[PHOTO GALLERY] Bozzetti e disegni preparatori di Star Trek: Discovery |   TG TREK - Star Trek News Italia  

Header

martedì 12 febbraio 2019

[PHOTO GALLERY] Bozzetti e disegni preparatori di Star Trek: Discovery

DSC, Discovery, Tamara Deverell, Gersha Phillips, Curiosità, Photo Gallery, TG TREK Star Trek News Novità Notizie

Pochi giorni fa la Directors Guild canadese ha ospitato una proiezione dell'episodio finale della scorsa stagione di Star Trek: Discovery, al quale è seguita una conferenza con i dipartimenti artistici della serie.

Gli inviati di TrekMovie erano presenti ed hanno sottolineato le parti più importanti di questo incontro, accompagnando il tutto con numerose foto di schizzi, progetti e bozzetti preparatori.



U.S.S. Discovery


  • Originariamente, la plancia della Discovery doveva essere strutturata su due piani. Il ponte di comando è così spazioso su precisa richiesta del co-creatore della serie, Bryan Fuller, che ha richiesto questa caratteristica per esigenze di regia.
  • In plancia ci sono 120 schermi realmente funzionanti, collegati ad 84 computer.
  • Il laboratorio di Stamets doveva essere in realtà la santabarbara della nave, con i tubi lanciasiluri; il set costò moltissimo ma non venne mai utilizzato
  • Nelle intenzioni dei progettisti, quando la paratia in fondo al laboratorio di Stamets è aperta - mostrando il nucleo al suo interno - vuol dire che la nave sta viaggiando a curvatura.




Qo'noS


  • Il gioco di dadi Klingon si basa sulle regole di craps, ideato da Andy Tsang. Il gioco si chiama T'sang proprio in onore del suo creatore.
  • L'ambasciata orioniana su Qo'noS presenta elementi architettonici direttamente ispirati a quelli dell'episodio 'Lo Zoo di Talos', nella scena in cui Pike vive l'illusione di assistere alla sensuale danza di Vina.




Quartier generale della Federazione


  • Era stato costruito un set per mostrare la firma di un cessate il fuoco fra i Klingon e la Federazione, alla fine della prima stagione. La scena è stata filmata ma non venne inserita nel montaggio finale.
  • I loghi dei membri fondatori della Federazione sono tutti basati su quelli ideati dallo storico designer di Star Trek Michael Okuda (ad eccezione del simbolo tellarita). 




Varie


  • Sono state realizzate ben 22 versioni diverse della vetrata con l'Angelo Rosso mostrata nell'episodio 'Nuovo Eden' perché - dovendo rappresentare la storia per immagini - cambiavano ogni volta che gli autori modificavano quella parte della sceneggiatura.
  • Deverell ha svelato che uno dei protagonisti di Discovery doveva essere un personaggio in sedia a rotelle, ma poi non se ne fece più niente. In ogni caso, sullo sfondo, è già apparso in alcuni episodi un personaggio in sedia a rotelle, interpretato da George Alevizos che è in effetti una persona diversamente abile. Deverell dice che vedremo altre sedie a rotelle "futuristiche" più avanti in Discovery.
  • A proposito della misteriosa Comandante Airiam, Deverell aggiunge che verrà raccontato qualcosa sul suo passato.
  • Il redesign della USS Enterprise ha richiesto mesi di lavoro da parte dei progettisti John Eaves, Scott Schneider, e William Budge che ne hanno modificato l'aspetto fino all'ultimo, tanto che alcuni schemi dell'Enterprise mostrati dai computer della Discovery non tengono conto delle ultime modifiche. 


DSC, Discovery, Tamara Deverell, Gersha Phillips, Curiosità, Photo Gallery, TG TREK Star Trek News Novità Notizie
DSC, Discovery, Tamara Deverell, Gersha Phillips, Curiosità, Photo Gallery, TG TREK Star Trek News Novità Notizie


Gli alloggi di Spock e la plancia dell'Enterprise


In un'intervista a parte, rilasciata a TrekMovie, Deverell ha anche parlato degli alloggi di Spock con un commento finale sulla plancia dell'Enterprise:

Per gli alloggi di Spock abbiamo usato uno spazio preesistente. Lo abbiamo arredato con molte delle sue cose: campanelle vulcaniane, scacchi 3D, la grata divisoria, i colori caldi. Abbiamo tentato di personalizzarlo il più possibile con gli oggetti appartenenti al personaggio. Però dovendo rispettare i tempi di una serie TV settimanale, abbiamo solo potuto prendere uno spazio e ristrutturarlo. Se avessi potuto costruirlo da zero, avrebbe avuto un aspetto diverso. Non è una questione di budget, è che non c'era materialmente il tempo per progettare e realizzare a dovere gli alloggi di Spock.

Se avessi potuto, avrei implementato molti più richiami al canon ed a ciò che si è visto nella Serie Originale. Spero mi chiedano di progettare il ponte di comando dell'Enterprise, perché in quel caso trarrei molta più ispirazione dall'originale.


DSC, Discovery, Tamara Deverell, Gersha Phillips, Curiosità, Photo Gallery, TG TREK Star Trek News Novità Notizie


In realtà gli episodi della seconda stagione di Star Trek: Discovery sono già stati tutti quanti filmati e si stanno completando le operazioni di routine in postproduzione, quindi Tamara Deverell sa perfettamente se ha o non ha già costruito il set con il ponte di comando dell'Enterprise.

Va anche detto che l'attrice Rebecca Romijn (Numero Uno), ha più volte detto di non poter anticipare nulla sul suo personaggio né sui set nei quali ha girato certe scene… e francamente viene in mente solo un set che coinvolga il primo ufficiale dell'Enterprise, che valga la pena tenere nascosto.


***

In Italia, Star Trek: Discovery viene distribuita in esclusiva su Netflix.

Gli episodi della seconda stagione vengono pubblicati, uno a settimana, ogni venerdì a partire dalle ore 9,00 am, poche ore dopo la distribuzione americana. La prima stagione è disponibile in Home Video.


Fonte: TrekMovie




Articoli che potrebbero interessarti