[STAR TREK PICARD] Patrick Stewart era contrario a coinvolgere i Borg nella nuova serie |   TG TREK - Star Trek News Italia  

Header

sabato 30 novembre 2019

[STAR TREK PICARD] Patrick Stewart era contrario a coinvolgere i Borg nella nuova serie


La nuova serie di 'Star Trek' segnerà il ritorno di Patrick Stewart nel franchise non solo come attore protagonista ma anche come produttore esecutivo.

Questo vuol forse dire che a Sir Patrick è stata data carta bianca e diritto di veto assoluto sulle trame di 'Star Trek: Picard'? In parte sì e proprio per questo il produttore Alex Kurtzman ha dovuto operare una certa opera di convincimento sul protagonista della serie, quando è stato deciso di rimettere i Borg al centro dell'azione...


Il passato è passato?


In una recente intervista a Vanity Fair - nella quale è emersa qualche novità sul nuovo show dedicato alla Sezione 31 - il produttore esecutivo Alex Kurtzman ha toccato inevitabilmente l'argomento 'Star Trek: Picard', ribadendo quello che per Patrick Stewart è senza dubbio un punto imprescindibile del suo ritorno in 'Star Trek': non ripetere quanto fatto in passato.

Se da un lato questo presupposto garantirà al pubblico la visione di una serie fresca e giovane, dall'altro rischia di deludere i fan di lunga data, desiderosi di rivivere il più possibile i fasti di 'The Next Generation'. Risultato? Ora che è il produttore esecutivo di una serie che ruota tutta attorno al suo personaggio (sin dal titolo!), Stewart ha certamente un potere negoziale maggiore rispetto ai tempi di TNG, ma Alex Kurtzman e lo showrunner Michael Chabon sanno benissimo quali corde tirare per inchiodare il pubblico allo schermo… ed il ritorno dei Borg dopo sedici anni di assenza (vedi l'episodio 'Rigenerazione' di 'Star Trek: Enterprise') è un'occasione troppo ghiotta per lasciarsela sfuggire.

Da qui è partita la moral suasion di Kurtzman nei confronti di Stewart, restio a correre il rischio di trasformare la nuova serie 'Star Trek: Picard' in una sorta di sequel del film 'Primo Contatto'.

Spiega Kurtzman:

[Stewart] Continuava a ripetere lo stesso ritornello: "Non voglio fare ciò che ho già fatto". Ovviamente non è più un segreto per nessuno che i Borg saranno coinvolti [nelle trame della prima stagione di 'Picard'], ma il suo primo istinto è stato quello di non volerli nella serie.

Diceva: "Ho già raccontato quella storia, non voglio farlo un'altra volta". E non è che potessimo semplicemente rispondergli: "Sì ha ragione, ma ci è piaciuta così tanto che vogliamo il bis".

Così il risultato che abbiamo ottenuto non è altro che il frutto di un continuo rimpallare di idee, che ha prodotto una storia sui Borg davvero unica e diversa da quelle del passato. Certamente non è il tipo di storia che avrebbero potuto raccontare in 'The Next Generation' e di sicuro non è quella che probabilmente tutti quanti si aspettano.


Un Borg viene spogliato dei suoi impianti in una scena di 'Star Trek: Picard'


Una serie per adulti


Alex Kurtzman ha quindi sottolineato in che modo 'Star Trek: Picard' si differenzierà da quanto visto in TNG, soprattutto nello stile narrativo:

['Star Trek: Picard'] E' una serie che trae la sua ispirazione da 'The Next Generation' ed è scritta da persone che sono cresciute seguendo ed amando quella serie… ma non assomiglia affatto a 'The Next Generation'.

E' più una serie drammatica moderna rivolta ad un pubblico adulto, ambientata nell'universo di 'Star Trek'. Parliamo di un prodotto che non ha precedenti, con un protagonista negli anni della sua vecchiaia. Non ci sono molti franchise in giro che permettono di raccontare la storia di un personaggio quasi ottantenne.




Il produttore esecutivo ha inoltre spiegato che CBS All Access ha la massima fiducia nei suoi confronti, tanto da aver accettato 'Star Trek: Picard' quasi a scatola chiusa:

Non ci sono mai state riunioni con i vertici di CBS All Access per dirci: "Guardate, vogliamo che la serie sia così, così e così". Anzi, siamo stati noi ad andare da loro a dire: "Ecco cos'è venuto fuori dalla stanza degli autori", cercando di informarli sui nostri progressi in tempo reale, man mano che la storia andava avanti. Anche dal punto di vista dello sviluppo delle storie, non stiamo adottando la solita procedura. Normalmente si butta giù una bozza, la facciamo leggere a tutti e poi recepiamo i vari rilievi che possono arrivare dall'alto. Anche in questo caso, non abbiamo fatto niente del genere e credo che questo provi più di ogni altra cosa la grande fiducia che ha riposto in noi Julie [McNamara, vicepresidente per i contenuti originali di CBS All Access].


Alex Kurtzman


***

Star Trek: Picard sarà distribuita in streaming - anche in Italia - su Amazon Prime Video, entro 24 ore dalla trasmissione americana. Il debutto della serie è previsto il 24 gennaio 2020.

Restate aggiornati su tutte le news riguardanti Star Trek: Picard ed i nuovi piani per il franchise qui su TG TREK.


Fonte: TrekMovieVanity Fair





Nessun commento :