Quentin Tarantino: "Sì, il mio Star Trek sarà 'Pulp Fiction' nello spazio. E' per questo che lo farò" |   TG TREK - Star Trek News Italia  

Header

giovedì 18 luglio 2019

Quentin Tarantino: "Sì, il mio Star Trek sarà 'Pulp Fiction' nello spazio. E' per questo che lo farò"

Quentin Tarantino, Film, JJ Abrams, Chris Pine, Zachary Quinto, Simon Pegg, Kelvin, Intervista, TG TREK Star Trek News Novità Notizie Italia

In una nuova intervista per promuovere il suo ultimo film, Quentin Tarantino ha parlato sempre più apertamente del film di Star Trek che vorrebbe sviluppare insieme a Paramount Pictures e la Bad Robot di J.J. Abrams, confermando la sua ferma intenzione di "marcare il territorio" con il suo stile inconfondibile.


Pronto a lavorare su una sceneggiatura 'davvero forte'


Parlando con Deadline, Tarantino si è mostrato seriamente intenzionato a lavorare sulla sceneggiatura che Mark L. Smith (The Revenant) ha scritto sulla base della sua idea per un film di Star Trek:

Non so se dirigerò io stesso il film oppure no. Devo ancora schiarirmi le idee, ma Mark ha prodotto una sceneggiatura davvero forte. Mi piace un sacco. C'è qualcosa su cui vorrei lavorare personalmente, ma mi piace davvero molto.


Tarantino approfitta di questa intervista per togliersi un sassolino dalla scarpa nei confronti di Simon Pegg, interprete di Scotty nei film Kelvin e co-sceneggiatore di Star Trek: Beyond:

Simon Pegg mi fa arrabbiare: non sa assolutamente nulla di questo film, ma continua a parlarne come se sapesse chissà cosa.

Uno dei commenti che ha fatto è stato: "No, non sarà come Pulp Fiction nello spazio". E invece sì! [ride fragorosamente]. Se lo farò, sarà proprio Pulp Fiction nello spazio. Quando ho letto la sceneggiatura, ho avvertito subito quel sentore da Pulp Fiction che… non ho mai visto quella c***o di roba in un film di fantascienza! Non esiste una cosa così nei film di fantascienza. Ed è proprio per questo che lo vogliamo fare. Come minimo, anche solo per quello, sarà qualcosa di unico.


Quentin Tarantino, Film, JJ Abrams, Chris Pine, Zachary Quinto, Simon Pegg, Kelvin, Intervista, TG TREK Star Trek News Novità Notizie Italia
John Travolta e Samuel L. Jackson in Pulp Fiction


Un film vietato ai minori con la benedizione di Paramount e J.J. Abrams


Altro elemento di unicità per l'ipotetico film Trek di Tarantino sarebbe la classificazione R-rated (vietato ai minori di 17 anni), che tanto spaventa i fan ma poco impressiona Tarantino, per il quale "non è una cosa così eclatante". Il regista mette in chiaro che se il progetto partirà: "si faranno le cose a modo mio" e spiega:

Il fatto è che quando ne ho parlato con JJ, l'idea non era ancora così drastica e non ci siamo curati affatto di questioni di questo tipo. JJ ha detto: "Quentin, adoro la tua idea perché sono certo che con Star Trek si possa prendere qualunque direzione."

Guarda, la situazione è questa: fintanto che alla Paramount piace l'idea, con uno script che è già lì… ora come ora, non hanno niente da perdere con Star Trek. Deadpool ha dimostrato che si possono immaginare questo genere di cose in altri modi, farle diversamente. Perciò, sul serio, ancor prima che JJ ascoltasse la mia idea, il suo atteggiamento nei confronti di un film vietato ai minori è sempre stato: "Se vuole così, va bene. Se vuole rifare "Il mucchio selvaggio" nello spazio, lo faccia".


Quentin Tarantino, Film, JJ Abrams, Chris Pine, Zachary Quinto, Simon Pegg, Kelvin, Intervista, TG TREK Star Trek News Novità Notizie Italia
Quentin Tarantino ed il produttore J.J. Abrams


Lodi, lodi, lodi (a Shatner, Pine e Quinto)


E' tutto da vedere quali attori/personaggi saranno coinvolti nell'ipotetico film Trek di Tarantino, che tuttavia nutre un amore profondo per il Capitano Kirk originale:

Sono un grande fan di Star Trek, della serie televisiva. Mi piace proprio, ed il mio biglietto d'ingresso in quel mondo lì è stato William Shatner. Adoro William Shatner in Star Trek. Adoro la sua interpretazione di James T. Kirk. E' lui il mio legame con la saga. Il mio cordone ombelicale. E' per questo che amo Star Trek più di Star Wars: perché in Star Wars non c'è William Shatner.

Per me, la sua è una delle più grandi interpretazioni nella storia delle serie TV episodiche, il più grande protagonista di una serie TV. E lo è a pieno titolo, perché sono davvero pochi i protagonisti di una serie TV che possono vantare tutte le esperienze pazzesche che ha fatto lui.


La cosa molto interessante è che, in un'altra parte dell'intervista, Tarantino ha menzionato il fatto di aver effettivamente avuto un incontro con Shatner, ma non ha detto né quando è avvenuto né perché lo ha organizzato.

Per stuzzicare un po' la fantasia dei nostri lettori, ricordo che giusto il mese scorso William Shatner ha parlato di Tarantino su Twitter, difendendolo pubblicamente dalle accuse dei fan preoccupati che l'estro del regista possa snaturare la saga di Roddenberry. E sempre su Twitter, già un anno fa, lo stesso Shatner si è subito detto disponibile a rimettersi nei panni del Capitano Kirk, se Tarantino glielo chiedesse e la sceneggiatura fosse buona.


Quentin Tarantino, Film, JJ Abrams, Chris Pine, Zachary Quinto, Simon Pegg, Kelvin, Intervista, TG TREK Star Trek News Novità Notizie Italia


Pur amando lo Star Trek classico, il regista ha espresso forte ammirazione anche per i nuovi Kirk e Spock introdotti da J.J. Abrams in Star Trek (2009):

Sono rimasto davvero molto colpito dal primo film reboot di JJ Abrams, e dal modo magnifico in cui Chris Pine ha interiorizzato William Shatner. Non ha fatto come fanno gli attoroni. Ha detto: "No, lo farò a modo mio". Ha interpretato il Capitano Kirk di William Shatner, proprio quella versione, e c'è riuscito alla grande. Lo penso sinceramente. Anche [Zachary] Quinto è perfetto come Spock. Quei due ragazzi hanno proprio fatto centro, c***o.


Quentin Tarantino, Film, JJ Abrams, Chris Pine, Zachary Quinto, Simon Pegg, Kelvin, Intervista, TG TREK Star Trek News Novità Notizie Italia


Ora che C'era una volta a... Hollywood sta per arrivare nelle sale americane, Tarantino avrà certamente molto più tempo libero per dedicarsi al suo film di Star Trek ma (come abbiamo detto in altre occasioni) benché Paramount Pictures abbia espresso interesse in questo progetto, non è stato fatto alcun tipo di annuncio ufficiale in merito né tanto meno si sa qualcosa su una possibile data di uscita quindi - se qualcosa si muove davvero - è tutto ancora nelle primissime fasi di sviluppo.


Fonte: Trekmovie




Nessun commento :