[RECENSIONE] Star Trek: Discovery - Episodio 2x06: "Il rumore del tuono" |   TG TREK - Star Trek News Italia  

Header

giovedì 28 febbraio 2019

[RECENSIONE] Star Trek: Discovery - Episodio 2x06: "Il rumore del tuono"


In collaborazione con la pagina Facebook Star Trek: Discovery Italia ed il patrocinio di Fantascientificast, ecco le nostre impressioni sul sesto episodio della seconda stagione di Star Trek: Discovery, intitolato 'Il rumore del tuono' ('The sound of thunder').

L'articolo contiene anche tante curiosità sull'episodio!


Il rumore del tuono 


Titolo originale: The sound of thunder
Data di trasmissione USA: 21 febbraio 2019
Data di trasmissione italiana: 22 febbraio 2019
Storia: Bo Yeon Kim & Erika Lippoldt
Regia: Douglas Aarniokoski


La video-recensione


Dal canale YouTube di Talking Trek:




L'episodio è disponibile anche in podcast su Fantascientificast:




Riferimenti e curiosità


  • Non viene utilizzato il motore a spore, nonostante Kaminar si trovi al difuori dallo spazio della Federazione. Il futuro di questa tecnologia resta incerto dopo la rivelazione che i salti danneggiano l'ecosistema dei JahSepp, gli esseri che abitano la rete del micelio.
  • Saru perde i gangli del pericolo ma guadagna aculei che possono essere sparati come proiettili. In più sembra possedere una forza maggiore.
  • Kaminar è un pianeta di classe M che si trova in un sistema stellare con sei pianeti (coordinate 404.119.381)
  • Nel mini-episodio 'La stella più splendente', il Tenente Georgiou atterra su Kaminar a bordo di una navetta targata SHN 03, pertanto appartenente alla nave che comanderà in futuro, la USS Shenzhou. Tuttavia ne 'Il rumore del tuono' si dice che Philippa Georgiou all'epoca serviva a bordo della USS Archimedes. La sigla SHN è stata rimossa dall'episodio di Discovery ma rimane nello Short Trek. Curiosamente, la retcon serve ad allineare questo particolare del passato di Philippa Georgiou a quanto precedentemente affermato nel romanzo Star Trek: Discovery - Desperate Hour.
  • Archimede non è l'unico personaggio storico dell'antica Grecia ad essere menzionato in questo episodio: viene citata anche una frase di Eschilo, uno dei padri della tragedia greca.
  • La camera delle torture Ba'ul, con tanto di droni, richiama alla mente una scena di Star Wars: Episodio IV con Darth Vader e Leia sulla Morte Nera. 
  • Il padre di Saru si chiamava Aradar. 
  • Gli interni della base Ba'ul dove Saru è tenuto prigioniero sembrano evidentemente un redesign della sala teletrasporto della Discovery.
  • Burnham pronuncia la battuta: "Affascinante" (che sarà spesso utilizzata da suo fratello Spock).
  • In molte inquadrature Burnham indossa una t-shirt bianca con il logo della Flotta Stellare: probabilmente è l'abbigliamento standard per chi scende in missione sotto copertura, perché la indossava sotto gli abiti Kelpiani usati su Kaminar.
  • Il Ba’ul è stato impersonato dall'attore Javier Botet, amico di Doug Jones e specializzato anche lui in mostri e creature aliene. Le battute del Ba'ul sono state doppiate da Mark Pellington. 
  • In questo episodio sentiamo parlare in Kelpiano (lo avevamo già sentito anche nel corto 'La stella più splendente'). Il consulente per la lingua kelpiana in Star Trek: Discovery è Marc Okrand, già "sviluppatore" del Klingon e del Vulcaniano. 


***

Le dirette di Talking Trek torneranno la prossima settimana per recensire e commentare con voi il settimo episodio di 'Star Trek: Discovery' (stagione 2), intitolato 'Luci e ombre'!


Fonte: TrekMovie




Articoli che potrebbero interessarti