Segreti e curiosità sulla plancia 2.0 della USS Enterprise, ridisegnata per 'Star Trek: Discovery' |   TG TREK - Star Trek News Italia  

Header

domenica 14 aprile 2019

Segreti e curiosità sulla plancia 2.0 della USS Enterprise, ridisegnata per 'Star Trek: Discovery'

Discovery, DSC, Enterprise, Intervista, Tamara Deverell, Video, Rebecca Romijn, Anthony Rapp, TG TREK News Novità Notizie

La designer di produzione di Star Trek: Discovery, Tamara Deverell, spiega com'è riuscita a trasformare gli interni della USS Enterprise originale adattandoli al 2019.

La plancia dell'Enterprise


CBS ha pubblicato un video in cui Rebecca Romijn (la Numero Uno) ed Anthony Rapp (il Tenente Comandante Stamets) raccontano l'emozione di recitare sul ponte di comando più famoso della fantascienza.




L'intervista 


La scenografa Tamara Deverell ha lavorato per oltre vent'anni in film e serie TV memorabili, ma quanti suoi colleghi possono vantare di aver ricreato la storica U.S.S. Enterprise? Deverell può farlo ed il sito ufficiale StarTrek.com l'ha intervistata per scoprire com'è riuscita in questa impresa e quali easter egg ha seminato qua e là!


Molte persone forse non sanno in cosa consista esattamente il suo lavoro. Ci illustri quali sono le sue mansioni in Discovery.

Il designer di produzione è responsabile del look complessivo della serie, in accordo con direttori della fotografia e registi. Tutto ciò che vedete sullo schermo è passato dalle mani del designer di produzione, compresi i costumi, gli oggetti di scena e tutto ciò che è visuale. In un certo senso, siamo gli architetti visivi di tutto ciò che appare al cinema ed in TV.


Discovery, DSC, Enterprise, Intervista, Tamara Deverell, Video, Rebecca Romijn, Anthony Rapp, TG TREK News Novità Notizie


Quanto spazio ha in Discovery e quanto è impegnativa, come serie, per il suo lavoro?

Ho tantissimo spazio ed è molto divertente. E' una serie enorme, specialmente per gli standard televisivi. Di sicuro è la produzione TV più grande alla quale abbia mai lavorato. Come puoi immaginare, tutto ciò che si può costruire lo costruiamo; il resto si fa tutto con gli effetti speciali. Io sono responsabile di buona parte della progettazione. Tutte le idee iniziali - anche per l'estetica esterna delle navi o l'aspetto dei pianeti - partono da me e dai miei illustratori del dipartimento artistico.


Discovery, DSC, Enterprise, Intervista, Tamara Deverell, Video, Rebecca Romijn, Anthony Rapp, TG TREK News Novità Notizie


Abbiamo visto l'esterno dell'Enterprise già nell'ultima scena dell'ultimo episodio della prima stagione, ma solo adesso ne vediamo l'interno. Significa che ci lavoravate da tempo, giusto?

In realtà, i lavori sull'esterno dell'Enterprise erano già cominciati prima che arrivassi io. Ho cominciato il mio lavoro in Discovery a prima stagione inoltrata, quindi ho solo portato avanti la staffetta. Però ho sempre desiderato molto occuparmi degli interni, infatti ho cominciato a lavorarci già durante la prima stagione. Per un po' gli autori avevano pensato di mostrarli anche prima, però l'Enterprise s'è fatta vedere solo all'ultimo. Cominciare a progettare gli interni già allora… è stato utile, perché arrivati alla fine della seconda stagione, avevano già in mano tutti i bozzetti preparatori e buona parte della plancia già definita.


Discovery, DSC, Enterprise, Intervista, Tamara Deverell, Video, Rebecca Romijn, Anthony Rapp, TG TREK News Novità Notizie


L'Enterprise realizzata per la Serie Originale era fantastica e molto avanzata, per i suoi tempi. Come si è approcciata all'impresa di ricreare qualcosa che la gente conosce bene ed ama, riuscendo contemporaneamente a renderlo coerente con lo stile di Star Trek: Discovery ed al passo coi tempi?

Ho riguardato la Serie Classica, con la quale sono cresciuta. Ho osservato la nave ed ho cercato le sue caratteristiche chiave da riprodurre, senza però dare l'idea che fossero semplici pezzi di legno compensato. Per quanto si possa amare la Serie Classica, oggi il pubblico vuole di più. Siamo partiti dalle dimensioni originali dell'Enterprise, per poi naturalmente ingrandire tutto, aggiungendo uno stretto corridoio sul retro. Altri parametri sono rimasti della grandezza originale… gli scalini, il gradino rialzato per la poltrona del capitano, i posti delle console di Uhura, di Spock… l'aspetto generale è stato mantenuto. Anche più di altre versioni dell'Enterprise viste altrove.

Dopodiché non vedevo l'ora di dedicarmi allo schema cromatico. Ho giocato parecchio con i colori dell'Enterprise. In realtà esistono delle variazioni di rosso e arancione sull'Enterprise. Sono molto specifiche ed ho scavato negli archivi CBS per risalire alla sfumatura giusta e ricrearla, in modo nuovo. Volevamo incorporare il look di Discovery, ma allo stesso tempo usare materiali e metodi di costruzione diversi, come i rivestimenti metallizzati che sono di forte impatto visivo.

Abbiamo sperimento con queste cose sull'Enterprise, e penso che adesso le vedremo più spesso in Star Trek. Conferiscono alla nave un aspetto più… "da nave", rispetto ai soliti pannelli di legno e plastica.


Discovery, DSC, Enterprise, Intervista, Tamara Deverell, Video, Rebecca Romijn, Anthony Rapp, TG TREK News Novità Notizie


Praticamente tutti quelli che amano Star Trek hanno in casa una planimetria dell'Enterprise o un manuale tecnico. Voi come avete utilizzato queste fonti?

Sono state il nostro punto di partenza; non c'è dubbio.



Io, mentre guardo per la prima volta il rendering 3D della plancia dell'Enterprise


Ma come l'ha fatta sentire riprogettare l'Enterprise?

Vado al lavoro e faccio quello che devo fare. E lavoro molto sodo. Ma la bambina che è in me, prima di addormentarsi la sera, pensava sempre: "Oh mio Dio, sto riprogettando l'Enterprise! Roba da farsela sotto!" Diciamo che ho lasciato uscire la bambina che è in me, mettiamola così.


Discovery, DSC, Enterprise, Intervista, Tamara Deverell, Video, Rebecca Romijn, Anthony Rapp, TG TREK News Novità Notizie


Dato che la prima parte del season finale è già stata trasmessa, c'è qualche easter egg al quale dovremmo prestare attenzione ad una seconda visione?

Nella Serie Classica avevano delle luci che facevano su e giù nel turboascensore; noi abbiamo usato uno schermo, ma l'effetto è molto simile. I dettagli sono davvero tanti. Ad esempio, abbiamo usato delle autentiche riproduzioni dei pulsanti delle console originali. Hanno esattamente la stessa forma, colore e dimensione. Li abbiamo usati come base per i nostri pulsanti.


Discovery, DSC, Enterprise, Intervista, Tamara Deverell, Video, Rebecca Romijn, Anthony Rapp, TG TREK News Novità Notizie


Fa molto ridere la battuta di Georgiou, quando entrando in plancia esclama: "Arancione? Davvero? Bleah!" Era nel copione oppure è stata improvvisata? E lei come l'ha presa?

Era nel copione. L'Enterprise ha colori differenti, che sono cambiati nel tempo. A seconda dell'illuminazione, certe volte appaiono sull'arancione ed altre volte rosso acceso. L'arancione che abbiamo scelto noi - che è il tono di arancione originale - in realtà è un rosso.

Infatti sono andata dagli autori e gli ho detto: "Scusate ma questa battuta non mi piace molto." Ho usato tutte queste sfumature di arancione e rosso che abbiamo scelto di mostrare. Le abbiamo metallizzate in rosso, e non si poteva tornare indietro. Ho insistito tanto, finché Alex Kurtzman mi ha risposto: "E' per questo che ti amiamo, Tamara. Non preoccuparti, va tutto bene anche se diciamo che sono arancioni." E' una storia divertente ed adoro la battuta di Michelle [Yeoh] ma, per me che sono una designer di produzione - fissata con queste cose come tutti i miei colleghi - il mio cruccio principale è sempre quello: "Avrò scelto il colore giusto?"


Discovery, DSC, Enterprise, Intervista, Tamara Deverell, Video, Rebecca Romijn, Anthony Rapp, TG TREK News Novità Notizie


Intervistata da IGN, la scenografa ha aggiunto che - per motivi di budget - per un po' si è pensato di usare il green screen per ricreare parte della plancia, ma alla fine si è scelto di fare diversamente:

C'è sempre un po' di tira e molla economico, per capire cosa possiamo permetterci e cosa no. Ma eravamo consapevoli di dover mostrare al pubblico l'Enterprise. Abbiamo vagliato molte ipotesi, anche quella di costruire il set con un green screen. Alla fine lo abbiamo usato solo per la parte frontale, dove c'è lo schermo. Il resto è tutto materialmente lì.



Per la plancia dell'Enterprise abbiamo animato più di 250 schermi. Alcuni realmente sul set ed altri in post-produzione. E' stato un grandissimo onore lavorare su questo iconico set! Congratulazioni a tutto il cast ed alla troupe.


Gli omaggi al set originali sono stati molti e Deverell ne ha elencati alcuni:

Abbiamo ricreato lo scanner visivo di Sulu, quello di Spock, la console di Uhura...

Quelle strane maniglie nei turboascensori? Le abbiamo fatte anche noi. In realtà non sappiamo a cosa servano. Abbiamo impiegato ore a rivedere la Serie Classica… le fanno ruotare, ma non hanno senso. Comunque, le abbiamo anche noi e sono fortissime!


Discovery, DSC, Enterprise, Intervista, Tamara Deverell, Video, Rebecca Romijn, Anthony Rapp, TG TREK News Novità Notizie


Abbiamo un po' modificato il retro delle sedie, ma imitano molto da vicino le originali blu e nere.


Discovery, DSC, Enterprise, Intervista, Tamara Deverell, Video, Rebecca Romijn, Anthony Rapp, TG TREK News Novità Notizie


Stesso discorso per la poltrona del capitano… abbiamo cercato di rimanere fedeli all'originale. Abbiamo aggiunto un po' più di effetto legno, perché c'era del legno nella poltrona di Kirk. Anche in quella di Pike, ma io mi sono ispirata di più a quella di Kirk...

Abbiamo aggiunto il legno ed abbiamo acuito gli spigoli, ma la forma e l'idea di base sono uguali all'originale, compreso il rivestimento in pelle nera.


Discovery, DSC, Enterprise, Intervista, Tamara Deverell, Video, Rebecca Romijn, Anthony Rapp, TG TREK News Novità Notizie


L'illuminazione… abbiamo lavorato sodo per riproporre qualche effetto di luce come lo avevano nella Serie Classica. Per esempio abbiamo giocato molto con le ombre proiettate da queste griglie sul soffitto. Non a tutti piacevano, ma ho insistito per averle.


Discovery, DSC, Enterprise, Intervista, Tamara Deverell, Video, Rebecca Romijn, Anthony Rapp, TG TREK News Novità Notizie


Ovviamente ci sono stati anche dei cambiamenti, come lo stretto corridoio alle spalle del set (idea di Alex Kurtzman) ed il soffitto basso:

Tendiamo a costruire soffitti bassi, in modo da mostrarli più spesso. Fortunatamente, come sul ponte dell'Enterprise, abbiamo un sistema motorizzato che ci permette di modificare l'altezza del soffitto, in modo da regolarla un po' in base alle esigenze di regia.



Wow! Quei pulsanti non vi sembrano familiari? Dovrebbero! James li ha inviati alla produzione di Star Trek: Discovery l'anno scorso, per la loro versione della plancia dell'Enterprise! Venite a vederli anche voi allo @startrektour!


Un particolare importante, svelato da Tamara Deverell a SyFy, è che il set della plancia dell'Enterprise non è stato ricavato da quello della Discovery, come alcuni fan hanno supposto:

Il set dell'Enterprise è nuovo di zecca. L'abbiamo costruito in un nuovo teatro di posa e ci siamo messi sotto. Neppure un solo elemento proviene da set già costruiti. Tutto quello che vedete è davvero lì.


Comparse in plancia


Dai rispettivi profili social dei diretti interessati, ecco il Tenente Nicola (Chai Valladares) seduto sulla poltrona del capitano:




Ed infine un piccolo cameo: l'ufficiale scientifico che vedete più in basso, apparso sullo sfondo nell'episodio 'Un dolore così dolce' (Parte 1) non è un attore ma Ante Dekovic, uno dei supervisori degli effetti speciali di Star Trek: Discovery!




***

In Italia, Star Trek: Discovery viene distribuita in esclusiva su Netflix.

Gli episodi della seconda stagione vengono pubblicati, uno a settimana, ogni venerdì a partire dalle ore 9,00 am, poche ore dopo la distribuzione americana. La prima stagione è disponibile in Home Video.


Fonte: StarTrek.Com