Karl Urban sfida Paramount sul film "Trek" di Tarantino: "Sarebbe una follia non lasciarglielo fare" |   TG TREK - Star Trek News Italia  

Header

sabato 10 agosto 2019

Karl Urban sfida Paramount sul film "Trek" di Tarantino: "Sarebbe una follia non lasciarglielo fare"

Film, Kelvin, Quentin Tarantino, William Shatner, Karl Urban, CBS, Paramount, Viacom, Intervista, TG TREK Star Trek News Novità Notizie Italia

Torniamo a parlare del film di Star Trek che vorrebbe produrre (e forse anche girare) Quentin Tarantino, grazie ad una serie di interviste pubblicate in questi giorni.

Nuovi commenti sono arrivati dallo stesso Tarantino, da William Shatner e da Karl Urban (il Dr. McCoy dei film Kelvin). Inoltre apprendiamo che c'è stato un piccolo cambio di programma per quanto riguarda l'atteso annuncio della riunificazione fra Viacom e CBS.


Urban invita Paramount a non perdere altro tempo


Karl Urban sta concedendo varie interviste per promuovere l'uscita della sua nuova serie, The Boys, su Amazon Prime Video. Rispondendo alle domande dell'Huffington Post, l'attore ha chiarito di non conoscere nei dettagli il progetto di Tarantino:

Non ho informazioni su questo progetto, dico sul serio. Non ho letto il copione. Conosco solo il concetto di base.


L'anno scorso, Urban definì quel concetto "pazzesco" ed ora sembra invitare chiaramente la Paramount Pictures a realizzarlo:

Penso che sarebbe fenomenale se Quentin Tarantino realizzasse quel film. E' sicuramente uno dei registi più emozionanti attualmente in attività. Se uno così vuole girare un film di Star Trek, penso che per gli Studios sarebbe una follia non lasciarglielo fare.


Urban ha parlato del film Trek di Tarantino anche con il Los Angeles Magazine, aggiungendo:

Be', in realtà non è stato ancora annunciato. Quello che so di Star Trek 4 è che c'è già una sceneggiatura, scritta dall'autore di The Revenant [Mark L. Smith] e che Quentin Tarantino ha mostrato interesse per la regia. Penso che girare questo film sarebbe magnifico e sarei felicissimo non solo di recitarvi ma anche solo di vederlo.


In teoria la sceneggiatura di uno Star Trek 4 (inteso come sequel diretto di Star Trek: Beyond) esisteva già da prima che Tarantino proponesse la sua idea a Paramount ed Abrams. Si trattava di una storia scritta da J.D. Payne e Patrick McKay che avrebbe dovuto raccontare l'incontro tra il Capitano Kirk (Chris Pine) e suo padre George Kirk (Chris Hemsworth).

Paramount annunciò il sequel di Beyond addirittura prima che il terzo film Kelvin arrivasse nelle sale. Il risultato non esaltante di Beyond portò Paramount a concentrarsi su altri film ma, quando finalmente gli Studios sembravano pronti a rispolverare il franchise, assegnando una regista al progetto, una disputa contrattuale fra Paramount Pictures ed i due "Chris" ha affossato il film a tempo indefinito.

E' interessante che Karl Urban consideri il film di Tarantino il "vero" Star Trek 4... del resto, il regista ha confermato recentemente che la sua storia si svolgerebbe comunque nel Kelvinverso.


Film, Kelvin, Quentin Tarantino, William Shatner, Karl Urban, CBS, Paramount, Viacom, Intervista, TG TREK Star Trek News Novità Notizie Italia
Il Dr. McCoy (Karl Urban) in una scena di 'Star Trek: Beyond'


Shatner pensa ad un Kirk "scatenato" per Tarantino 


Il mese scorso, dopo aver ricevuto forti apprezzamenti personali da Tarantino, William Shatner si è detto disponibile a recitare per lui in Star Trek. Tuttavia, in una nuova intervista a People Now (nella quale ha fatto un po' di promozione al suo nuovo programma The #UnXplained, in onda su History Channel), Shatner è sembrato molto meno convinto di voler portare sullo schermo un anziano capitano Kirk:

Se Quentin Tarantino venisse da me e mi chiedesse: "Vorresti interpretare il Capitano Kirk in questo film?", senza che… Sapete, Leonard Nimoy ha interpretato Spock in uno dei film di J.J. Abrams e sono anche tornati indietro nel tempo. Perciò dissi a Leonard: "Leonard, se tornate indietro nel tempo e tu sei ancora vecchio, vuol dire che sei VERAMENTE vecchio."

Insomma, sono tornati indietro nel tempo, e lui era ancora il vecchio Leonard.


Shatner sembra aver cambiato idea anche sulla classificazione R-Rated (vietato ai minori) che Tarantino vorrebbe dare al suo film di Star Trek. Dopo aver difeso questa scelta su Twitter, l'attore è cascato dalle nuvole quando il suo intervistatore gli ha chiesto un parere sulla questione:

Vietato ai minori, davvero? Succedono cose che se le vedesse Roddenberry… Bisognerebbe trovare il modo di convogliare l'energia generata da Roddeberry che si rivolta nella tomba: se ci riuscissero, potrebbero alimentare il film solo con quella.


Questo commento, così diverso da quello postato su Twitter appena due mesi fa, sembra confermare la teoria di Jason Isaacs (il capitano Lorca di Star Trek: Discovery) secondo cui Shatner - con il quale ha avuto diversi alterchi online - non gestisca direttamente i suoi profili social.

Shatner si è comunque divertito ad immaginare come potrebbe essere un Capitano Kirk diretto da Tarantino:

Oh, santo cielo sì. Già me lo vedo a correre, scatenato, lungo un campo di grano. Corre e corre... finché non gli viene un infarto e stramazza a terra.


Film, Kelvin, Quentin Tarantino, William Shatner, Karl Urban, CBS, Paramount, Viacom, Intervista, TG TREK Star Trek News Novità Notizie Italia
William Shatner


Tarantino vuole un film dal sapore "conclusivo"


Sebbene Tarantino abbia fornito l'idea di base per un film di Star Trek, la paternità della sceneggiatura spetta a Mark L. Smith (che ha sviluppato quell'idea per conto del regista). Ora che il suo C'era una volta... a Hollywood è uscito nelle sale americane, il regista avrà il tempo per lavorare in prima persona alla sceneggiatura di Smith, alla quale ha già detto di voler apportare alcune modifiche.

Il grande punto di domanda é: Tarantino intende davvero dirigere il prossimo film di Star Trek? Da tempo il regista sostiene di voler concludere la sua carriera con il decimo film, ma non ha ancora chiarito se vuole che quel film coincida con Star Trek oppure no.

Ieri, l'Hollywood Reporter ha pubblicato questa dichiarazione di Tarantino a proposito di quello che sarà il suo ultimo film:

Se immaginate che tutti i film raccontino una storia, e che ogni film sia collegato all'altro come i vagoni di un treno, allora [l'ultimo] deve essere qualcosa di grosso, che porti al climax finale. Penso che il decimo film debba essere in qualche modo "conclusivo".


Se Tarantino non ritenesse un film di Star Trek abbastanza "conclusivo" per i suoi gusti, il ruolo di regista rimarrebbe vacante. L'assenza di Tarantino dietro la macchina da presa di Star Trek, potrebbe rivelarsi un problema per Paramount Pictures ed i suoi partner finanziari. Tuttavia, può darsi che pubblicizzare il film con la dicitura: "Basato su un'idea di Quentin Tarantino" (accreditando il filmmaker come produttore esecutivo) basterà per attirare pubblico ed investitori.


Film, Kelvin, Quentin Tarantino, William Shatner, Karl Urban, CBS, Paramount, Viacom, Intervista, TG TREK Star Trek News Novità Notizie Italia
Quentin Tarantino


Paramount e Viacom non si sono ancora fuse in CBS


Un altro elemento di grande importanza per il franchise è l'attesa riunificazione fra Viacom (proprietaria di Paramount Pictures) e CBS, le due compagnie che dal 2006 gestiscono in modo separato i diritti di produzione di Star Trek, fra cinema e TV.

Nonostante sembrasse tutto pronto per il grande annuncio (atteso per lo scorso 8 agosto), le due Major hanno presentato agli investitori i risultati dell'ultimo quadrimestre, evitando accuratamente l'argomento "riunificazione".

Sembra che non tutti i dettagli siano stati limati a dovere, ma Variety continua a sostenere che è solo questione di giorni prima che venga diramato un comunicato congiunto (Fox Business predice che tutto questo avverrà lunedì prossimo).

Quando la riunificazione sarà andata in porto - dato che il contratto fra la Bad Robot di J.J. Abrams e la Paramount Pictures scadrà nel 2020 - molto probabilmente l'onere di sviluppare nuovi capitoli cinematografici di Star Trek spetterà al nuovo Star Trek Global Franchise Management Group, che fa capo ad Alek Kurtzman e Secret Hideout, la sua casa di produzione.


Film, Kelvin, Quentin Tarantino, William Shatner, Karl Urban, CBS, Paramount, Viacom, Intervista, TG TREK Star Trek News Novità Notizie Italia
J.J. Abrams ed Alex Kurtzman


Anche se Abrams passerà con tutta probabilità a lavorare per Warner Media, la sua Bad Robots potrebbe essere ugualmente coinvolta nei progetti Trek ancora in corso (cioè quelli relativi al Kelvinverso, incluso il film di Tarantino). Del resto, Abrams ha lavorato ai film Disney di Star Wars pur essendo sotto contratto con Paramount.


***

Fonte: Trekmovie




Nessun commento :