarlo con un po' più di distacco, tante volte possiamo renderci conto che non ci sarebbe nulla da temere in primo luogo.

Questo lo vedremo ancora meglio con ciò che capiterà a Saru nella seconda stagione.


Intervista, Doug Jones, Saru, Discovery, Short Treks, Kelpiani, Spoiler, TG TREK Star Trek News Novità Notizie


Qual è stato il suo momento preferito della prima stagione, relativamente al suo personaggio?

Saru è un essere che vive la sua vita basandosi sulla paura, e ad un certo punto si è reso conto che la poltrona di Capitano era vacante, quando Lorca ha cominciato a comportarsi fuori dagli schemi rivelando la sua vera natura. Qualcuno doveva occupare la poltrona del capitano, ed ecco, sono io il primo ufficiale. Quindi il mio momento preferito è stato quello, quando mi sono seduto sulla poltrona del capitano, ho preso il comando ed ho esercitato la mia autorità. E' stato il momento più soddisfacente.

Quello ed il discorso d'incoraggiamento che ho fatto all'equipaggio, quando ho detto: "Ascoltatemi, il nostro capitano non è il nostro capitano. Era un impostore, ma stiamo per affrontare un nuovo inizio per la Discovery, a partire da oggi. È il nostro viaggio inaugurale".

E' stata una bella scena da interpretare, e mi è piaciuto vedere Saru così sicuro di sé. E' un atteggiamento che non aveva mai avuto prima.


Intervista, Doug Jones, Saru, Discovery, Short Treks, Kelpiani, Spoiler, TG TREK Star Trek News Novità Notizie


E questo ci porta a parlare di 'The Brightest Star'. Ci darebbe una piccola anticipazione?

Nel corso della prima stagione, Saru ha suggerito diverse volte certi elementi della sua storia e delle sue origini; ha detto che sul suo pianeta la gente vive come delle prede, quasi fossero animali da allevamento. C'è sempre stata questa sottile idea dei Kelpiani come fossero quasi del bestiame, no?

Le curiosità sulla mia origine verranno soddisfatte con 'The Brightest Star'.

Faremo un passo indietro e scopriremo qual è il nostro rapporto con i predatori, e scoprirete che il parallelismo con il bestiame non è preciso. È più una dinamica quasi religiosa, rituale, qualcosa che accade quando è tempo per alcuni membri della società Kelpina di essere abbattuti e portati via verso il loro destino.

È una carneficina - in realtà - ma il concetto ci è stato proposto come se fosse il nostro scopo più alto, per mantenere l'equilibrio (qualunque cosa significhi). È il nostro posto, il nostro dovere, e dobbiamo quasi essere orgogliosi del nostro nobile contributo al mantenimento dell'equilibrio naturale sul nostro pianeta, Kaminar.

Ma la domanda è: le cose stanno veramente così o abbiamo solo scelto di credere ad una bugia?

Perché per i predatori questo è un modo molto comodo per ottenere la loro cena: "Venite con noi senza combattere, perché è meglio per tutti." Possibile che non ci sia un'alternativa migliore? Saru è un Kelpiano che rivolge lo sguardo al cielo e si domanda: "Ci deve essere qualcosa di meglio là fuori. La vita è davvero tutta qui?"

Penso che siano questioni che toccano tutti noi, come persone. Pensiamo al luogo dove siamo cresciuti, alla nostra situazione familiare e pensiamo "Che altro c'è là fuori ad aspettarmi? Qual è lo scopo della vita? C'è qualcos'altro, rispetto a quello che sto vivendo adesso?"


Intervista, Doug Jones, Saru, Discovery, Short Treks, Kelpiani, Spoiler, TG TREK Star Trek News Novità Notizie


Quanto è stato importante, per lei, conoscere il background del personaggio per comprendere meglio Saru?

Molto importante, perché dimostra quanta strada ha fatto. Proviene da un villaggio primitivo, dove sembra che viviamo nelle capanne, e il mio lavoro principale è quello di raccogliere le alghe marine.

Passare da quella vita semplice ad essere un primo ufficiale su una nave stellare piena di tecnologia e scienza, con tutte le conoscenze che ho adesso, comprendendo il funzionamento di ogni genere di gadget... è un bel salto per Saru. Era importante tornare indietro e mostrare quel retroscena che spiega come si passa dal "primitivo" al primo ufficiale.

Sono la sua curiosità ed il suo ingegno a spingerlo.

Riesce ad impossessarsi della tecnologia dei nostri predatori - i Ba'ul - che ci controllano con un sacco di tecnologia. Noi Kelpiani non facciamo domande, perché… non c'intendiamo di queste cose.

Quindi, quando la tecnologia Ba'ul dice che è tempo di immolarti, tu devi salire a bordo di una navetta e farti portare via.

Ho un giovane cognato che, quando aveva nove anni, già smontava e rimontava le radioline. Un autodidatta. Adesso è il genio informatico più brillante che conosca, ma non ha mai studiato per diventarlo. Ecco, assomiglia molto a Saru.

Saru ha preso parti di questa tecnologia, le ha riassemblate ed ha scoperto come riprogrammarle per impartire altri comandi, per contattare il mondo esterno.

Per me era davvero importante sapere che il personaggio avesse questa abilità innata.


Intervista, Doug Jones, Saru, Discovery, Short Treks, Kelpiani, Spoiler, TG TREK Star Trek News Novità Notizie


Doug, ha fornito qualche suggerimento agli autori? Le hanno chiesto qualche consiglio o si è limitato a recitare ciò che ha trovato scritto sul copione?

Oh, per carità. Non vorrei mai rovinare il lavoro degli autori con le mie idee [ride]. No, i nostri autori sono alcune delle persone più brillanti che abbia mai conosciuto. Ci sono laureati, persone che amano la scienza, scienziati a tutti gli effetti e naturalmente narratori esperti e molto dotati.

Mi piace ascoltare i loro pensieri e concordare con le loro idee, ma non ho mai messo in discussione le loro intenzioni. Sanno esattamente cosa stanno facendo ed ogni decisione che prendono su Saru è splendida, brillante e fantastica da interpretare.


Intervista, Doug Jones, Saru, Discovery, Short Treks, Kelpiani, Spoiler, TG TREK Star Trek News Novità Notizie


Com'è stato recitare insieme ad Hannah Spear, che interpreta sua sorella Siranna, e Robert Verlaque, che interpreta suo padre Aradar?

Hannah e Robert sono entrambi dei professionisti consumati e - a proposito - mi viene in mente un momento simpatico insieme a loro, quando prima delle riprese del corto gli ho dato alcune lezioni di come si fa un Kelpiano.

Dato che sono il primo attore ad averne mai interpretato uno, avevano bisogno di vedere come si fa.

Quindi gli ho detto: "Ok, per prima cosa indossate gli stivali con gli zoccoli e fate delle prove, camminando in questa sala conferenze. Così sperimentate la postura e l'equilibrio." Poi gli ho fatto vedere: "Ecco come faccio ondeggiare le braccia quando cammino" oppure "Ecco come gesticolo con le mani" ed anche "Ecco come inclino la testa, quando lo interpreto io. Chiaramente dovete personalizzare i vostri personaggi, ma il DNA dei Kelpiani inizia da qui".

Erano entrambi attentissimi mentre assimilavano tutte queste informazioni, ma hanno interpretato i loro personaggio con dei gesti, con delle torsioni, molto personali. Erano bellissimi da vedere: è venuta fuori una famiglia davvero dinamica!

È stato fantastico - con questo corto - tornare indietro nel tempo ed interpretare un Saru adolescente, curioso, che mette in discussione gli ordini del padre, che gli dice: "Devi fare così e basta, perché te lo dico io." oppure "Basta con tutte queste domande stupide." o ancora "Perché cerchi di sconvolgere le nostre usanze?"

E' un rapporto molto dinamico. Per me è stato anche divertente (e un po' nostalgico) avere una sorella. Sono il più giovane di quattro figli, nella mia vera famiglia. Quindi, interpretare il ruolo di fratello con questa bella sorella mi ha davvero commosso, e si percepisce che c'è un legame molto stretto fra di noi.

Hannah ed io abbiamo legato molto. Per lei è stata la prima esperienza di recitazione con indosso il trucco prostetico, quindi le ho dato una mano. Mi ricordo la prima volta che ho recitato io con il trucco prostetico, e ricordo che pensavo: "Oh, mio Dio. Ma qui io ci resto secco. Non morirò in questa tuta di gomma?"

Lei ha affrontato la sfida con molto coraggio e l'ha superata, ha capito che nessuno cercava di ucciderla: siamo sopravvissuti entrambi.


Intervista, Doug Jones, Saru, Discovery, Short Treks, Kelpiani, Spoiler, TG TREK Star Trek News Novità Notizie


La seconda stagione di 'Star Trek: Discovery' inizierà il mese prossimo [In Italia, il 18 gennaio su Netxlix - N.d.r.]. Secondo lei, parlando di tematiche, quali elementi la differenziano dalla prima?

Non siamo più in guerra. Questa è la grande differenza di quest'anno: siamo scesi a patti con i Klingon alla fine della prima stagione. Con la stagione due, credo, torneremo nuovamente a fare gli esploratori e questo stuzzicherà un po' la nostalgia dei Trekkie più puristi, che amano andare coraggiosamente ad esplorare lo spazio, domandandosi "Che ci sarà la fuori?"

Inoltre le dinamiche fra i membri dell'equipaggio saranno più rilassate. L'anno scorso abbiamo avuto un po' di trambusti a bordo, anche per me personalmente per via del rapporto fra Michael Burnham e Saru. Era una relazione fratello/sorella davvero molto competitiva e per un bel po' non le ho perdonato la morte della nostra comune figura materna, il Capitano Georgiou.

Ma adesso, con la seconda stagione, ci vedrete legare di più e guardarci le spalle a vicenda. E' una cosa che scalda il cuore e sono certo che ai fan piacerà.


Intervista, Doug Jones, Saru, Discovery, Short Treks, Kelpiani, Spoiler, TG TREK Star Trek News Novità Notizie


Ultimamente, ha twittato parecchio a proposito di 'Nosferatu'. Ci racconti un po' com'è stato mettersi nei panni che furono di Max Schreck. Sembra un'esperienza affascinante...

Grazie per avermelo chiesto. E' un ruolo da sogno per me perché, in effetti, di tutti i personaggi che ho interpretato con indosso una maschera, quello del classico vampiro ancora mi mancava. Quindi ambivo a Nosferatu, al Conte Orlok. Davvero, era un mio sogno nel cassetto e adesso si è avverato; lo vedrete prima o poi nel 2019 ed è davvero un'emozione interpretare il Conte Orlok nelle stesse ambientazioni dove si è mosso Max Schreck, perché - grazie al green screen - ogni inquadratura incorpora degli elementi del film originale. In un certo senso, è come se recitassi anch'io nel film originale quindi è un super-sogno che si avvera.


***

'The Birghtest Star' è il terzo dei quattro 'Star Trek: Short Trek' che introducono la seconda stagione di 'Star Trek: Discovery'.

Ogni breve episodio dura circa 10-15 minuti e fornisce ai fan l'occasione di approfondire alcuni personaggi della serie, fra i quali Saru, Tilly (Mary Wiseman, già protagonista di 'Runaway'), Harry Mudd (Rainn Wilson, che sarà anche il regista del suo mini-episodio, intitolato 'The Escape Artist', in onda il prossimo 3 gennaio) e Craft (Aldis Hodge), il protagonista di 'Calypso'.

Le storie si inseriscono nel contesto di 'Discovery' per espandere l'universo narrativo di 'Star Trek'.

'The Brightest Star' debutta esclusivamente negli Stati Uniti (su CBS All Access) ed in Canada (su Space) giovedì 6 dicembre.

La miniserie 'Star Trek: Short Treks' non ha ancora trovato un distributore internazionale per l'Europa e per gli altri paesi.

'Star Trek: Discovery' è disponibile su Netflix: i nuovi episodi verranno trasmessi da venerdì 18 gennaio 2019.

La prima stagione sarà distribuita su Blu-ray e DVD dal 12 dicembre.


Intervista, Doug Jones, Saru, Discovery, Short Treks, Kelpiani, Spoiler, TG TREK Star Trek News Novità Notizie


Continuate a seguire TG TREK per non perdervi neanche una news su 'Star Trek: Discovery' e non dimenticate di venirci a trovare su Facebook, Twitter e YouTube!



Fonte: StarTrek.Com




Articoli che potrebbero interessarti